Keystone
Cina
18.10.2021 - 18:300

Quello che nessuno ha visto non era un missile ipersonico

La conferma dal Ministero degli esteri: «Era la prova di routine di un veicolo spaziale»

PECHINO - L'intelligence statunitense può dormire sonni tranquilli. Quello che ieri si pensava un missile ipersonico era in realtà un veicolo spaziale. «Si è trattato di un test di routine». Lo ha spiegato il portavoce del Ministero cinese degli esteri Zhao Lijian in una conferenza stampa questa mattina.

Il Financial Times aveva pubblicato ieri una notizia secondo cui ad agosto la Cina avrebbe lanciato in orbita un missile ipersonico con capacità nucleare. L'articolo aveva suscitato scalpore, soprattutto negli Stati Uniti, dove aleggiava un clima di sorpresa davanti a un tipo di tecnologia avanzata di cui Pechino non era sospettata. Inoltre, nessuno si era accorto del lancio.

L'intelligence americana aveva urlato al pericolo, visto che il sospettato razzo potrebbe, in caso di attacco, superare i missili balistici di difesa. Interpellato, il portavoce dell'ambasciata cinese Liu Pengyu aveva spiegato al giornale che la Cina non aveva intenzione di attaccare nessuno.

Ma oggi è arrivata la chiarezza. Dal Ministero degli esteri si è infatti saputo che non si trattava di un missile ipersonico, ma di un veicolo spaziale che era stato effettivamente lanciato ad agosto. «Erano test di routine. L'attrezzatura di supporto del veicolo spaziale si separa, brucia e si disintegra durante la sua caduta nell'atmosfera e in mare», ha spiegato Zhao Lijian. E ha aggiunto che l'obiettivo è «ridurre il costo delle missioni spaziali e che questo tipo di test viene effettuato in tutto il mondo».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
AleXfed 1 mese fa su tio
In qualsiasi parte del mondo, gli usa devono sempre aprire becco, lanciare accuse e creare tensioni. Se varie nazioni stanno andando avanti con lo sviluppo di armamenti é a causa loro e alla loro tendenza di dettare legge a casa altrui
Aargauer 1 mese fa su tio
Bu Bu setteteeeee!!!
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-03 20:44:53 | 91.208.130.87