Fiumi in piena e strade allagate, in Ticino è allerta vera
Collage
+22
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
9 ore
«Ambasciatrice del Ticino? Un sogno che si avvera»
Michelle Hunziker ha visitato Bellinzona, Lugano, Ascona e il Mendrisiotto
LOCARNO
10 ore
Istituti scolastici comunali, un concorso per il nuovo direttore
L’attuale Direttrice Elena Zaccheo va in pensione
BREGGIA
11 ore
Acqua non potabile in diverse frazioni di Breggia
Il problema riguarda le zone di Caneggio, Bruzella, Cabbio, Muggio, Scudellate e Roncapiano.
LOCARNO
12 ore
La Coop di Solduno chiude per rifarsi il look
Il punto vendita chiuderà il 21 agosto, per poi riaprire il 4 novembre.
BALERNA
13 ore
ViviAmo Balerna, un buono per tutti gli abitanti
Si tratta di un simbolico aiuto alle famiglie e di un sostegno alle attività balernitane.
CANTONE
14 ore
«Che emozione girare per le strade di Lugano»
Ultima tappa del tour svizzero della testimonial dell'ente turistico nazionale
FOTO
CONFINE
14 ore
Frana nel Varesotto, isolata la frazione di Orascio
La strada è ostruita da circa 600 m3 di roccia.
CANTONE
15 ore
Ritardi e soppressioni alle FFS finiscono sul tavolo del Governo
Un'interrogazione di Matteo Quadranti chiede spiegazioni sui ripetuti disagi ferroviari
CANTONE
16 ore
La motonave ibrida ha sconfinato
Dallo scorso 2 agosto raggiunge anche il bacino elvetico del Lago Maggiore
CANTONE
16 ore
Dal Covid-19 alla parità di genere: le sfide del cinema svizzero
L'intervento del ministro della cultura Alain Berset nell'ambito del Locarno Film Festival
CANTONE
17 ore
Altri 31 contagi e un ricoverato in più
Le strutture sanitarie cantonali accolgono undici pazienti.
CANTONE / SVIZZERA
18 ore
Aumentano ancora i frontalieri
A fine giugno, in Ticino i lavoratori provenienti dall'Italia erano 71'586.
LUGANO
18 ore
«Nonostante la pandemia oltre 17mila franchi per i ticinesi in difficoltà»
La Fondazione Bignasca stila il bilancio del 2020
CANTONE
28.08.2020 - 18:350
Aggiornamento : 29.08.2020 - 09:51

Fiumi in piena e strade allagate, in Ticino è allerta vera

La forte pioggia sta creando disagi in tutto il cantone. Allagato l'autosilo Motta a Lugano.

Il maltempo proseguirà fino a domenica con piogge continue e fitte. La polizia: «Usate la macchina solo se necessario».

BELLINZONA - La forte pioggia sta provocando non pochi disagi in tutto il Ticino. Sia nel Sopra che nel Sottoceneri i temporali impetuosi hanno trasformato le strade in veri e propri fiumi. Mentre i corsi d'acqua - a lungo tristemente a secco - si sono incredibilmente ingrossati e rischiano di straboccare.

Fiumi ingrossati - Particolarmente impressionanti sono le immagini che arrivano da Osogna, zona Boggera, dove nei pressi del ponte che porta a Lodrino si è creata una vera e propria (enorme) cascata che lambisce la strada cantonale. Anche il fiume Ticino, dalle parti del Comune di Riviera, risulta particolarmente impetuoso a causa della tantissima acqua caduta. Anche in Malcantone la situazione non è delle migliori: il Canale Prati Maggiori ad Agno è ormai al massimo della sua capacità - come mostra una foto inviata in redazione - e potrebbe presto esondare. Mentre nella vicina Magliaso via Castellaccio risulta sommersa da acqua e fango. E pure il fiume Cassarate è in piena.

Colata sulla statale 34 - Sott'acqua sono finite anche altre strade nel Luganese e nel Sopraceneri. Ma non solo. Perché a Lugano anche l'autosilo Motta risulta attualmente sommerso dall'acqua e sul posto sono intervenuti i pompieri. Allagamenti vengono segnalati pure in un bar del centro di Campione d'Italia (video). Mentre ad Ogebbio, appena fuori dal confine locarnese, una colata di fango ha raggiunto la statale 34 del Lago Maggiore (vedi foto). La strada è al momento chiusa, ma fortunatamente nessuna automobile è rimasta coinvolta. Finora l'unica regione che non ha ancora dovuto fare i conti con l'alluvione è il Mendrisiotto.

«Massima attenzione» - Le piogge intense - previste da MeteoSvizzera e certificate dalla polizia cantonale con un'allerta idro-geologica - interesseranno praticamente tutto il territorio cantonale fino a domenica. Le autorità si raccomandano di «utilizzare il veicolo privato solo se strettamente necessario», di «non sostare su ponti o in prossimità di corsi d'acqua» e di «prestare la massima attenzione ai sottopassi, e a quelle zone di possibile accumulo dell'acqua». 

Rescue Media
Guarda tutte le 26 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
BRA_Zio 11 mesi fa su tio
Guarda Miroslav che mi trovi d accordo su quasi tutto ciò che dici, anch io la penso così è ogni quasi giorno esprimo questi tuoi pareri. Dico solo che le App vanno usate e sicuramente hanno salvato molte vite. Che piove più violentemente non lo dico io, mi affido semplicemente agli specialisti che lo confermano.
Miroslav 11 mesi fa su tio
@BRA_Zio Ah, bon ... se siamo d'accordo mi fa piacere :-) Speriamo che sia veramente così, che una qualche app abbia salvato delle vite. Non so come sia dimostrabile, così come quantificare la "violenza" della pioggia: m/s o diametro della goccia? Boh... per la quantià in ogni caso mm/m2 vuol dire tutto e niente.
centauro 11 mesi fa su tio
Sono almeno 2 mesi che non cade una goccia d'acqua e con un caldo torrido, normale che la prima pioggia importante causa danni e disagi, allagamenti e frane, inevitabilmente si distribuiscono colpe agli uni e agli altri, si pretende che tutto deve sempre filare liscio ma la natura si trasforma e noi esseri umani siamo come delle formichine in balia degli eventi, basta lamentarsi e accettiamo ciò che ci circonda e cerchiamo di domare inutilmente!
OCP 11 mesi fa su tio
Credo che queste immagini spieghino anche come sia importante prendersi cura del territorio e moderare la "cementificazione" perché ad esempio dove si costruisce non c'è più terreno in grado di assorbire l'acqua.
Hornet1984 11 mesi fa su tio
Precisazione: la Boggera si trova in territorio di Cresciano. Non si tratta quindi di Osogna, come erroneamente riportato nell'articolo e sulle fotografie.
francox 11 mesi fa su tio
Si perchè la macchina di solito la uso per far passare il tempo...
Miroslav 11 mesi fa su tio
Da millenni ogni anno è sempre così ... ma adesso bisogna rompere gli zibedei con le app e gli allarmini... che pena
BRA_Zio 11 mesi fa su tio
@Miroslav No dai non è vero che è sempre stato così. I temporali ci sono sempre stati, vero. Ma al giorno d'oggi c è più gente per strada e in giro, al giorno d oggi piove più violentemente, al giorno d'oggi i canali i fiumi i boschi sono meno curati tutti pieni e così fanno subito serra e disastri. Gli allarmi servono a salvare vite. E funzionano. E se non ci fossero tutti qui a rompere....
Miroslav 11 mesi fa su tio
@BRA_Zio Al giorno d'oggi piove più violentemente??? Te lo ricordi l'autunno 1993, tanto per fare un esempio? Senza internet, apps e isteria di massa abbiamo risolto ogni problema (Val di Blenio personalmente) ... grazie all'esercito e alla protezione civile, pompieri e polizia. Si chiamavano ricetrasmittenti, roba della preistoria, lo so... ah, non sono qui a rompere, io riparo, anche dai danni della disinformazione e panico della tecnologia usata dai mass media. Mi raccomando: tutti attacati al telefonino anche in macchina e quando arriva un'allerta caduta alberi non ci si accorge perché si leggeva il messaggino... e ci si schianta contro qualche albero ancora in piedi... che mondo di automi .... Uno cerca dal PC di casa dopo il lavoro notizie che una volta si leggevano sui giornali il giorno dopo, e viene incolpato di rompere! Sarò anche preistorico, ma me ne vanto: la natura non si può domare, ma bisogna adattarsi, improvvisare e "overcome" -mi sono permesso di usare una citazione di Clint Eastwood alias Gunnery Sergeant T. Highway in "Gunny" (Heratbreak Ridge orig. inglese)
Viperus 11 mesi fa su tio
Di temporali del genere ce ne sono sempre stati...non vedo perchè ora bisogna ogni volta emanare allarmi rosso, viola o chissà che. La gente prima o poi non crederà più a questi allarmi inutili....
miba 11 mesi fa su tio
Mah.... Non faccio più parte della generazione giovane ma onestamente di questi temporali (ed anche molto peggio...) nel nostro cantone ne ho visti parecchi. Non è che oltre ai fiumi ed a qualche riale si sia ingrossata anche la portata dell'informazione?? :):):)
Viperus 11 mesi fa su tio
@miba Vero, emanano allarmi per ogni perturbazione oramai....pazzesco.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-08-06 03:23:32 | 91.208.130.87