"Il lago dei cigni" è in programma domani al Palazzo dei Congressi di Lugano.
LUGANO
03.04.2019 - 12:000

Domani sera c'è "Il lago dei cigni"

Il Balletto di San Pietroburgo porta al Palazzo dei Congressi il grande classico su musica di Ciajkovskij

LUGANO - Il 4 aprile alle 21.30 al Palazzo dei Congressi di Lugano andrà in scena "Il lago dei cigni" con il Balletto di San Pietroburgo di Andrei Batalov solista dell'autorevole Teatro Mariinsky.

Il balletto su musica di Ciajkovskij, composto tra il 1875 e il 1876, rappresenta la perfetta unione di coreografia e musica ed è diventato sinonimo del balletto stesso e fonte d’ispirazione per generazioni e generazioni di ballerini, nonché emblema della cultura popolare.

Il Balletto Classico di San Pietroburgo è una compagnia di danza classica fondata e diretta da Andrei Batalov, laureatosi nel 1992 presso l'Accademia Vaganova, una delle scuole di balletto più note al mondo. La compagnia riunisce 50 artisti professionisti tutti diplomati alla celebre Accademia e nelle più grandi scuole di danza di Russia e Ucraina. La Compagnia ha in repertorio tutti i capolavori del balletto classico: "Il lago dei cigni", "La bella addormentata", "Lo Schiaccianoci", "Giselle", "Chopiniana", "Don Chisciotte", "La Bajadere".

Il Balletto Classico di San Pietroburgo è stato acclamato su palcoscenici internazionali partecipando anche a numerose tournée internazionali in Svizzera, Stati Uniti d’America, Spagna, Germania, Francia, Romania, Giappone. Tra le star soliste del corpo di ballo spiccano Oksana Bondareva, Yevgeny Ivanchenko, Leonid Sarafanov. "Il Lago dei cigni" dopo una prima versione del 1877 che non ebbe molto successo di pubblico, fu al contrario apprezzata già dal grande successo, con la coreografia di Marius Petipa e Lev Ivanov, nel 1895; da allora è diventato uno dei più importanti balletti al mondo...

Con questa versione de "Il lago dei cigni" il Balletto di San Pietroburgo ha voluto mantenere intatte le coreografie originali di Marius Petipa e da Lev Ivanov del lontano 1895 e tornare a un’autentica versione della coreografia creata per il Teatro Mariinsky. Le scenografie si rifanno alla Corte Imperiale Russa di quel periodo e inseriscono realtà storica e fantasia gotica. Le scene del I e del III atto presentano uno stile classico fiabesco, quasi magico, mentre il II e IV atto, cioè Il lago, ha un ambiente mistico, quasi lunare, dove si alternano attimi tenebrosi e giochi di ombre e luci.

Prevendita su Biglietteria.ch.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-07-19 06:21:36 | 91.208.130.86