tipress
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
22 min
Parla chi non ha voluto fare il vaccino
Salgono i contagi. Si teme il ritorno del lockdown. Cinque donne over 60 raccontano il loro disagio.
LOCARNO
8 ore
Ragazzo preso a calci, l'appello della madre
L'episodio risale alla serata di sabato. Il branco che lo ha aggredito sarebbe recidivo.
ZURIGO
9 ore
«Sono giovane e sano, non ho paura». Ecco perché è un errore pensarlo
Si ha sì un minor rischio di morire, ma sono molti i fattori da valutare.
Vacallo
10 ore
Da otto anni, Edo Pellegrini chiede spiegazioni al Municipio sul fondo 451
Ci sono un sentiero impraticabile, una costruzione di utilità non specificata e delle domande rimaste senza risposta
STABIO
13 ore
Non accetta il salario fuorilegge: licenziata
Alle dipendenze della sua azienda da cinque anni, la donna è stata messa alla porta.
BELLINZONA
13 ore
Valascia, Tuto Rossi contro Branda: «Blocchiamo il versamento»
Secondo il consigliere comunale del gruppo Lega-Udc, il Sindaco sapeva ma ha taciuto riguardo ai problemi della società.
BELLINZONA
14 ore
Il premio Robert Wenner assegnato a Davide Rossi
Le scoperte del ricercatore di IOSI e IOR contribuiscono a migliorare la diagnosi e la terapia in ambito oncologico.
CANTONE / SVIZZERA
14 ore
«Spostarli nel Luganese non è una soluzione»
Simonetta Sommaruga ha risposto a Marco Romano, che si è fatto portavoce delle preoccupazioni dei comuni momò.
BLENIO
15 ore
A Campra riapre la pista di fondo
Da mercoledì si potranno percorrere circa 2,5 km, ma già nel fine settimana le piste potrebbero essere allungate.
CANTONE
15.02.2021 - 08:020
Aggiornamento : 08:34

«I vaccini produciamoli noi»

Il Pc interroga il governo sul rischio di "colli di bottiglia" e propone di creare una produzione "autoctona"

BELLINZONA - L'approvvigionamento di vaccini è la preoccupazione principale, da dicembre, dei governi cantonali. Per il Partito comunista ticinese, il governo di Bellinzona dovrebbe attivarsi per chiedere una produzione autoctona. Sopperendo a possibili ritardi nelle forniture dall'estero. 

«Anche in Svizzera l'approvvigionamento non può essere sempre garantito» scrivono i deputati Massimiliano Ay e Lea Ferrari in un'interrogazione odierna. «In un periodo di pandemia la situazione si deteriora per via dell'aumento della domanda. La lavorazione si è trasferita all'estero rendendoci di fatto dipendenti dall'Asia». 

Alla luce dei recenti campanelli d'allarme - il canton Argovia, ad esempio, si è detto di recente «preoccupato» per i rifornimenti medici agli ospedali - il Pc chiede quindi al Consiglio di Stato se la situazione in Ticino sia sotto controllo. E se il governo intenda farsi promotore di una produzione locale di farmaci e vaccini, chiedendo a Berna di cambiare rotta. 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Marta 9 mesi fa su tio
Avete ragione! La pandemia insegna che prevenire è d'obbligo! Anche per il futuro
Evry 9 mesi fa su tio
magari con un po di Ai-glio..... fa bene anche contro i vermi....
Meiroslnaschebiancarlengua 9 mesi fa su tio
Di questi tempi usiamo poco l'alambicco e ci resta molta legna di faggio. Quasi, quasi ci mettiamo a produrre un po' di vaccino, tanto per diversificare la produzione dell'azienda agricola. La notra idea, invece di sitetizzare mRNA o di fabricare adenovirus geneticamente modificati, è di inattivare muco, bava e catarro di paziento positivi. Poi una bella puntura nel braccio (o le chiappe; variante del nostro protocollo).
Güglielmo 9 mesi fa su tio
dai su mettete in piedi una cooperativa e imbottigliatelo..
don lurio 9 mesi fa su tio
I deputati succitati devono anche chiedere di far fare le vaccinazioni ai medici di famiglia e alzare il sedere dalla sedia che produce solo gettononi dipresenza ai deputati.
volabas56 9 mesi fa su tio
Idea da prendere in considerazione; ma sicuramente " sa po' mia"
streciadalbüter 9 mesi fa su tio
Non solo i vaccini:anche il personale ospedaliero deve essere ticinese e non dipendere dal`Italia.
Equalizer 9 mesi fa su tio
@streciadalbüter Magari mia tücc i sa la sent da lavora in un oscpeda, quindi a sa pò mia pretend.
Evry 9 mesi fa su tio
Potrebbe fabbricarli lui con l'Ai-glio.....
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-07 07:59:42 | 91.208.130.87