Ti-Press
ULTIME NOTIZIE Agenda
LOCARNO
2 gior
È in arrivo una nuova Notte al Museo
Sabato 15 agosto Dinosaurs Park resterà aperto fino alle 23
ASCONA
3 gior
Quattro serate jazz nel giardino del Teatro del Gatto
Protagonista una all-star band, che proporrà un programma molto variegato
CANTONE
3 gior
Il coronavirus non contagia Slow Music
La corte del Municipio di Bellinzona ospiterà due concerti il 18 e il 25 agosto
FOTO
LOCARNO
4 gior
Un corto ticinese in sala questa sera al Pardo
Si tratta di "Grigio. Terra bruciata" di Ben Donateo, in concorso per i Pardi di domani e che si può già vedere sul web
CHIASSO
1 sett
Il blues torna al Murrayfield Pub con il trio di Leo Ghiringhelli
Ricominciano i live nello storico locale momò e, ad aprire le danze, è un vero globe trotter della sei corde
CANTONE
1 sett
Panariello slitta a maggio 2021
Si può chiedere il rimborso entro e non oltre il 20 agosto
LUGANO
1 sett
L'OSI riparte dal Nuovo Mondo
Il pubblico ha scelto la Nona Sinfonia di Dvořák per i concerti del 28 e 29 agosto
ASCONA
1 sett
“Piemontesi & Friends”, la versione Covid-compatibile delle Settimane Musicali
La tre giorni si terrà a metà settembre al Collegio Papio
LOCARNO
1 sett
Closer to Life: Locarno a favore dei cinema indipendenti
All'iniziativa, nata con il sostegno de la Mobiliare, prendono parte personaggi del mondo dell'arte e della cultura
LUGANO
1 sett
Cremona al posto di Vernia
Il comico proporrà un viaggio surreale nella sua lunghissima memoria artistica
CANTONE
2 sett
Torna il concerto all'alba sul San Salvatore
Si terrà domenica 9 agosto con un quintetto d'archi d'eccezione condotto da Claude Hauri
ASCONA
2 sett
Torna la musica al Jazz Cat Club
L'appuntamento è dal 12 al 15 agosto
CAPRIASCA
2 sett
Gusta & Pedala, ultimi posti disponibili
L'evento si svolgerà sabato 5 settembre, con qualsiasi tempo
ASCONA
27.08.2015 - 16:030

Le Settimane Musicali di Ascona, “un festival ‘piccolo ma squisito’”

Il presidente Francesco Ressiga Vacchini racconta l’edizione del 70esimo. "Il Lac? Concorrenza e sinergia"

ASCONA - Le Settimane Musicali di Ascona, la più antica rassegna di musica classica del Ticino, celebrano dal 27 agosto al 16 ottobre 2015 la loro 70esima edizione. Quindici in totale i concerti proposti nelle due suggestive sedi del festival: la chiesa del Collegio Papio di Ascona per i concerti da camera e la chiesa di San Francesco a Locarno per gli appuntamenti sinfonici.

Il 70esimo - Quest’anno non ci sarà un vero e proprio tema conduttore, si assisterà invece a un omaggio alle principali orchestre svizzere. Si tratta, come sottolinea il direttore artistico Francesco Piemontesi di formazioni di primissimo piano, che, osserva il direttore, “si esibiscono nelle più grandi sale del mondo, ma la cui presenza nella Svizzera Italiana è sempre stata troppo sporadica”.

L’organizzazione - Il presidente della neonata Fondazione, Francesco Ressiga Vacchini, ha spiegato il nuovo assetto organizzativo del festival, retto ora da una Fondazione che riunisce Comune e Patriziato di Ascona, Organizzazione turistica Lago Maggiore e Valli ed Associazione Amici delle Settimane Musicali. Il presidente ha sottolineato come “le Settimane Musicali non hanno mai avuto, fin dall’inizio, una vita particolarmente facile, per lo meno sul piano delle disponibilità finanziarie. Ciò non ha impedito che nel corso degli anni il fior fiore del concertismo mondiale sia passato praticamente tutto da Ascona. Dobbiamo comunque essere coscienti - ha aggiunto - che i mezzi a disposizione rappresentano una frazione di quanto dispongono altri festival in Svizzera e all’estero”. Per questo motivo, ha spiegato, il festival non può che puntare “su una scelta a livello di programmi ed interpreti che premi la qualità e anche l’originalità della proposta. Non ci possiamo permettere il gigantismo, ma possiamo essere eccellenti e brillare come festival “piccolo ma squisito”. Se il pubblico ci premierà e se gli enti sostenitori e gli sponsor saranno ancora al nostro fianco,  il futuro è assicurato”. Ressiga Vacchini ritiene fondamentale in quest’ottica la figura del giovane direttore artistico, Francesco Piemontesi.

Il Lac - Il presidente ha infine risposto a domande sulla convivenza con il LAC di Lugano. “L’apertura del LAC - ha detto - costituirà per le  Settimane Musicali un elemento in una certa misura di concorrenza, specialmente nella fase iniziale. Non penso però che ciò avvenga nella misura che alcuni potrebbero temere, per diversi motivi, l’offerta è sempre esistita e a livello turistico il Locarnese non è secondo al Luganese, e le Settimane Musicali hanno sempre costituito un elemento dell’offerta turistica sul piano culturale che ha sempre caratterizzato la nostra regione. Da ultimo perché confidiamo nella qualità della nostra offerta musicale, sia in termine di interpreti che di scelta dei repertori. Quanto alla possibilità di sinergie, le stesse sono senz’altro immaginabili a livello di direzioni artistiche”. Aspetto, questo, ribadito anche dal direttore artistico Piemontesi, che ha sottolineato l’ottimo rapporto instaurato con il direttore artistico del LAC. ”Stiamo già pianificando il 2017 e ci stiamo accordando per creare programmi complementari”, ha detto.

Il programma - Le Settimane Musicali 2015 proporranno 15 concerti di altissimo profilo. Il Festival sarà inaugurato dalla Tonhalle Orchester di Zurigo, ma ci saranno poi anche l’Orchestre de la Suisse Romande (il 31 agosto) e la Kammerorchester di Basilea diretta dal leggendario Heinz Holliger. Senza dimenticare i due concerti dell’Orchestra della Svizzera italiana, che saranno ancora più importanti sia perché presenteranno programmi ad hoc allestiti in collaborazione con la direzione artistica del festival sia perché almeno per quest’anno l’OSI non terrà a Locarno le repliche dei Concerti d’autunno di Lugano. Fra nuove scoperte, concerti di musica da camera e orchestre sinfoniche (da non perdere ad esempio il 3 settembre i Wiener Symphoniker diretti da Philippe Jordan) il festival allineerà molte star della musica classica di oggi: i maestri Lionel Bringuier, Philippe Jordan e Heinz Holliger, i violoncellisti Jan Vogel e Miklós Perényi, i pianisti Sir Andras Schiff, Murray Perahia e Francesco Piemontesi, i violinisti Janine Jansen e Nikolaj Znaider e il grande Maurice Steger, il “Paganini del flauto dolce”, Artist in residence 2015.

Il programma completo è pubblicato sul sito www.settimane-musicali.ch

Allegati

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-14 22:49:47 | 91.208.130.86