Foto lettore
ULTIME NOTIZIE Ticino
RIVA SAN VITALE
1 ora
Presentata la lista "Per Riva"
Sulla lista civica figurerà anche in nome di Eusebio Vassalli, municipale uscente
CANTONE
1 ora
Scattato il divieto d'accensione fuochi
La misura, attiva in tutta la Svizzera italiana, si è resa necessaria a causa del periodo molto secco
MENDRISIO
2 ore
I giocattoli tornano in vita grazie al volontariato
Ventuno volontari di AMAC hanno partecipato ad Azione 72 ore
CANTONE
2 ore
Per i Verdi due no e due sì il 9 febbraio
Il Comitato cantonale invita a respingere i due oggetti cantonali in votazione e ad approvare i due federali
CANTONE
2 ore
Pernice bianca: «Dati italiani spacciati come ticinesi»
La Federazione cacciatori ticinesi prende posizione e critica le informazioni «assolutamente non veritiere e fuorivianti» fornite dal Comitato promotore dell'iniziativa
FOTO E VIDEO
LUGANO
3 ore
Fumo in Piazza Cioccaro, arrivano i pompieri
Nel palazzo sono in corso dei lavori di ristrutturazione
CANTONE
4 ore
Processionaria del pino, ecco come proteggersi
Nelle prossime settimane, in alcune aree del Ticino, si potranno osservare spostamenti di larve pelose di lepidotteri lungo i tronchi degli alberi e sul terreno, sia nei giardini sia nel bosco
CANTONE
4 ore
Votazione sull'aeroporto di Lugano, l'MPS chiede un rinvio
La data del 26 aprile viene giudicata «inadeguata» e si propone un giorno alternativo
CANTONE
4 ore
"Pratiche didattiche nella scuola dell’obbligo", resi noti i risultati
L’intelligenza, o meglio la sua definizione, è un tema che non fa l’unanimità
BIASCA
5 ore
«Io, perseguitato da Berna, fuggo dal Ticino»
È stato accusato di essere un trafficante d'armi. Poi l'accusa è caduta. È stato in carcere. Ora chiede giustizia. Ma qualcuno oltre Gottardo continua a legargli le mani. È la storia di Arnaldo La Scala, ticinese scambiato per siciliano.
FOTO
LUGANO
5 ore
Skate park: «È giunto il momento di rinnovare l’area street?»
Un’interrogazione di Rodolfo Pulino chiede al Municipio se sono previsti interventi nel breve periodo
CANTONE
7 ore
Legittima difesa, un costituzionalista contro il contenuto dell'opuscolo
Lo ha contattato Giorgio Ghiringhelli, primo firmatario dell'iniziativa
BELLINZONA
7 ore
«I nostri giardini allagati ogni volta che piove forte»
La singolare situazione di un 44enne di Camorino e dei suoi vicini: «Il terreno da cui proviene l’acqua è comunale. Eppure da mesi nessuno fa niente». Le autorità: «Ci attiveremo»
BIASCA
14 ore
Il PLR vuole mantenere i tre seggi in Municipio
Presentati sette profili diversi. Omar Terraneo non si ripresenta per motivi professionale e famigliari
MANNO / CASTEL SAN PIETRO
14 ore
I nomi del PPD per le comunali
A Manno non si ripresentano Lorenzo Vicari e Michele Paciello. A Castel San Pietro Giorgio Cereghetti si presenta solo per il Consiglio comunale
FOTO E VIDEO
MENDRISIO
15 ore
Pompieri all’albergo hotel Milano
L'allarme è scattato per la fuoriuscita di fumo da un pilone, ma non si vedono fiamme. Evacuati per precauzione gli ospiti
FOTOGALLERY
BELLINZONA
17 ore
Corrente staccata: «Rimborsatemi il pranzo di Natale»
Il curioso incidente è capitato a una 33enne di Bellinzona, al rientro dalle vacanze in Africa. AMB: «Errore mai capitato prima»
MORCOTE
17 ore
Nicola Brivio non si ripresenta
Il sindaco uscente ha sciolto le riserve solo all'ultimo durante l'assemblea della sezione PLR
MASSAGNO
18 ore
Alleanza rosso-verde anche a Massagno
I due partiti hanno deciso di unire le forze sia per la corsa al Municipio sia per quella al Consiglio comunale
LUGANO
09.12.2019 - 20:000
Aggiornamento : 22:15

Le multe fioccano su Piazza Luini

La Città è in cerca di soluzioni contro le soste abusive. Il progetto per i dissuasori mobili è ancora bloccato da un ricorso

LUGANO - Dalle automobili ai SUV, passando da furgoni e camioncini. Ogni giorno in Piazza Luini a Lugano, direttamente davanti alla Chiesa di Santa Maria degli Angioli, si vede di tutto. E fioccano le multe. Con il centro culturale LAC, la residenza Grand Palace e la storica chiesa, da alcuni anni tutta l’area è diventata un vero e proprio gioiello situato all’ingresso del centro cittadino. Ma sono tuttora molti gli automobilisti che la utilizzano come un parcheggio. Una situazione per la quale soltanto nei primi dieci mesi di quest’anno sono state emesse ben centocinquanta multe.

Il problema è già stato oggetto di diverse interrogazioni. E quasi due anni fa la Città aveva deciso di dire basta: nel gennaio del 2018 era infatti stato pubblicato un progetto per regolare l’accesso dei veicoli con dissuasori mobili, come avviene già nel resto della zona pedonale luganese. Ma quei dissuasori mobili non sono ancora stati installati. «Sono bloccati da un ricorso» ci dice il vicesindaco Michele Bertini, titolare del Dicastero sicurezza e spazi urbani.

Limitare le manovre - Per ora c’è quindi poco da fare, se non garantire una presenza quotidiana di agenti cittadini. E nel frattempo la Città sta valutando, quale misura transitoria, l’installazione di ulteriori ostacoli fisici. «Attualmente sulla piazza sono presenti dei paracarri di granito, che però sono troppo distanti tra loro e non impediscono alle vetture di accedere anche allo spazio proprio davanti alla chiesa». L’intenzione è quindi di limitare maggiormente lo spazio di manovra, «facendo attenzione che i paracarri si inseriscano nel contesto della piazza».

L'autosilo a due passi - Tra chi sosta nell’area - come rileva anche una recente interrogazione - ci sono anche genitori che scaricano i figli davanti agli istituti scolastici privati presenti in zona. «Per qualsiasi sosta, anche breve, a pochi passi c’è l’autosilo del LAC, che prevede inoltre la prima mezz’ora gratuita» ricorda Bertini, aggiungendo: «In altre città non capita di vedere auto davanti a monumenti di grande pregio».

Quei cassonetti da spostare - Quando si parla di Piazza Luini, si pensa anche ai cassonetti interrati che si trovano proprio davanti alla chiesa, anche dopo la riqualifica dell’area. «A mio modo di vedere all’epoca è stato fatto un errore» dice Bertini, che assicura: «Stiamo cercando una soluzione». Per questo la Città sta valutando ubicazioni alternative. «Sono cassonetti molto utilizzati, che vengono svuotati sei giorni su sette: bisogna tenere conto del fatto che uno spostamento comporterà un allungamento del percorso per buttare i rifiuti».

Foto lettore
Guarda le 2 immagini
Commenti
 
Max Bartolini 1 mese fa su fb
oggi c'erano ancora 3 auto posteggiate li...
Mario Guglielmoni 1 mese fa su fb
Le multe ficcano
jena 1 mese fa su tio
a volte sono convinto che l'unica soluzione sia la patente a punti... poi vedi sicuramente un maggior rispetto delle regole.
Polifemo 1 mese fa su tio
Se appioppare multe è la sola soluzione per dissuadere i maleducati ed i prepotenti della società, ben vengano le multe... Anche salate...
Polifemo 1 mese fa su tio
Ma per favore ... Possibile che per la maggior parte delle persone sia normale poter parcheggiare dove si voglia, a gratis e, se mi comoda, pure dove non è permesso? E mi lamento se piglio la multa? Ma secondo voi chi se ne strafrega delle regole che “punizione” dovrebbe ricevere invece di una multa? Delle punizioni corporali? Il blocco dell’auto?
Lore62 1 mese fa su tio
@Polifemo Guarda che l'uso degli spazi pubblici come i parcheggi, SONO già pagati con le tasse dai cittadini, solo che te li fanno ripagare ancora una volta! XD
Sylvan Rusca 1 mese fa su fb
"fioccano multe"?? Evidentemente se continuano a posteggiare li, il concetto di "molte" forse è mal interpretato....
Maxy70 1 mese fa su tio
Gioiello all'ingresso di una città... inospitale! Si potrebbe fare una area disco, per brevi soste, il tempo di un caffé o un acquisto, magari in Via Nassa, contenti così anche i commercianti già tartassati. Volendo esagerare brevi soste a pagamento, il ricavato per la manutenzione dell'area.
tip75 1 mese fa su tio
il ticino risolve tutto solo facendo cassetta
cle72 1 mese fa su tio
Il bello che nella foto appare il pulmino della scuola privata che ha sede nel palazzo a fianco. Che pare sia poco santa visto che se ne frega dei divieti...ah cara Anna hai perso la santità eheheh
Stefano Belotti 1 mese fa su fb
Secondo me il radar di balerna in tutto il mondo non lo batte nessuno 8 milioni è un record 😀abbiamo un record
Sylvan Rusca 1 mese fa su fb
Stefano Belotti forse non bisognerebbe parlare del "record del radar" ma piuttosto del "record di indisciplinati". Non è che il radar faccia foto così a caso.... E poi, di questi 8 milioni, quanti sono davvero incassati?
Stefano Belotti 1 mese fa su fb
Sylvan Rusca con te non discuto 😂ciao hai ragione sul disciplinati ma nessuno o pochi non hanno mai preso multe
Sylvan Rusca 1 mese fa su fb
Stefano Belotti sei il solito polemico...🤣🤣 Ci sarà un motivo che quel radar li, messo li, è il più redditizio della Svizzera! Indovinello: chissà perché??
Stefano Belotti 1 mese fa su fb
Sylvan Rusca 😀👍vado il dovere chiama attenti present arm sissignore 😂
Giorgio Albisetti 1 mese fa su fb
Ohhhh fioccano che è una meraviglia. 1 multa ogni 2 giorni ( in media). Capirai che dissuasione
Maurizio Secundo 1 mese fa su fb
È tutta colpa di Carlo, sappiatelo. (Boris)
Carlo Regondi 1 mese fa su fb
Maurizio Secundo prendo una %....
skorpio 1 mese fa su tio
Un altro posto da dar gia multe è via motta, zona autosilo. Anche qui auto dappertutto...una mattina ho fatto datica ad entrare alla coop...per fortuna c è anche una porta che si apre verso l interno...
sedelin 1 mese fa su tio
chi possiede auto del genere se ne infischia della multa: la paga e il giorno dopo parcheggia ancora lì. é molto probabile che il ricorso contro i dissuasori sia opera di uno di quegli abusivi. ma... possibile che ci vogliano più di due anni per risolvere la questione?
Dioneus 1 mese fa su tio
@sedelin In effetti
Marco Mai 1 mese fa su fb
150 multe in dieci mesi sono molte? Ma state scherzando??
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-01-20 13:47:02 | 91.208.130.87