Ti Press
Andrea Conconi, Direttore di Ticinowine
ULTIME NOTIZIE Ticino
BELLINZONA
46 min
Oggi Pronzini ha parlato «troppo», è polemica
Dieci interpellanze su 12 erano del deputato Mps. Le discussioni slittano, e tra i banchi del Gran Consiglio volano stracci
CANTONE
1 ora
«Anche per me l'influencer non è una professione»
Manuele Bertoli ha risposto all'interpellanza del PC sull'evento organizzato alla città dei mestieri di Bellinzona
LUGANO
1 ora
Cantiere in via Maraini: «Nessun pericolo»
La Città di Lugano fuga i dubbi sollevati la scorsa settimana da Sara Beretta Piccoli circa i rischi relativi alla presunta presenza di amianto
CANTONE
1 ora
Sostenibilità, per i Verdi serve un organo responsabile
Si occuperebbe di tradurre in effettiva azione politica un concetto «che altrimenti rischia di rimanere solo un termine vago»
CANTONE
2 ore
Batteri nei ristoranti, ecco cosa è stato trovato
Il laboratorio cantonale ha effettuato analisi in un centinaio di esercizi ticinesi. I risultati delle indagini
CANTONE
2 ore
Non è terrorista, ma rischia di finire in una struttura chiusa
L'uomo, che soffre di schizofrenia, ha aggredito una guardia durante la sua detenzione
MAGGIA
2 ore
Un fenicottero rosa atterra in Ticino
Si tratta della seconda segnalazione da sempre di questa specie nel nostro Cantone
CANTONE
3 ore
Maestro interrogato: prosciolti i due poliziotti
Si è concluso con un'assoluzione il secondo processo a due agenti della Cantonale. Erano accusati di sequestro di persona e abuso di autorità
CANTONE
5 ore
Galleria di base del Ceneri: luce verde all'esercizio di prova
L'Ufficio federale dei trasporti ha dato l'autorizzazione ad AlpTransit San Gottardo per l'inizio dei test che avranno luogo tra marzo e fine agosto
CANTONE
6 ore
Losanna spegne l'ultimo "lumino" a Girardi
L'ex direttore del locale erotico era tornato a insistere sul presunto finanziamento lobbistico alla Lega. Ma per l'Alta Corte il fatto è ininfluente
LOCARNO
6 ore
«Serve un tavolo sulla violenza giovanile»
Lo chiede il gruppo PPD in Consiglio comunale. Con una mozione presentata oggi
LOCARNO
6 ore
Una zona 30 su via Vallemaggia?
La chiede una mozione presentata al Municipio di Locarno
CANTONE
7 ore
L'economia ticinese? «Bilancio positivo»
Il rapporto annuale dell'O-De registra un aumento delle esportazioni e delle nuove imprese. Difficoltà nel settore culturale e alimentare
LUGANO
7 ore
Il Ticino degli affari si sfrega le mani
Periodo cruciale per Business Network International nella Svizzera italiana. L’organizzazione conta ora un nuovo gruppo. E non è finita
MENDRISIO
8 ore
Carlo è stato ritrovato «sano e salvo»
Scomparso lo scorso 12 febbraio da Mendrisio, Il 51enne è stato rinvenuto questa mattina «in buone condizioni»
CANTONE
8 ore
«Il Governo annulli la nomina della direttrice aggiunta alla Giustizia»
Lo chiede il gruppo MPS-Pop-Indipendenti: «Si è proceduto senza lo straccio di un concorso». Interrogativi sul bando annullato e i requisiti svaniti
BELLINZONA
9 ore
Rabadan, tutto ciò che c'è da sapere su accessi e posteggi
La Polizia comunale ha comunicato le disposizioni generali valide dal 20 al 25 febbraio
SVIZZERA / CANTONE
10 ore
La Comco dà luce verde alla cessione di Tertianum
L'azienda di cura e assistenza per le persone della terza e quarta età gestisce attualmente cinque strutture anche in Ticino
FOTO E VIDEO
CANTONE
11 ore
Treni bloccati per più di due ore tra Lugano e Melide
La circolazione sulla tratta è ripresa attorno alle 8.30. Ma alla stazione di Melide la situazione è complicatissima
CANTONE
12 ore
«Trattato come un alieno dopo la morte del mio partner»
Due uomini che si amano da una vita, lui direttore di banca, l’altro insegnante. Ma l’Alzheimer favorisce i parenti. Che alla fine si sono presi tutto
CASTIONE
13 ore
Stephanie, dal banco alla cattedra
Stephanie Ongaro, classe 1995, insegna alle scuole elementari di Castione. E ci racconta la sua passione
FOTO E VIDEO
NOVAZZANO
19 ore
Festa grande per il carnevale
Si è conclusa la 31esima edizione
ROVEREDO (GR)
23 ore
Spavento per Re Lingera: cade e si rompe il setto nasale
Il carnevale di Brenno Martignoni si chiude con un rovinoso tonfo durante uno show pomeridiano. «Mi rimetterò quanto prima», racconta
LUGANO
1 gior
Gratis o a pagamento, che fine fa Estival Jazz?
Il festival luganese cambia pelle. Tra voci di chiusura e incertezze sul futuro. Ma gli organizzatori rassicurano
CONFINE
1 gior
Un fiume di solidarietà per l'ultimo addio a Giuliano
Dopo l'omelia per il frontaliere 44enne morto a Monteggio, un lungo corteo ha accompagnato il feretro al cimitero
CANTONE
27.01.2020 - 16:060

«L'alcol non è Satana, meglio educare che proibire»

Per Andrea Conconi, direttore Ticinowine, la nuova legge sulla vendita delle bevande alcoliche penalizza fortemente il settore vinicolo. E non solo

LUGANO - Sorpreso, e anche offeso. Il Direttore di Ticinowine Andrea Conconi prende posizione dopo l’entrata in vigore della nuova legge che regolamenta la vendita delle bevande alcoliche nei negozi annessi ai distributori di benzina. Legge che, ricordiamo, prevede il divieto di vendita dopo le 19.00 durante la settimana (dopo le 21.00 il giovedì) e dopo le 18.30 nei giorni festivi.

Sapete quello che avete votato? - Conconi si domanda se tutti i politici che hanno discusso e votato in Parlamento questa proposta di legge e l'hanno difesa davanti al popolo, «l’abbiano letta e capita», e come mai nessuno abbia reagito. Questo perché i negozi in questione forniscono un servizio importante per chi, ad esempio, vuole effettuare degli acquisti rientrando a casa dopo il lavoro: «Amanti delle grigliate o delle cene improvvisate, dite addio alle serate con amici quando rientrerete dalle passeggiate», è il commento stizzito di Conconi.

Riconoscere la capacità di discernimento - Il Direttore di Ticinowine è scettico pure sul risultato che questa iniziativa potrà concretamente portare. E si ritiene anche «offeso» che non gli venga riconosciuta la capacità di discernimento. Anche perché - ricorda Conconi - oltre all'accompagnamento delle pietanze, il vino e gli alcolici in generale vengono spesso usati come ingredienti per la preparazione di piatti anche tipici. «Il nostro piatto nazionale, la fondue, necessita di vino e Kirsch. Il brasato, il ragù, lo spezzatino, le salse, il classico risotto, il coniglio o pollo alla cacciatora - e potrei andare avanti – prevedono l’utilizzo di un goccio di vino nella ricetta», argomenta Conconi.

L'alcol non è Satana - A livello federale si differenziano le bevande con basso tenore alcolico, vino e birra, ottenute per fermentazione, da quelle ottenute per distillazione come grappa o vodka. «In Ticino, questo non avviene. E, ancora una volta, si penalizza il nostro settore che vuole educare i giovani al vino, a come lo si degusta, come lo si apprezza», lamenta il Direttore di Ticinowine, secondo cui «è meglio educare piuttosto che proibire l’alcol come se fosse Satana in persona».

Un freno al turismo - «Tra qualche mese - conclude Conconi - inizierà la stagione turistica. Sappiamo le difficoltà che il settore incontra e l’introduzione della legge è un ennesimo paletto a chi viene a godere di un momento di vacanza a sud delle Alpi». Appena giunto al campeggio, magari dopo ore di code al Gottardo, il turista non potrà acquistare di sera una bottiglia di vino o una birra per accompagnare la sua cena. Al posto loro, Conconi, risalirebbe in macchina e percorrerebbe qualche chilometro in più, «dove vige il riconoscimento della capacità di discernimento».

Commenti
 
volabas 2 sett fa su tio
L'alcool in abuso fa male, il sesso in abuso fa male, il fumo in abuso fa male, il troppo lavoro in abuso fa male, il troppo mangiare in abuso fa male, il rumore troppo alto fa male, e allora di cosa parliamo? Ognuno deve sapersi regolare di conseguenza , conoscendo se stesso ; e poi si sa che le proibizioni, nella maggior parte dei casi creano solo cose negative
pillola rossa 2 sett fa su tio
Uno dei principali lasciti del Proibizionismo (dal quale il Ticino è poco distante) è stato proprio il radicalizzarsi della criminalità... meditiamo...
gigipippa 2 sett fa su tio
Presto vedremo le bottiglie nel sacchetto di carta.
sedelin 2 sett fa su tio
@gigipippa PRESTO SAREMO SOMMERSI DA REGOLE, LEGGI, LEGGIUCOLE, NORME AL PUNTO DA MUOVERCI, "PENSARE", SCOPARE COME ROBOT :-(((
Tato50 2 sett fa su tio
@sedelin Vuoi dire che faranno i giorni e gli orari e un limite di tempo anche per scopare ? Ah, io rischio ;-))
Tona Dor 2 sett fa su fb
Va bene, ma cosa dovrebbe mai dire il direttore di Ticino wine? 🤔
Alessandro Ale Marra 2 sett fa su fb
mio nonno/i sempre detto che il vino fà sangue, non fà male, poi ci sono gli ubriaconi, ma questo é un altro problema che puo avere chiunque, ma viva un sano e buon bicchiere di rosso a pranzo e uno a cena, e due al fine settimana🍷🍷
Dzeko Bajramoski 2 sett fa su fb
Non e satana ma diventa
sedelin 2 sett fa su tio
conconi ha ragione: questa legge ricorda il coprifuoco in situazione di guerra :-( l'educazione é il pilastro che sorregge qualsiasi comportamento, incluso l'uso di alcool.
Border_Line 2 sett fa su tio
@sedelin Per una volta sono completamente d’accordo con te. ??
Border_Line 2 sett fa su tio
@sedelin Per una volta sono completamente d’accordo con te.
Mattiatr 2 sett fa su tio
@sedelin Scrivi la data perché per una volta ti do pieno appoggio :-)
Zico 2 sett fa su tio
@sedelin tacas, concordo al 100%
Roki 3 sett fa su tio
Prima di sparare sentenze come il solito leggete bene la legge! Le gelaterie devono chiudere come i negozi anche se si trovano in zone turistiche. Alla domenica sera cambiate dessert, il gelato é proibito! Nel chioschetto fuori dalla Ressega l'hamburger lo mangiate con l'acqua minerale. Con il Kebab sulla foce del Cassarate, la birra ve la sognate! Sono trattati come negozi ed alle 19.00 CHIUDONO! Ciao ciao bel Ticino zoccolette e boccalino.
Border_Line 3 sett fa su tio
Poi ingaggiamo il Costner, Connery, Garcia e Smith. Fucili a pompa e asce per debellare questo male, questo satana. Vedo fiumi di Calanda e Feldi scorrere per le strade. Prevedo irruzioni ai Piccadilly. Arresti di massa. Processi mondialmente trasmessi. Mo manca di sapere chi sarà il De Niro della situazione...
francox 3 sett fa su tio
"Al posto loro, Conconi, risalirebbe in macchina e percorrerebbe qualche chilometro in più, «dove vige il riconoscimento della capacità di discernimento»." Io invece andrei al ristorante.
Giancarlo Fusco 3 sett fa su fb
Tranquilli...importatelo dall'itaglia il prosecco con le quote di impianto provenienti dalla sicilia e le agevolazioni che ci sono nel settore...finché dura poi...🤔😎
marco17 3 sett fa su tio
Conconi, sei quasi più ridicolo di quelli che reclamano la libertà di impallinare la pernice bianca.
Marco A. Kimball 3 sett fa su fb
https://www.obsan.admin.ch/sites/default/files/uploads/3-d-2015-risiken-alkoholbedingte-krankheiten_1.pdf
Marco A. Kimball 3 sett fa su fb
https://www.repubblica.it/salute/medicina-e-ricerca/2018/09/21/news/l_alcol_uccide_piu_di_3_milioni_di_persone_ogni_anno_la_maggior_parte_di_loro_uomini-207014100/
Marco A. Kimball 3 sett fa su fb
https://it.blastingnews.com/salute/2018/09/il-vizio-di-bacco-alcol-prima-causa-di-morte-nel-mondo-3-milioni-di-decessi-ogni-anno-002726491.html
Arciere 3 sett fa su tio
La malafede in tutto i suo splendore. Questo signor Conconi ha un secolo di ritardo per quanto riguarda l'alcolismo e la devastazione che ne è l'effetto a tutti i livelli. Chi vuole comprare alcol non aspetta le 21.30, si arrangia per fare la spesa durante i regolari orari di apertura dei negozi. Nessuno, a parte un alcolista, ha assolutamente bisogno di una bottiglia di alcol tardi la sera. Ancora sorprendente che non abbia sostenuto che il vino non è alcol, come spesso si sente.
Libero pensatore 3 sett fa su tio
@Arciere Per me invece è vero esattamente il contrario di quello che dici. Un alcolista non resterà mai senza alcol. Se non lo potrà acquistare alla sera, lo comprerà al mattino. Te lo dice un fumatore, che non resta mai senza sigarette. Fidati.
Mattiatr 3 sett fa su tio
@Arciere La tua visione sarebbe corretta se fossimo ancora negli anni '90. Oggi per berti una birra devi andare nei pochi bar non chiusi dopo le lamentele dei vicini, arrivare al bancone dopo una fila chilometrica e comprare una birra a 6-7-8 franchi. Io stesso per farmi una chiacchierata fra amici andavo in città col bus, prendevo una qualche birra nei negozietti e poi mi facevo un giro con gli amici chiacchierando fra le strade. Non devi essere un'alcolizzato per prendere degli alcolici. Questa è un'altra legge proibizionista alla Ticinese, poi ci lamentiamo che le piazze sono vuote e le sere deprimenti. Chissà perché i giovani scappano ...
Arciere 3 sett fa su tio
@Libero pensatore Se rileggi il mio post vedrai che siamo d'accordo: "Nessuno, a parte un alcolista, ..."
MrBlack 3 sett fa su tio
Eh già...io turista arriva qui...vuole cucinare non si capisce dove, poi non può comprare io vino al chiosco allora riparte e va in Italia e cucina li, sempre non si capisce dove. Tutti campeggiatori che non prenotano o cucinano nei boschi? Ma vah...va bene discutere ma se si esce con queste baggianate allora scappa anche la voglia di parlarne...
Orso 3 sett fa su tio
sono pienamente daccordo. oltretutto l'alcol fa più male che la canapa
Rusky 3 sett fa su tio
ma vaaaa: il divieto é giusto per salvaguardare la salute dei ragazzi! Perché questi mica si scolano la bottiglia Tenuta Castello eh ma superalcoolici e birra. Se poi un adulto deve acquistare la bottiglia di vino alla stazione di benzina diciamo che é male organizzato eh
Sabrina Maffucci 3 sett fa su fb
Intanto tantissima gente ne abusa e ne diventa dipendente fenomeno!
Tato50 3 sett fa su tio
Si perché uno entra in un chiosco a mangiare la fundue o il brasato. Educare cosa; ma vede il comportamento di certi giovani (non tutti) che acquistano alcool e altro e poi si siedono dopo mezzanotte, vedi piazza Collegiata, dove ci sono i tavolini esterni di un Ristorante e si sbronzano lasciando tutta la porcheria a chi al mattino aprirà l'esercizio. Il tanto demonizzato pacchetto di sigarette l'avete portato a costare di più di 7 dl di RUM. Responsabilizzare i giovani quando c'è un aumento della criminalità giovanile, di atti vandalici e altro del 30 % rispetto all'anno scorso ? Manco Padre Pio ce la farebbe, visto che sono stati incapaci anche i genitori ;-((
Mattiatr 3 sett fa su tio
@Tato50 Leggiamola in maniera diversa. L'unico posto nel Sopraceneri dove i giovani possono trovarsi a far serata il Vanilla, che oltre a essere orribile ha pure dei prezzi fuori di testa (7-8 franchi a birra). A Locarno i bus finiscono a mezzanotte, se osi prendere una macchina dopo una birra vieni trattato peggio di uno stupratore. Non pensare di farla franca visto che ci sono più blocchi che nel Messico dei '90, Locarno dopo le 23:00 sembra letteralmente blindata. Se osi mettere un minimo di musica interviene subito un agente a ''calmare le acque'' malgrado non sia ancora giunto l'orario di silenzio notturno. A 15 anni sono stato fermato e perquisito perché a detta loto ero ubriaco e con me avevo alcolici. Non pensi che se a Locano o Bellinzona ci fossero ancora i disco pub, i bar con musica live e delle mini disco nella città come 25-30 anni fa i ragazzi invece che annoiarsi nei bar chiusi andrebbero a divertirsi in quelli aperti? I risultati della deprimente politica simil proibizionista li hai già detti te, aumento della criminalità. E non dirmi che è colpa degli alcolici, conosco dei 40-50 enni che andsavano in macchina fino ad Ambrì, talvolta per l'ebrezza non entravano nemmeno nella Valascia per vedere la partita.
Tato50 3 sett fa su tio
@Mattiatr Per la prima parte e sul fatto che non è più come 25/30 anni fa sono pienamente d'accordo. Devi però ammettere che acquistare alcool e cibo vario e poi consumarlo dopo mezzanotte seduti ai tavolini dei Bar che li hanno all'esterno e lasciare tutta la porcheria non è che attiri simpatia verso questa gentaglia. Lascino almeno il posto come l'hanno trovato ma se ne fregano e questa è maleducazione. Questo tipo di comportamento non lo associo direttamente agli interessati ma a chi li ha messi al mondo senza responsabilizzarli sulle cose altrui. Poi, chiaramente il "branco" fa si che uno che di solito non si comporta così lo fa altrimenti non è "degno" d'essere uno di loro.
Mattiatr 3 sett fa su tio
@Tato50 Non solo ammetto, sono pienamente d'accordo. Tornando sulla mia idea oso dire che se chi va ad un'evento o in una città fosse ''meglio sparpegato'' trovare dei folti gruppi ''animati'' sarebbe più tosto. In fondo gli episodi di maggiore violenza sono tutti capitati in luoghi dove la concentrazione di persone era elevatissima. Mi riferisco al Rabadan dove si reca tutto il Ticino, a Giumaglio dove l'intero Locarnese ritrova si è ritrovato al carnevale estivo e via dicendo. Sempre nei famosi 30 anni fa c'erano magari 5-6 feste campestri nella stessa regione dove oggi ce n'è una sola, se non ti piaceva cambiavi posto e basta. Oggi invece con questa politica centralizzata ci sono molte più persone schiacciate in pochi posti senza alternativa. Non mi stupisce che i più frustrati finiscano per trovare divertimenti alternativi. Inoltre non conoscendosi nemmeno è difficile ritrovare situazioni da ''scazzottata e poi tutti al bar''. Ovviamente sono totalmente ed energicamente contro tutti sti fatti, trovo però che la situazione attuale sia più favorevole ad atti osceni e sconcertanti. È per questo motivo che malgrado non abbia ancora subito aggressioni, preferisca andare a fare carnevale o altre feste nella valle rivale, piuttosto che andare in città.
Bacaude 3 sett fa su tio
Curioso che l'argomento meglio educare che proibire non valga mai quando si tira in ballo la canapa.
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-02-17 19:20:23 | 91.208.130.85