Tio/20Minuti
Uno scorcio del cantiere abbandonato.
GORDOLA
04.11.2020 - 06:000

«Mi sono ritrovato con 6 milioni di franchi sul groppone»

Cantiere abbandonato all'entrata del paese: ecco i retroscena. Lo sfogo del promotore.

Tutto inizia nell'estate del 2018, col fallimento dell’impresa generale e della direzione lavori. Ora si cerca una soluzione con la banca.

GORDOLA - «Mi sento vittima della situazione. Ho 6 milioni di franchi sulle spalle». A raccontarlo è il promotore del cantiere abbandonato che si trova all’entrata di Gordola, accanto al garage della Porsche. Il sindaco Damiano Vignuta, interpellato da Tio/20Minuti, lo aveva definito “un brutto biglietto da visita per il paese”. L’imprenditore responsabile di questa situazione ha deciso di spiegarne i retroscena. «Non sono io ad avere fatto fallimento – sospira –. Bensì l’impresa generale e la direzione lavori a cui avevo affidato l’incarico». 

All'improvviso un mare di guai – Il nostro interlocutore, nell’estate del 2018, si è ritrovato in un mare di guai. Con il cantiere che di colpo si è fermato. «Io, nel frattempo, ho pagato il 100% del credito di costruzione. Il sottoscritto ha anche saldato di tasca propria quasi tutte le liquidazioni degli artigiani coinvolti nella vicenda. Questa storia mi sta condizionando la vita. Pensate che alcune delle otto casette a schiera erano già state prenotate da privati. Mi sono dovuto rimboccare le maniche per rimborsarli o per trovare loro un’alternativa».    

Gli scenari possibili – Da oltre due anni, il promotore immobiliare sta cercando una soluzione con la banca. «Anche la banca ha responsabilità in questa storia. La volontà è quella di riprendere i lavori e di terminarli non appena si trova una via finanziaria che accontenti le parti in causa. Ogni volta che transito lungo la strada cantonale e vedo il “mio” cantiere ridotto in quello stato mi viene male. Con la banca bisognerebbe puntare su un compromesso, ma non è così facile. Tra le opzioni vi è chiaramente anche la cessione della proprietà a terzi. Ci sono trattative in corso da tempo e in fase avanzata. Ma la posizione si sbloccherà solo con la presa di posizione della banca». 

Un aspetto che va chiarito – Detto questo, stando ad alcune fonti, il cantiere abbandonato di Gordola non rappresenterebbe l’unico “passo falso” del nostro interlocutore. Lui, però, rimanda tutte le accuse ai mittenti: «Non ho cause in corso. Sono pulito. Faccio questo mestiere da tempo e nel nostro lavoro possono capitare situazioni delicate o impreviste, non lo nascondo. La serietà e la buona fede, però, ci sono sempre».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-20 18:36:15 | 91.208.130.89