Ti-Press
CANTONE / SVIZZERA
06.02.2018 - 06:000
Aggiornamento 15:46

La diversità attraverso il ballo alla Festa danzante 2018

L'appuntamento coinvolgerà 30 città (5 nella Svizzera italiana) dal 4 al 6 maggio

LUGANO - Una Svizzera a passo di danza che permetta di staccare occhi e mani dagli apparecchi digitali, senza vincoli di età origine o sesso. È l'obiettivo della Festa danzante che avrà luogo dal 4 al 6
maggio. Sublimata in tutte le sue forme, la diversità sarà celebrata simultaneamente in 31 città e comuni delle tre regioni linguistiche della Svizzera. Così riuniti, professionisti ed amanti della danza coreograferanno i loro impulsi ritmici come risposta positiva al clima caotico dei nostri giorni.

«Danzare, dunque, per uscire dalle «scatole» che ci intrappolano, danzare con quelli che non ci somigliano, danzare per tenere viva la curiosità verso universi differenti dal nostro. Danzare tutti insieme per
abbracciare l’idea di un mondo migliore», spiegano gli organizzatori.

Oltre al programma principale che prevede corsi di danza, party, spettacoli e performance nello spazio pubblico, la Festa danzante quest'anno proporrà tre progetti nazionali.

Nell’ottica di favorire gli scambi e le collaborazioni interregionali, il bando di concorso nazionale intende stimolare la creazione e la circuitazione di progetti coreografici professionali che si rivolgono ad un ampio
pubblico. A tre anni dal suo inizio, il concorso continua a confermare il successo riscosso nelle scorse edizioni: con 8 progetti selezionati tra i 120 ricevuti dalle 3 regioni linguistiche, l’edizione 2018 promette di non deludere le aspettative.

Quest’anno, inoltre, la collaborazione con i Premi svizzeri di danza assume una forma inedita: i vincitori dei Premi 2017 si troveranno, infatti, di fronte all’obiettivo di Philippe Antonello e Stefano Montesi, un duo artistico esperto in fotografia tridimensionale. Stampate in grandi formati, le fotografie saranno esposte negli spazi pubblici, nei teatri e nei musei delle città partner, consentendo al pubblico – munito di occhiali 3D – di scoprire la forza del movimento coreografico catturato dallo scatto.

La grande novità del 2018 è la Swiss Dance Battle: la Festa danzante organizza sfida di rilevanza nazionale. Nel corso di 4 giorni, in una decina di città, diverse centinaia di partecipanti s’affronteranno in quattro discipline della danza urbana (coreografia, b-boying, popping e hip-hop). Le due associazioni Urban Elite (Svizzera romanda) e Sosta (Svizzera tedesca) uniranno le loro forze per assicurare lo spettacolo e imporre la Swiss Dance Battle come riferimento nazionale oltre le frontiere linguistiche. La finale si svolgerà domenica 6 maggio a Friborgo. Le preselezioni saranno inoltre occasione per le giurie locali per proporre corsi di hip-hop aperti al pubblico.

Oltre a Berna che rientra in pista, sono 30 le città e i comuni che partecipano alla Festa danzante 2018, di cui 15 in Svizzera romanda, 10 in Svizzera tedesca e 5 in Svizzera italiana: Aarau – Altdorf – Basilea – Bellinzona – Berna – Briga – Carouge – Chêne-Bourg – Friborgo – Ginevra – Gland – La Chaux-de-Fonds – Lancy – Ligornetto – Losanna – Lugano – Lucerna – Mendrisio – Meyrin – Neuchâtel – Plan-Les-Ouates – Poschiavo – Rolle – Sierre – San Gallo – Vernier – Vevey – Winterthur – Yverdon-les-Bains – Zugo – Zurigo.

Potrebbe interessarti anche
Tags
svizzera
festa danzante
danza
festa
città
progetti
diversità
Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-02-26 00:43:43 | 91.208.130.86