Tipress
La banchina è stata inaugurata lo scorso 29 luglio.
ULTIME NOTIZIE Ticino
LUGANO
8 min
Un salto al Museo durante le vacanze autunnali
Gli spazi espositivi del Museo cantonale di storia naturale di Lugano ospiteranno alcuni atelier creativi dedicati alla scoperta del mondo naturale
FOTO
CANTONE / SVIZZERA
28 min
Le frane bloccano il Lucomagno e la Novena
Diversi metri cubi di roccia sono precipitati sulla carreggiata in territorio di Disentis. Smottamenti anche a Ulrichen e in via Valmara a Brissago
FOTO E VIDEO
COMANO
1 ora
Nuovo assalto al bancomat
Ignoti hanno tentato di far saltare un distributore di banconote della Raiffeisen
LUGANO
2 ore
Beatificata una parente di due noti giornalisti attivi in Ticino
Si tratta di Benedetta Bianchi Porro, sorella di Corrado, esperto in economia, e zia di Rachele, conduttrice televisiva. Afflitta da mille malattie, ha affrontato la vita con coraggio estremo
VACALLO
2 ore
«Ecco perché la portiamo via dal Ticino»
Sindrome di Down, inclusione in salita. Il caso di una bimba di 20 mesi di Vacallo. La famiglia: «Ci trasferiamo in Italia»
BODIO
11 ore
Il video con il fucile: «Ma sono bravi ragazzi»
Un gruppo di giovani di Bodio si è esibito sui socail con una clip rap dai toni un po'... estremi. L'intervento del sindaco
LUGANO
12 ore
Derubato e lasciato in mutande a Cornaredo
È accaduto sabato mattina a un collaboratore dell’FC Lugano. La polizia ha fermato una persona, sarebbe un altro collaboratore dell'FC Lugano
LUGANO
13 ore
«È la prima canzone creata solo con l’intelligenza artificiale»
Dall’A alla Zeta. Testi compresi. Così un algoritmo può capire i vostri gusti e realizzarvi brani su misura. Il responsabile del progetto: «Sarà la normalità. È solo questione di tempo»
CANTONE / SVIZZERA
14 ore
Onsernone è il secondo comune più verde della Svizzera
Al primo posto Oltingen, a Basilea Campagna, che conta 366 elettori, con il 38,4% dei voti
CANTONE / SVIZZERA
14 ore
Un premio al professore dell'Usi Benedetto Lepori
Ha realizzato con due colleghi uno studio sulla concorrenza tra le varie alte scuole europee per attirare ricercatori specializzati
BEDANO
15 ore
Rogo nella ditta di vernici, la vittima è stata identificata
Arriva la conferma: si tratta effettivamente del 49enne croato residente a Cadro, che lavorava nel settore. Escluso l'intervento di terze persone
LOSTALLO (GR)
16 ore
Sbanda a causa della pioggia e finisce fuori strada
L'incidente è avvenuto poco dopo le 6.30 di questa mattina sull'A13
LUGANO
16 ore
Consonni: «Siamo sconcertati»
La sentenza sul caso di mala-edilizia non ha lasciato indifferente il sindacato Ocst, che valuterà un ricorso. Duro anche l'MPS: «Indignazione e vergogna»
LUGANO
17 ore
Venti sub per 3 tonnellate di spazzatura nel lago
È questo il risultato dell'operazione "LagoPulito" svoltasi fra Ponte Tresa e Caslano
LUGANO
18 ore
Acqua non potabile dalle sorgenti Tossighera e Mattarone
I comuni interessati sono Alto Malcantone, Cademario, Aranno, Bioggio (frazioni di Iseo, Cimo, Gaggio, Pianazzo e Via Mondonico di Bioggio)
LUGANO
16.09.2019 - 09:020

Banchina sul lungolago: «Un grave caso di malaedilizia?»

Attraverso un'interpellanza, il Consigliere comunale Edoardo Cappelletti vuole vederci chiaro sulla procedura d'aggiudicazione, sull'esistenza del presunto subappalto e sulle carenze nel monitoraggio

LUGANO - La banchina di Riva Vela, inaugurata lo scorso 29 luglio dalle autorità comunali, finisce nuovamente sotto i riflettori. Questa volta a riaccendere le luci sul caso «di grave malaedilizia» con un'interpellanza è il consigliere comunale del PC (gruppo PS) Edoardo Cappelletti che vuole vederci chiaro sulla procedura d'aggiudicazione, sull'esistenza del presunto subappalto, sulle carenze nel monitoraggio del cantiere e sulla responsabilità delle ditte in questione.

La storia inizia con l'appalto assegnato alla Franco Dell'Oro SA. «Una società - precisa Cappelletti - conosciuta nel Luganese soprattutto per l’arredamento d’interni dei ristoranti: un ambito che, viene sottolineato da UNIA, si discosta di molto dall’oggetto dell’appalto». Ma l'offerta di questa ditta era la più bassa. 

Il subappalto - Stando a quanto rivelato dal quindicinale Area, che suffraga il dato con foto e testimonianze, sarebbero stati gli operai di un’altra impresa, la Edil Global Service, a costruire la banchina. «Infatti - spiega Cappelletti - viene osservato come nei giorni della posa dell’opera vi fossero soltanto impiegati della ditta terza, senza neanche uno della Franco dell’Oro SA. Oltre a ciò, sui cancelli del cantiere si sarebbe potuto notare addirittura lo striscione della stessa Edil Global Service. Ciononostante, di una simile cessione dei lavori il committente, o meglio il Comune, sembra non sia stato assolutamente informato».

Le complicazioni - A proposito di questa ditta, viene constatato inoltre che il suo titolare era in precedenza il proprietario della Ringhio SA, società fallita nel maggio dello scorso anno. «Questa società - si legge nel testo dell'interpellanza - avrebbe lasciato un buco tra 600'000 e un milione di franchi, compresi di imposte, oneri sociali e salari non pagati». Ma non solo. «Anche la Edil Global Service è fallita da poche settimane, a meno di un anno dalla sua esistenza. Anche in questo caso, saremmo confrontati con uno scoperto di quasi 1.3 milioni di franchi, tra cui figurano IVA, oneri sociali, mensilità arretrate e imposte alla fonte».

Alla luce di tutte queste (e altre) problematiche elencate nell'elaborata interpellanza, Edoardo Cappelletti pone poi otto domande rivolte al Municipio:

1. Per quale motivo si è deciso d’invitare a presentare un’offerta la Franco dell’Oro SA? In quale misura la ditta in questione sembrava essere idonea allo svolgimento della commessa? Attraverso quale procedura e valutazione il Municipio seleziona gli offerenti nella procedura ad invito?

2. Per quale motivo la commessa è stata assegnata alla Franco dell’Oro SA? Sono stati presi in considerazione altri criteri oltre a quello finanziario? Quale importanza attribuisce il Municipio al prezzo rispetto agli altri criteri nell’assegnazione di una commessa pubblica?

3. Il Municipio era al corrente di un possibile subappalto nel cantiere commissionato? Aveva per caso ricevuto una segnalazione al proposito da parte della Franco dell’Oro SA? Può confermare inoltre che il subappalto non fosse ammesso negli atti di gara?

4. Quante sono state negli ultimi quattro anni le procedure che consentivano il subappalto? Quale tipo di controllo viene effettuato sulle ditte subappaltatrici?

5. Il Municipio conferma di essere stato al corrente di un prestito di manodopera sul cantiere? In caso negativo, in base alle indiscrezioni ricevute non ha ritenuto di esaminare comunque lo stato dello stesso? In caso affermativo, sapeva quale fosse la ditta fornitrice e può spiegare come mai non sono stati svolti controlli sul cantiere per assicurare il rispetto delle prescrizioni legali?

6. Considerata la potenziale esistenza di gravi violazioni alla LCPubb, com’è stato possibile che i servizi del Comune non siano intervenuti prima sul cantiere, oltretutto prossimo a Palazzo Civico? Sarebbe corretto affermare che le attuali risorse non consentono di svolgere appieno il controllo dei cantieri commissionati? In caso affermativo, il Municipio come intende fare fronte a questa carenza?

7. Qualora un subappalto o un prestito di manodopera illecito dovessero venire accertati, come intenderà muoversi il Municipio? Data l’entità della violazione, procederà ad attivarsi per segnalare il caso al Consiglio di Stato in vista di eventuali sanzioni (art. 45 cpv. 2 let. b LCPubb)?

8. Qualora invece un prestito di manodopera fosse accertato, come intenderà muoversi il Municipio? In caso di scoperti maturati durante i lavori dalla Edil Global Service verso il Comune, viene giudicato plausibile rifarsi anche sulla Franco dell’Oro SA in virtù dell’art. 37 cpv. 2 let. c RLCPubb/CIAP?

Ingrandisci l'immagine
Commenti
 
F/A-18 1 mese fa su tio
Infatti nessuno dei nostri politici si è stracciato i vestiti per la rabbia, forse perché per loro queste situazioni sono la norma. I cittadini sono schifati da tutto questo ma nessuna scusa giunge alle nostre orecchie, e si che spendono i nostri soldi per questi aborti di appalti, proprio nessuna vergogna!
KilBill65 1 mese fa su tio
Non succedera' nulla!!!....Non facciamoci piu' illusioni!!…...Se avete tempo andate a vedere il servizio di "Falo'" sulla spiaggetta costruita su suolo comunale…..Da quel servizio si capisce bene da come siamo messi!!…..
F/A-18 1 mese fa su tio
È così a dare il lavoro agli amici degli amici, al posto di deliberare ad artigiani seri che si fanno in 4 per sopravvivere. Anch'io ho provato a concorrere per determinati lavori comunali, inutilmente in quanto arriva sempre l'offerta bassa condita da marciume di fondo che non lascia contento nessuno, in più il lavoro tante volte è da rifare ma la ditta nel frattempo è fallita. Infatti.......
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-22 08:40:10 | 91.208.130.87