ULTIME NOTIZIE Ticino
MELANO
18 min
Aggregazione Arogno-Maroggia-Melano-Rovio, ultimo dibattito informativo
Appuntamento sabato alle 17 in Piazza Motta
TERRE DI PEDEMONTE
39 min
Lavori nell'abitato di Tegna
Il traffico sarà gestito in modo alternato fino a giovedì 8 ottobre
CANTONE
1 ora
EFG International cede le attività retail in Ticino a BancaStato
Le parti hanno concordato di non rendere noti i dettagli economici dell’operazione.
SORENGO
2 ore
La lotta contro il cancro passa da un ago
L'agopuntura è una terapia di supporto sempre più riconosciuta nelle cure oncologiche, ma ovviamente non le sostituisce
LUGANO 
3 ore
Ingrado di reggere l'inverno... ma anche il Covid
Per proteggere l'utenza fragile e debilitata dalle dipendenze verranno posati due prefabbricati all'ingresso del Centro
SHANGHAI
3 ore
«Covid, vi siete comportati malissimo»
Ambra Schillirò, giornalista e imprenditrice, bacchetta gli europei dalla Cina. Guarda il video.
CANTONE
10 ore
Presunti contagi, Locarno in testa: «Non sappiamo spiegarlo»
Luca Crivelli, Co-Responsabile del progetto Corona Immunitas Ticino: «Questa differenza sarà oggetto di studio»
FOTO E VIDEO
BELLINZONA
11 ore
Schianto a Gnosca, muoiono padre e figlio di un anno
Un'automobile si è schiantata contro il muro di una chiesetta posizionata da parte alla strada cantonale.
LUGANO
12 ore
Auto contro bici a Viganello: il ciclista non ce l'ha fatta
L'uomo di 63 anni è deceduto in ospedale a causa delle gravissime ferite riportate nell'incidente di sabato pomeriggio.
CANTONE
13 ore
Permessi, si va verso l’Alta vigilanza
Il direttore del DI Norman Gobbi potrebbe essere sentito dalla Commissione della gestione già la prossima settimana
BELLINZONA
14 ore
Flavio Petraglio lascia il Rabadan
Il presidente abbandona la conduzione del carnevale di Bellinzona per motivi legati al lavoro e alla famiglia.
LUGANO
15 ore
Una festa d'autunno in versione light per il Covid-19
Per l'evento che si terrà questo weekend (tempo permettendo) verrà pedonalizzato il lungolago di Lugano.
CANTONE
06.02.2019 - 13:060

Risanamento fonico, ecco la strategia del Cantone

Il Dipartimento del Territorio ha incontrato l'Ufficio federale dell'ambiente per fare il punto della situazione sui lavori nelle strade cantonali e comunali

BELLINZONA - Si è svolto ieri a Bellinzona un incontro tra il Dipartimento del territorio (DT) e la Direzione dell’Ufficio federale dell’ambiente (UFAM). Il Direttore del Dipartimento del Territorio Claudio Zali e i suoi collaboratori hanno presentato al Vicedirettore dell’UFAM Paul Steffen e ai collaboratori della Divisione Rumori Urs Walker e Sophie Höhn la strategia cantonale per il risanamento fonico delle strade cantonali e comunali.

Il Canton Ticino - ricorda il Dipartimento in una nota - è proprietario di circa 1'050 chilometri di strade cantonali che, con le strade nazionali (circa 160) e le strade comunali più trafficate (circa 150), costituiscono le fonti di rumore più diffuse sul territorio. «Circa 350 chilometridi strade cantonali, alle quali si aggiungono quasi 70 chilometri di strade comunali, richiedono un risanamento fonico che, a fronte di questa situazione, è divenuto un nostro obiettivo prioritario», specifica il DT che intende «ridurre il più possibile i disturbi arrecati dal traffico stradale». Pertanto, sin dal 2015, si sono investite importanti risorse per allestire i catasti del rumore ed elaborare i progetti di risanamento fonico (PRF) delle strade cantonali e comunali ticinesi.

L’anno scorso sono state pubblicate tutte le tratte da risanare, nei prossimi anni, che toccano 109 sezioni comunali (riguardanti 72 Comuni) degli agglomerati del Mendrisiotto e Basso Ceresio, Luganese, Bellinzonese, Locarnese-Vallemaggia e Riviera e Valli. Parallelamente si sono attivati alcuni cantieri sul territorio cantonale, quali ad esempio le tratte di Via San Gottardo a Minusio, Viale Portone a Bellinzona, Via Cantonale a Gerra Cugnasco e Via Monte Ceneri tra Giubiasco e Camorino che già dimostrano la loro validità e attestano il reale beneficio della posa della pavimentazione fonoassorbente. L’attuazione di questi progetti permetterà a circa l’85% della popolazione e l’80% degli edifici abitativi di beneficiare di una riduzione delle immissioni foniche di almeno 3 dB. Si
tratta d’interventi di grande efficacia su tutto il territorio con effetti benefici anche sul rumore di fondo. Per gli edifici che rimarranno esposti ancora a valori elevati di immissione fonica si procederà, in casi ben specifici, alla posa di finestre fonoisolanti, come avvenuto per il risanamento fonico ferroviario.

Per presentare l’efficacia degli interventi e testare sul posto l’effettivo impatto di un risanamento fonico, a margine dell’incontro si è proposto all’UFAM un sopralluogo in viale Portone a Bellinzona. L’incontro è pure stato l’occasione per ribadire la volontà di portare a termine con celerità e continuità i lavori di risanamento fonico con l’intenzione di sottoporre a breve al Parlamento uno specifico messaggio per garantirne il finanziamento. Tuttavia il sostegno da parte dell’Autorità federale con mezzi finanziari adeguati, tuttora oggetto di trattative, rappresenta la condizione indispensabile per attuare tutti gli interventi per ridurre il rumore alla fonte (pavimentazioni fonoassorbenti e riduzioni della velocità).

L’auspicio del DT è che, nell’ambito della sottoscrizione del supplemento all’accordo programmatico 2016-2022, l’UFAM possa disporre di maggiori risorse finanziare per i contributi federali, in modo da poter soddisfare le esigenze del Cantone Ticino. L’incontro - fa sapere il Dipartimento di Claudio Zali, «è stato costruttivo e ha permesso di consolidare i già più che buoni rapporti tra il DT e l’Ufficio federale, che ha molto apprezzato il lavoro svolto». Proprio in relazione a questo importante tema, il Dipartimento del Territorio ha organizzato, negli scorsi giorni, un incontro tecnico sulla miscela per pavimentazione fonoassorbente rivolto ai professionisti del settore delle pavimentazioni stradali.

In previsione di un sempre maggior utilizzo della miscela a carattere fonoassorbente, il Cantone ha invitato all’incontro i capi-cantiere, i tecnici delle imprese di pavimentazione e dei laboratori, i funzionari delle direzioni lavori della Divisione delle costruzioni e tutto il personale attivo negli impianti di asfalto ticinesi.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-30 09:21:05 | 91.208.130.85