Ti Press
Il presidente del Comitato di coordinamento e sindaco di Vernate Giovanni Cossi
CANTONE
18.10.2019 - 09:200

«Senza l'aeroporto dimostreremmo chiusura verso il futuro»

La Conferenza dei Sindaci del Malcantone è convinta: «Esistono vie d'uscita che permetteranno di salvare l'aeroporto»

AGNO - La Conferenza dei Sindaci del Malcantone, riunitasi ieri, ha preso atto della situazione «particolarmente intricata» venutasi a creare in relazione al futuro dell'aeroporto di Agno e, tramite una risoluzione, invita tutte le autorità che dovranno pronunciarsi nel merito di tener conto dei seguenti fattori, particolarmente significativi:

  • Una regione come il Luganese priva dell'aeroporto di Agno e un Canton Ticino privo della stessa infrastruttura dimostrerebbe di non avere visioni e aperture verso il futuro.
  • I posti di lavoro a rischio sono ca. 200.
  • L'economia e il turismo non possono privarsi di un aeroporto come quello di Agno.
  • L'ubicazione attuale è strategica, in quanto in prossimità della capitale economica del cantone e al centro della regione più popolosa del cantone (sottoceneri) quindi dove c'è il maggior potenziale di utenti privati, ma anche dove si trovano la maggior parte di aziende che possono garantire un traffico passeggeri commerciale.
  • È in prossimità delle principali vie di collegamento quali autostrada e ferrovia (collegamento con Alptransit).
  • È una struttura che dispone già di un’infrastruttura tecnica di buon livello.

I sindaci malcantonesi - si legge nel comunicato stampa - sono consapevoli delle difficoltà da superare, ma restano convinti che esistono vie d'uscita che permetteranno di salvare l'aeroporto: «Ma per fare questo occorrerà una forte coesione dei gruppi politici che vadano al di là dei semplici calcoli di cassa giornalieri».

Commenti
 
VISIO 1 mese fa su tio
i contrari non vogliono solo, ma hanno l'obbiettivo di distruggere i valori della nostra Democrazia, loro sono capaci solo di sfruttare quello che è stato realizzato senza partecipazione, in bottanica si chiamano parassiti....
centauro 1 mese fa su tio
@VISIO La "bottanica" sembra una scienza che studia una particolare professione...........al di là di queste deviazioni ortografiche penso che il nocciolo della questione sia da ridurre a una semplice equazione: costi di gestione alti + operatori aerei che non accettano le condizioni economiche offerte + viaggiatori che si orientano verso altri aeroporti = mancanza di profitti e insostenibilità economica e il tutto si riduce al risparmio per la collettività!........almeno così dovrebbe essere in una normale economia di mercato!!!
ugobos 1 mese fa su tio
ma siete gia usciti dal ticino? Che commenti. Scometto che chi é sempre contro tutto non fa neanche un lavoro reale. per reale intendo che serve. per esempio un lavoro non reale sono il 90 % dei funzionari statali docenti compresi
giuvanin 1 mese fa su tio
Ma per piacere...
Bayron 1 mese fa su tio
Ha parlato la casta e i megalomani
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-09 05:47:46 | 91.208.130.86