Depositphotos - foto d'archivio
LUGANO
08.01.2020 - 21:350

Ti offrono la cena e tu "scopri" la fede

L'appuntamento è per la serata di giovedì in un ristorante di Besso. Cosa c'è dietro al curioso flyer che circola da qualche settimana per le vie cittadine? Ecco chi lo ha messo in giro...

LUGANO – Di certo incuriosisce. E, di sicuro, balza all'occhio il fatto che la cena sia offerta. È decisamente singolare il flyer che da qualche settimana sta circolando per le vie di Lugano. Una grande immagine, con un ragazzo biondo. Poche parole. "Scopri. Vita. Fede. Senso". E un punto di domanda sul nome "Alphalive". L'appuntamento è fissato per giovedì 9 gennaio alle 19.30 presso un ristorante di Besso, "Il Posto accanto". «Ma questa non è semplicemente un'occasione per mangiare a gratis – sottolinea don Gabriele Diener, 57 anni, promotore dell'iniziativa –. Diciamo che vuole essere un invito al dialogo verso quelle persone che fanno un po' fatica a ritrovare un determinato senso della vita». 

Non è una setta – Detta così, fa quasi paura. E don Diener, che collabora con la Diocesi, mette subito i puntini sulle "i". «La nostra non è di certo una setta. Ma cosa ci ha detto Papa Francesco? Uscite dalle vostre canoniche. È così che un sacerdote può tentare di recuperare qualche pecorella smarrita». 

Niente indottrinamenti – Un modo per rispondere concretamente alle chiese sempre più vuote? Forse. Ma non solo. «Anche perché andare regolarmente a messa non significa che per forza si stia facendo un cammino di fede. Sono due cose ben distinte. Non vogliamo indottrinare nessuno. Uno può anche venire ai nostri incontri e dirci che trova tutto sbagliato quello che vede nella Chiesa. Cerchiamo il confronto, il dibattito. Anche lo scontro civile». 

Un aggancio morbido – Parla già al plurale, don Diener. L'incontro si è trasformato in incontri. «L'idea è che, piano piano, si crei una specie di appuntamento. Ma senza alcun obbligo. Con un aggancio morbido. Le persone oggi fanno fatica a prendersi degli impegni fissi. Proviamo a invitare la gente a cena e vediamo cosa accade».

La legge dei piccoli numeri – Il programma della serata prevede anche la visione di un video e una discussione in comune, una chiacchierata. «Non importa quanta gente verrà. Non puntiamo ai grandi numeri per forza. Anche Gesù ha iniziato solo con 12 apostoli. È un esperimento, rivolto ai giovani ma anche ai meno giovani. Tutti possono venire. Senza alcun pregiudizio».   

Un concetto che arriva dagli anglicani – Si chiama Alpha. È un concetto creato dagli anglicani. Basato su una serie di incontri che si svolgono in un'atmosfera rilassata. Ogni volta si tratta un argomento diverso sul tema della fede. E la gente presente, a quanto pare, si lascerebbe andare. «Anche i cattolici si sono interessati ad Alpha. È un metodo che in alcune città sta spopolando. A Londra, per esempio. Proprio perché non ci sono forzature. Non so se il Ticino sia pronto. Ci proviamo, con umilità. Se anche solo una persona potrà trarre giovamento da uno dei nostri incontri, avremo già raggiunto un bel traguardo».

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-04-05 21:46:23 | 91.208.130.86