Depositphotos
CANTONE
31.03.2021 - 07:470
Aggiornamento : 10:21

Qualcuno "guadagnerà" dai morti di Covid

Casse malati e, in minima parte, AVS trarranno vantaggi dai numerosi decessi di anziani ticinesi.

Bruno Cereghetti, esperto di sanità e socialità: «Un over 80 "costa" parecchio alle assicurazioni malattia. Ora mi aspetto una riduzione dei premi».

LOCARNO - «Il nostro è il Cantone in cui ci sono stati più morti per Covid-19. Oltre 970. Si tratta per la maggior parte di over 65. È evidente che le casse malati beneficeranno di questa situazione». È l'analisi di Bruno Cereghetti, esperto di sanità e socialità. Esplicita e senza tanti fronzoli. Il tema è di quelli tabù. Capaci di sollevare anche reazioni forti e facili moralismi. «Il dramma che abbiamo vissuto nell'ultimo anno – sostiene Cereghetti – "gioverà" alle assicurazioni malattia. Ecco perché dovremo pretendere l'abbassamento dei premi a partire dal 2022». 

Su cosa si basa il suo ragionamento?
«Un anziano assicurato "costa" in media 18.000 franchi all'anno. Il Covid ha "bruciato" mediamente 5 anni di vita alla nostra popolazione anziana, nel globale. Gli ultra 80enni sono le persone che generano più uscite alle casse malati. Sono i clienti "più costosi". Il fatto che ci siano stati così tanti decessi porta a un freno di queste uscite».

Può essere letto come un discorso cinico, o no?
«È bruttissimo parlare di soldi di fronte a una tragedia del genere. Ma è la realtà. Queste morti hanno generato e genereranno risparmi». 

I premi sono calcolati su scala cantonale. Un vantaggio?
«Esatto. È un vantaggio. E visto che il nostro è il Cantone che ha avuto più morti, io mi aspetto una reazione politica nell'adeguamento dei premi per il futuro prossimo». 

Anche le casse dell'AVS "respirano" grazie ai molti decessi da Covid?
«In parte. Si tratta di una tregua momentanea. L'AVS è un concetto su scala nazionale. Bisogna ragionare in ottica federale. E siccome altri Cantoni non hanno avuto i decessi che ha avuto il Ticino, possiamo immaginare che in pochi anni tutto tornerà come prima. Un over 65 in media può ricevere circa 2.000 franchi di AVS al mese. Ed è normale pensare che se ci sono state centinaia di morti, i bilanci potrebbero tornare a quadrare. Bisogna domandarsi però fino a quando».

Già. Ma fino a quando?
«Per poco. Pochissimo. Il problema delle casse dell'AVS è legato all'invecchiamento generale della popolazione, che continuerà nel tempo».

L'invecchiamento della popolazione condiziona anche le casse malati però. Perché l'AVS avrà meno "benefici" delle assicurazioni malattia?
«Il triste primato ticinese non sarà sufficiente per sistemare un problema nazionale come quello dell’AVS. Può dare invece un impulso più importante, anche se probabilmente non definitivo, a un problema come quello delle casse malati. Perché come detto i premi sono calcolati su base cantonale e sono annuali». 
 

 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-16 16:26:11 | 91.208.130.86