deposit
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
3 ore
Fanno la spesa in Italia, multati alcuni confederati
Le violazioni delle norme si sono tradotte in multe disciplinari. Bisogna stare a casa, muoversi solo per motivi urgenti
CANTONE
3 ore
«Il mio ragazzo contagiato a militare, siamo preoccupati»
La famiglia lamenta le scarse misure a protezione dei militi. L’esercito si difende: «Facciamo tutto il possibile»
CANTONE
6 ore
Crisi Covid-19: «Il Parlamento indaghi sulle decisioni del Governo»
L’MPS chiede che, se necessario, venga anche istituita una commissione parlamentare d’inchiesta.
CANTONE
10 ore
«Mettete a rischio la salute dei nostri eroi»
Interpellanza dell’MPS al Consiglio di Stato per capire come sono attualmente le condizioni di lavoro negli ospedali
CANTONE
10 ore
«Un reddito di pandemia per evitare la catastrofe»
La richiesta dell'MpS: «Il reddito dovrà essere concesso senza lungaggini burocratiche»
STABIO
11 ore
Sul campo da calcio la scritta: "Rimaniamo a casa"
L'invito del FC Stabio a tenere duro e l'omaggio a Franco Toffoli
CANTONE
11 ore
Covid-19, altre 12 vittime
Le persone positive sono 2508, con un incremento di 66 casi rispetto a ieri
CANTONE
14 ore
L'esperto spiega i rischi del telelavoro
Alessandro Trivilini del Gruppo Cyber Sicuro: «Il rischio risiede nel fattore umano e nella scarsa attenzione»
LUGANO
1 gior
#NonCeLaFaremoMai: messaggi di cattivo gusto sull'asfalto
Le scritte sono apparse oggi in via Tomaso Rodari a Lugano
FOTO
TERRE DI PEDEMONTE
1 gior
Una brusca sbandata sulla Cantonale
L'incidente è avvenuto nel tardo pomeriggio a Cavigliano
GRIGIONI
1 gior
«Trattare il Moesano come il Ticino»
L'atteggiamento delle autorità locali, affermano, «non è accettabile» ed è «privo di etica»
CANTONE
1 gior
Quei milioni che mancheranno alla cultura e allo sport
La crisi colpisce anche il settore delle scommesse sportive e delle lotterie.
CONFINE
1 gior
Mascherine, la dogana sblocca una fornitura da 33mila pezzi
Transitavano dalla Svizzera. Saranno distribuite in tutta Italia
BELLINZONA
1 gior
L'escursione in montagna finisce male
Un elicottero della Rega ha trasportato i due giovani in ospedale
CANTONE
1 gior
Altre 10 vittime a causa del Covid-19
Si conferma il rallentamento del numero di contagiati che sale a 2442 casi
CANTONE
1 gior
Covid-19, ristoratori "presi in giro" dalle assicurazioni
Il fenomeno coinvolge diversi esercenti a sud delle Alpi, ma anche nel resto della Svizzera. La rabbia di GastroTicino
CANTONE
1 gior
Le temperature tornano a salire
Nei prossimi giorni la colonnina di mercurio supererà i 20 gradi
FOTO E VIDEO
TENERO-CONTRA
1 gior
Incendio in cucina, palazzina evacuata
Nessuno avrebbe riportato ferite. L'intervento dei pompieri ha evitato il peggio
CANTONE
1 gior
«Il Covid-19? Non piangiamoci addosso»
Svizzera Turismo parla di gravi perdite in alcune località di punta. Con ripercussioni anche a lungo termine.
CANTONE
2 gior
Troppe case secondarie "prese d'assalto"
Ecco la fotogallery pubblicata dal blog "La Voce del Gambarogno". Perché il messaggio non passa?
LIVE
CANTONE
2 gior
Christian Vitta: «Nei prossimi mesi prepariamoci a una “normalità limitata”»
A Bellinzona si è tenuta la conferenza stampa dello Stato Maggiore di Condotta
VIDEO
CANTONE
2 gior
Christa Rigozzi e Petkovic: «Non è il momento di venire in Ticino»
Due testimonial d’eccezione, e un volantino, spiegano ai confederati perché per Pasqua è meglio restare a casa
LOSONE
2 gior
Misure fiscali a favore della popolazione e dell’economia
Il Municipio si allinea ai provvedimenti fiscali messi in atto dal Cantone per far fronte all’emergenza sanitaria
GRIGIONI
2 gior
Aumentano i casi di contagio nei Grigioni italiano
598 persone malate. Sessanta sono in ospedale. Ventisette i deceduti
CANTONE
2 gior
Tornano i controlli della velocità
L'attuale situazione legata al coronavirus obbliga la polizia a un utilizzo mirato delle risorse.
CANTONE
2 gior
I giovani «rischiano di rimanere indietro»
Il blocco scolastico crea un grande problema a famiglie e allievi svantaggiati. La petizione di Pro Juventute
CANTONE
2 gior
Stabilita la data per le Comunali
Il rinnovo di Municipi e Consigli comunali si svolgerà domenica 18 aprile 2021.
CONFINE
2 gior
Frontalieri, colloqui telefonici tra Berna e Roma
Ivan Scalfarotto si augura che le misure intraprese in Ticino vengano adottate anche nei Grigioni
CANTONE
2 gior
Tassare i ricchi per aiutare l'economia
Il Partito Operaio e Popolare propone una tassa del 2% sui patrimoni superiore ai tre milioni.
CANTONE
2 gior
Emergenza virus: «Tante donne precarie. Non dimentichiamole»
Il sindacato OCST lancia un appello alla SECO e al Consiglio di Stato
CANTONE
2 gior
I turisti sono (già) in ritirata
Lo dice un'indagine pubblicata dall'O-Tur e basata sulle prenotazioni ad aprile negli alberghi
CANTONE / SVIZZERA
2 gior
«In Ticino con la truppa nonostante un contagio»
Alcuni militi criticano la gestione dell'emergenza: «Distanze non rispettate». L'Esercito: «È questione di disciplina».
LOCARNO
2 gior
Credito di progettazione per la Scuola dell'infanzia
Il Municipio approva il messaggio per la progettazione esecutiva delle due nuove sezioni ai Saleggi
LUGANO
2 gior
Covid-19, contagiati tele-sorvegliati
In Ticino i malati non ricoverati riceveranno un kit di telemedicina
CANTONE
2 gior
Gendarmeria: nel 2019 855 arresti e più controlli sui frontalieri
Lo conferma il bilancio periodico delle autorità che parla di un anno «impegnativo»
LUGANO
2 gior
Quaranta tablet per avvicinare i malati alle famiglie
L’omaggio all’Eoc arriva da ICT Formazione professionale Svizzera italiana
CANTONE
2 gior
Il Ticino supera i 150 morti
Nelle ultime 24 ore il bilancio dei contagi è aumentato di 106 unità, portando il totale a 2377.
CANTONE
2 gior
Videoconferenza con ospite sgradito
Il Gruppo Cyber Sicuro mette in guardia dall'utilizzo di piattaforme che poi rivendono o condividono i dati
CONFINE
2 gior
Una pizza costata molto caro
Crescono le sanzioni per il mancato rispetto del confinamento nelle zone di confine tra Porlezza, Menaggio e Alto Lario.
Politica
2 gior
«Bloccate subito l'esodo pasquale»
L'appello del presidente del PPD Fiorenzo Dadò. Che si unisce alla richiesta dei sindaci di chiudere il Gottardo
CANTONE
2 gior
«Covid-19? Non si molla, vi portiamo il vino a casa»
In Ticino sono circa una novantina le aziende di questo settore. Alcune hanno perso tra il 70 e l’80% del fatturato
CANTONE
2 gior
A rischio, e senza soldi
Alcuni operatori sanitari faticano ad arrivare a fine mese. Pur fornendo «servizi essenziali». L'appello
BALERNA
2 gior
«Il mio bimbo intubato una settimana, ma ora sta bene»
Kevin, 11 mesi, soffre di problemi respiratori. Il Covid-19 ha colpito anche lui.
VIDEO
MORCOTE
3 gior
Inguardabili ieri e oggi
Le immagini e il video dei fantocci scaccia cormorani appesi da mesi alle porte del villaggio turistico.
LUGANO
3 gior
Opere d'arte per aiutare gli ospedali
Katia Mandelli Ghidini mette a disposizione dei monoprint. Chi li vuole deve versare 50 franchi all'EOC
CANTONE
3 gior
Informazione, l'arma contro l'esodo
La strategia dell'autorità per scoraggiare l'arrivo sotto Pasqua di turisti confederati si baserà sull'informazione
CANTONE
3 gior
«Tassa non prima di gennaio 2025»
Il PLR ha presentato una mozione per rivalutare l’intera situazione e necessità della tassa di collegamento
CHIASSO
3 gior
Quindici contagiati in dogana? «Noi tuteliamo i collaboratori»
L'Amministrazione federale delle dogane non fornisce numeri, ma garantisce il rispetto della distanza sociale
CANTONE
3 gior
Il grido d'aiuto delle startup
L'appello lanciato da Fondazione Agire, in una lettera al Consiglio di Stato. «Le giovani aziende soffrono di più»
CANTONE
3 gior
EOC in prima linea nella ricerca
La Clinical Trial Unit si unisce agli sforzi dei principali ospedali nazionali nella ricerca sul Covid-19
CANTONE
25.11.2019 - 14:270
Aggiornamento : 17:55

Una donna ammazzata ogni due settimane: è una Svizzera da incubo

Il grido di allarme di Pepita Vera Conforti, coordinatrice del gruppo “Vivere senza violenza”: «Ora basta, anche gli uomini reagiscano». Intanto, in Ticino nasce una nuova importante figura

LUGANO – Ventiquattro donne uccise in un anno, in Svizzera. Più o meno una ogni due settimane. Cifre del 2018 che sembrano confermarsi anche nel 2019. E che nella giornata, quella del 25 novembre, internazionalmente dedicata alla lotta contro la violenza sulle donne, pongono più di un interrogativo. «Percentualmente – sottolinea Pepita Vera Conforti, coordinatrice del gruppo “Vivere senza violenza” – siamo messi peggio di nazioni come Italia o Grecia. È allarmante».

Sono numeri da incubo. Perché siamo arrivati a questi punti?
Sarebbe facile parlare solo delle situazioni travagliate, in cui magari c’è di mezzo l’alcolismo o la droga. La realtà è che troppi uomini sono ancora legati a un concetto di possesso, di controllo.

Cioè?
Non tollerano che la donna si stia sempre più emancipando. Non sopportano questa metamorfosi. Quindi in un'epoca in cui le donne non sono più concordi con il ruolo che rivestivano in passato, si crea un effetto di violenza. 

Chi sono gli autori dei femminicidi?
Spesso persone che le vittime conoscono bene. E in alcuni casi vengono uccisi anche minori, figli della donna.

La violenza sulle donne non si limita alla loro uccisione. C’è purtroppo tanto altro.
Già. In Svizzera si registrano circa 18.500 reati all’anno. Violenza domestica. Lesioni lievi, reati gravi, violenza sessuale e fisica, forme di stalking. Ma poi anche violenza sul posto di lavoro. Con donne molestate o licenziate perché sono incinte. E poi ci sono ancora zone d’ombra, sui matrimoni forzati e sulle mutilazioni, ad esempio.

Da tempo lei porta avanti la campagna “Vivere senza violenza”. Con quale scopo?
Fare in modo che chi si ritrova schiacciata e impaurita, sappia che ci sono delle vie d’uscita. Ma bisogna anche fare in modo che non siano sempre le donne a sostenere certe battaglie. Non è più un problema solo della donna. Anche il maschio faccia la sua parte.

Come concretamente?
Partendo dalle piccole cose. Ad esempio, impedendo che un proprio amico umili la sua compagna in pubblico. E poi segnalando situazioni sospette. Non voltando la faccia dall’altra parte. Non basta più dire “Ma io queste cose non le faccio”.

Da uno a cento, come svizzeri, quanto dobbiamo vergognarci?
Dobbiamo riflettere. La politica può fare di più. E fa piacere che in Ticino ora venga introdotta una nuova figura, quella della coordinatrice istituzionale in ambito di violenza domestica (carica che sarà ricoperta da Chiara Orelli Vassere). È un segnale importante.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Susy Giovanoli 4 mesi fa su fb
Peró quando si denuncia e ci sono le prove di maltrattamenti ci vogliono mesi e anni così che le autorità reagiscono !! Di cosa stiamo parlando allora ???
Jeli Simic 4 mesi fa su fb
C è un grave errore di fondo in questo articolo e nel mondo in generale.. ovvero il fatto di definirli ancora "uomini"
Francesco Durante 4 mesi fa su fb
Che commenti del piffero devo leggere! Le donne vanno rispettate in qualsiasi parte del mondo! Non ci sono donne di serie A e donne di serie B ! Poi leggere ne uccidono di più di qua o di la.... non avete rispetto di niente e di nessuno! Siete vergognosi! W tutte le donne del mondo! Il motore della vita ❤
Jimmy Meier 4 mesi fa su fb
Quanta ignoranza in certi commenti . Invece di chinarsi sul problema, c`é chi sostiene che tutto dipende dal colore del passaporto....poveracci.
Grace Rota 4 mesi fa su fb
Forza donne dobbiamo fare qualcosa per fare mettere al più presto la pena capitale, non aspettiamo di diventare come in Italia, Spagna...
Manuela Decarli 4 mesi fa su fb
no cara, bisogna fare qualcosa per evitare che ci ammazzino non pensare alla pena capitale dopo
Grace Rota 4 mesi fa su fb
Manuela Decarli non faranno mai niente, allora conviene ad armarsi 👍
Enrico Scarpini 4 mesi fa su fb
in italia una ogni 3 giorni (media).... :(
Mara Pederzoli 4 mesi fa su fb
Io non ci credo
Richard Penka 4 mesi fa su fb
E così x che manca una severa legge 🤷‍♀️🤷‍♀️
Francesco Gulizia 4 mesi fa su fb
La violenza non ha sesso certo questa è la giornata sulla donna ma non sarebbe meglio di dedicarla alla violenza punto e basta?!!! Ci sono uomini che subiscono violenza da parte della donna e bambini dunque finiamola di parlare la violenza sulla donna ma solo di violenza e basta.
Manuela Decarli 4 mesi fa su fb
uccisi?
Francesco Gulizia 4 mesi fa su fb
Manuela Decarli Parliamo di violenza o no e poi perché uomini uccisi dalle donne non vero e bambini soprattutto
Энтони Демарки 4 mesi fa su fb
Francesco Gulizia Vabbè se un uomo se le fa dare dalla moglie o fidanzata è un poverino di natura!
Francesco Gulizia 4 mesi fa su fb
Энтони Демарки Un’altro leone da tastiera.
Lina Caliolo 4 mesi fa su fb
In Italia 2 / alla settimana 😢😢😢
Marco Ermeti 4 mesi fa su fb
Le donne devono imparare a sapersi difendere, e poi a scegliersi meglio i compagni.
Manuela Decarli 4 mesi fa su fb
dici sul serio?
Marco Ermeti 4 mesi fa su fb
Manuela Decarli Se fossi una donna mi cercherei un compagno buono e serio poi, se malauguratamente per lui osasse solo sfiorarmi con cattive intenzioni, giuro che finirebbe al cimitero, poco ma sicuro...
Andrea Weber 4 mesi fa su fb
Fai una cosa, esci da Facebook, eviti di scrivere commenti scemi..
Marco Ermeti 4 mesi fa su fb
...dici che dico scemate?
Энтони Демарки 4 mesi fa su fb
Andrea Weber È lei che dà risposte insensate! Penso che una donna capisce da sola già da subito (quando inizia una relazione con uomo) se il suo amico o fidanzato è un tipo manesco oppure no. Non credo che tutti gli assassini di donne sono degli attori che si trasformano in bestie dalla sera alla mattina.
Valeria Wolly 4 mesi fa su fb
Энтони Демарки oltre che manesco, anche un manipolatore, narcisista e psicotico. Da questi individui meglio starci alla larga. E ce ne sono ....
Marco Ermeti 4 mesi fa su fb
Stesso discorso per certi uomini, di solito gli esseri umani, uomini e donne sono attratti/e dal ganzo burrino o dalla sciroccata di turno...
Manuela Decarli 4 mesi fa su fb
quindi problema risolto e amen
Marco Ermeti 4 mesi fa su fb
Ci vuole consapevolezza...
Marco Ermeti 4 mesi fa su fb
Valeria Wolly: di meno, ma ci sono anche tante donne manipolatrici, capricciose e insopportabili...
Marco Ermeti 4 mesi fa su fb
Purtroppo, visto che di solito sono più fragili in quanto a forza fisica, il più delle volte sono le donne a rimetterci...
Lea Amici 4 mesi fa su fb
Marco Ermeti che commento, sembra che sia sempre e comunque errore della donna, deve scegliere meglio, difendersi meglio e bla bla.. ovvio che cosi non cambierà mai nulla. Non era meglio scrivere cosa devono imparare a fare gli uomini?
gianmarco 4 mesi fa su tio
ma quale incubo? la svizzera e' in fondo alla classifica mondiale degli omicidi ed e' uno dei paesi piu' sicuri al mondo https://en.wikipedia.org/wiki/List_of_countries_by_intentional_homicide_rate con 45 omicidi nel 2017 dei quali circa la meta' sono donne, il che dimostra che la parita' tra i sessi in svizzera e' ormai totale, anche per gli omicidi https://en.wikipedia.org/wiki/Homicide_statistics_by_gender questi sono i soliti vaneggiamenti giornalistici sul femminicidio, insulsa propaganda priva di alcun fondamento, volta solo alla promozione della solita identity politics, che e' la peggiore spazzatura socialista.
anndo76 4 mesi fa su tio
@gianmarco peccato che e' tra il primo al mondo per suicidi etc...piccolo dettaglio
gianmarco 4 mesi fa su tio
@anndo76 quando anche fosse, che non e' https://en.wikipedia.org/wiki/List_of_countries_by_suicide_rate quale sarebbe la connessione tra suicidi e omicidi?
Dony Martignoni 4 mesi fa su fb
Importano i violenti e poi si meravigliano se i soprusi sulle donne aumentano...e certo non perdono occasione di crearsi la poltroncina su misura.👹
Manuela Decarli 4 mesi fa su fb
c'è ancora molto da fare purtroppo , l'educazione, il rispetto potrebbero fare molto e invece stiamo qui a commentare con i soliti toni, con le solite argomentazioni trite e ritrite , triste
Anna Natolino 4 mesi fa su fb
Eduu Talaj
Mattiatr 4 mesi fa su tio
Non voglio fare il solito che nega tutto a prescindere, sarei stato molto felice se nell'articolo fossero contestualizzati questi atti di violenza. Ovviamente la nazionalità sarebbe solo uno dei campi dell'analisi. In che cantoni vi è la maggior presenza di questi atti? In che regioni linguistiche? In che realtà (periferia o montagna)? Livello scolastico dell'aggressore e della vittima? E via così fino a individuare dei profili generici di vittima e di aggressore. È troppo facile legiferare e sparare ad minchiam sull'uomo svizzero. Conosco molte realtà in tutta la Svizzera, ogni volta che ho sentito (direttamente non sui giornali) di fatti simili, i coinvolti erano sempre malati di mente. Ovviamente non è un dato statistico ne sono cosciente, ed è qua che vorrei chiedere alle redazioni dei giornali di venirmi in contro quando fanno articoli su temi così importanti e fragili, perché ho paura che sulla base di numeri decontestualizzati vengano create leggi ingiuste o esagerate.
Cristina Mauri 4 mesi fa su fb
Quando smetteremo di negare.. faremo un passo avanti
tip75 4 mesi fa su tio
beh basti vedere che bella gente gira e poi c'e ancora chi dice che le donne se lo inventano
Sandro Ribi 4 mesi fa su fb
È orribile! Ma nessuno parla dei 10mila aborti in Svizzera all'anno. Ognuno è un essere umano indifeso nel grembo di una donna, non protetto dalla legge. Statistica: https://www.bfs.admin.ch/bfs/it/home/statistiche/salute/rilevazioni/stativg.html
Millow Rase 4 mesi fa su fb
Ma cosa vuol dire? La vita di ancora non vive dovrebbe avere la precedenza su chi cel'ha già? Per non parlare del fatto che ci sono dei limiti entro i quali si può abortire.
Rita Molina 4 mesi fa su fb
Sandro Ribi quando anche lei avrà un utero...FORSE potrà parlare...
Andrea Weber 4 mesi fa su fb
Che ignorante.
Caterina Michelini 4 mesi fa su fb
Che discorso inutile e insensato
Sandro Ribi 4 mesi fa su fb
Rita Molina Io ERO in utero e sono grato infinitamente a mia madre che mi ha lasciato uscire VIVO! Rita: e tu non sei riconoscente a tua madre che ti abbia lasciato vivere?
Millow Rase 4 mesi fa su fb
Ma che ognuno di noi sia grato di poter vivere è poco ma sicuro, tuttavia obbligare a portare a termine ogni gravidanza, oltre ad essere insensato, è un affronto ai diritti della donna
Palmira Bianchi 4 mesi fa su fb
Sandro Ribi beh a sto punto visti i suoi discorsi non sono grata a sua madre per averla lasciata vivere😂😂
Alessandro Kom 4 mesi fa su fb
Sandro Ribi ma si vergogni , le donne devono essere libere di scegliere se volete un figlio o no.Nessuna legge e nessuna religione glielo deve impedire .
Claudio Briante 4 mesi fa su fb
Nessun feto è un essere umano. L'aborto è un diritto di civiltà. Rassegnatevi o emigrate in Arabia saudita.
pillola rossa 4 mesi fa su tio
Chi sono gli autori dei femminicidi? I narcisisti perversi!
Flora De Lillo 4 mesi fa su fb
Donne, già martoriate ed oppresse in casa, che vengono lasciate sole a gestire questi uomini violenti. La polizia, pur comprendendo la gravità e l'instabilità della situazione, agisce solo quando ormai è troppo tardi perché la legge non le tutela adeguatamente. La maggior parte delle volte si potrebbe evitare il peggio intervenendo ai primi campanelli d'allarme e invece no... lasciamo pure che succeda... 😢
Hardy 4 mesi fa su tio
Svizzeri o stranieri che siano, la violenza sulle donne è un problema, che le vittime siano 1000, 100 o una sola. Credo anche che il problema non siano le migrazioni, ma delle leggi per nulla severe contro i colpevoli. Anzi, spesso è la vittima a rimetterci.
Zarco 4 mesi fa su tio
@Hardy Denunciare ? che senso ha, tanto non succede nulla..parlo da uomo schifato , dai maiali che girano
Massimo D'Onofrio 4 mesi fa su fb
Come mai non risultano mai uomini in queste statistiche?
Cristina Botta 4 mesi fa su fb
Finché non si vuole vedere il cero problema, qui in Svizzera la situazione può solo peggiorare.
Roberta Darani 4 mesi fa su fb
♥️
moma 4 mesi fa su tio
Basta leggere cosa ha detto sui giornali lo straniero che ha ammazzato sua moglie ad Ascona. Nella loro terra d'origine le donne contano poco e se non ubbidiscono ai maschi, botte e violenza. Per dire che molta violenza è d'importazione, vedi anche matrimoni combinati. Purtroppo, piaccia o no, è cosi. Quasi tutti gli omicidi di famiglia sono stati commessi da stranieri. So che da fastidio sentirlo dire, ma è cosi.
Zarco 4 mesi fa su tio
@moma I maiali ci sono anche nei miei connazionali svizzeri! Certo che le leggi fanno pena e sicuramente non incentivano a denunciare ....tanto non succede nulla !
Igor Petelin 4 mesi fa su fb
Probabilmente sono. i nipoti di quelli che usufruivano ancora del delitto d'onore. 😪😪😪😪
Alessandro Sbabo 4 mesi fa su fb
te sei un ignorante
Daniela Falcioni 4 mesi fa su fb
😡😡😡😡😡
Bayron 4 mesi fa su tio
Interessante conoscere la percentuale degli stranieri che si macchiano di questi delitti!
Sara Roiter 4 mesi fa su fb
La violenza contro le donne non ha matrici passionali o amorose: è brutalità allo stato puro, incapacità totale di gestire le proprie reazioni emotive, volontà di possesso e di dominio assoluto, come se i corpi fossero una proprietà privata e potessero essere resi in schiavitù perpetua.
Cristina Botta 4 mesi fa su fb
Sara Roiter sbagliato.
Sara Roiter 4 mesi fa su fb
Cosa?
Luca Moccia 4 mesi fa su fb
Non ho i dati della Grecia, ma qualcuno riferisca alla pregevole Conforti che l'Italia nel 2019 conta 90 donne uccise (che resta sempre un numero enorme) a fronte di una popolazione di circa 58 milioni di persone (una ogni circa 645000 abitanti). La Svizzera una donna uccisa ogni 355000 abitanti. Questi sterili confronti sono tanto assurdi quanto sterili ed ignoranti.
Ermelinda Pittelli 4 mesi fa su fb
Luca Moccia anche una sola donna uccisa è una donna di troppo!
Igor Petelin 4 mesi fa su fb
Ermelinda Pittelli Ogni 60 ore un marito o un fidanzato italiano uccide la propria moglie o la propria fidanzata..
Luca Moccia 4 mesi fa su fb
Giusto. E ciò non toglie che la Svizzera sembra essere due volte peggio che l'Italia in questo senso. Fatto che l'articolo sembra voler completamente ribaltare. Adesso riesce a comprendere meglio il senso del mio messaggio?
Ermelinda Pittelli 4 mesi fa su fb
Luca Moccia Se in 1 stato c'è anche solo UNA donna( che sia su 100 o su mio ) che viene uccisa è una donna che ha diritto alla vita ovunque e comunque! Ci sono donne che subiscono violenza psicologica e si suicidano per disperazione, ma queste non vengono contate.Io credo che oggi accanto al NO al femminicidio ci vorrebbe il SI all'educazione.
Igor Petelin 4 mesi fa su fb
Ermelinda Pittelli L'uomo padrone che non accetta che la storia sia finita e vede il matrimonio o il fidanzamento in modo cosí possessivo ê tipicamente italiano..Non dimentichiamo che un paio di decenni fa in meridione esisteva ancora il delitto d'onore
Marco Galati 4 mesi fa su fb
Luca Moccia Ma finitela con le statistiche è gia tragico e vergognoso che ci sia il feminicidio!!!!
Alessandro Kom 4 mesi fa su fb
Ermelinda Pittelli appunto
Alessandro Kom 4 mesi fa su fb
Igor Petelin tipicamente italiano? Magari se lei si informasse , saprebbe che non é un fenomeno “ tipicamente “ italiano . Purtroppo accade in molti paesi , purtroppo accade perché ci sono uomini che trattano le donne come delle proprietà , e dove la religione non aiuta, anzi, a migliorare la situazione .
Luca Ferrari 4 mesi fa su fb
Igor Petelin il delitto d'onore è quasi quarant'anni che è stato abolito in Italia (1981, solo un decennio più tardi di quando fu concesso il suffragio femminile al voto in Svizzera 😉), e seppur vero che i paesi cosiddetti "latini" presentano un "pathos" maggiore sull'argomento, questa terribile piaga è ben presente comunque in modo quasi uniforme in tutti paesi civilizzati. Oltre ad essere difficile da estirpare risulta spesso la punta di un iceberg di uno stato mentale oggi non più tollerabile.
Liliana Colleoni-Moning 4 mesi fa su fb
anche in Svizzera ??? Pensavo già l'Italia un disastro in questo senso... resto basita.... :( Da dove arriva tutta questa ignoranza e cattiveria ? Invece di progredire si peggiora ogni giorno :(
Mary Grandino 4 mesi fa su fb
Liliana Colleoni-Moning pensavi che la Svizzera fosse immune ?
Karmen Goy 4 mesi fa su fb
Liliana Colleoni-Moning guarda che non è vero
Alessandro Kom 4 mesi fa su fb
Liliana Colleoni-Moning Essere ignoranti e parlare a vanvera é una grave colpa : Nonostante avvenga un femminicidio ogni tre giorni e mezzo, l'Italia non sembra essere il Paese europeo con la maggiore emergenza rispetto al fenomeno della violenza sulle donne. Secondo dati dell'Agenzia per i diritti fondamentali dell'Unione europea, i Paesi in cui la violenza contro le donne (fisica e/o sessuale) è più comune sono quelli del Nord Europa. L'Italia si attesta sotto la metà della classifica, ben al di sotto della media europea: nel nostro Paese le donne vittime di violenza fisica o sessuale dai 15 anni in poi rappresentano il 27%, a fronte del 52% in Danimarca, del 47% in Finlandia, del 46% in Svezia, del 45% nei Paesi Bassi e del 44% in Francia e Regno Unito.
Diana Ferrari 4 mesi fa su fb
La maggior parte della violenza avviene tra le mura domestiche e non viene denunciata, guardate anche in casa vostra signori, invece di sparare sentenze (ad minchiam)
Filippo Russo 4 mesi fa su fb
Apriti cielo il fatto sta che le uccisioni sono in Svizzera
Jessy Bq 4 mesi fa su fb
Mamma mia ma quanta ignoranza in questi commenti!! Ma pensate che gli Svizzeri siano santi? Che non facciano mai nulla di sbagliato? Dai per favore!!! Io in primis “straniera” e la mia famiglia siamo stati in passato vittime di violenza domestica in casa dal mio patrigno “Svizzero DOC” TICINESE! Quindi non venite a giudicare ogni volta gli stranieri.🙄
Mary Grandino 4 mesi fa su fb
Jessy Bq ma veramente , c’è troppa ignoranza purtroppo
Jessy Bq 4 mesi fa su fb
Mary Grandino già🥴
Carlo Aiele 4 mesi fa su fb
99 su 100 sono stranieri. Svizzeri su carta ma non su tradizioni e origini.
Barbara Giantomaso 4 mesi fa su fb
Urca! che precisazione. Mi sento molto meglio ora! Eh gia' perché é IMPOSSIBILE che uno Svizzero sia anche solo capace di pensare di delinquere in qualsivoglia maniera. Ma per favore! Io me ne sbatto che siano Svizzeri, Italiani, Congolesi o Marocchini, questa dilagante violenza verso le donne é intollerabile. punto!
Andrea Weber 4 mesi fa su fb
Statistiche?
Carlo Aiele 4 mesi fa su fb
Barbara Giantomaso la precisione la dice la statistica dei detenuti in Svizzera.
Carlo Aiele 4 mesi fa su fb
Calcolando poi che ci sono 3 milioni di stranieri su 8 milioni e chissà quanti passaportati o sposati per avere il passaporto... sarànno in 50%. Calcolando che comq numero di detenuti per 100mila abitanti la maggior parte è straniera la cosa si aggrava sempre nello stesso modo.
Nesh online 4 mesi fa su fb
😡
Val Caste 4 mesi fa su fb
Chi sono gli autori troppo facile taggare gli Svizzeri criminali potrò vergognarmi, solo quando saprò quanti Svizzeri sono implicati
Maria Fleig 4 mesi fa su fb
Val Caste anche I svizzeri non sono angeli....mi lascia un po di razzismo 🤔
Val Caste 4 mesi fa su fb
Maria Fleig E la sua opinione ma la pensi pure come vuole il razzismo è altra cosa è se mi devo vergognare lo farò
Scilla Roncallo 4 mesi fa su fb
Maria Fleig meh sto razzismo...
Biscozzo Marlen 4 mesi fa su fb
Val Caste tutti santi gli Svizzeri! Ma che commento di bassa lega!
Val Caste 4 mesi fa su fb
Maria Fleig voglio anche dirle che nella mia famiglia ci sono più etnie differenti buona giornata
Maria Fleig 4 mesi fa su fb
Val Caste 👌👌buona giornata anche a lei
Bianchi Roberta 4 mesi fa su fb
Non è questione di svizzeri o meno .... ma la realtà dei fatti purtroppo
Val Caste 4 mesi fa su fb
Biscozzo Marlen non ho detto questo il marcio c’è ovunque ho risposto al titolo dell’articolo e non l’ho fatto io poi, si dice a chi non tocca non si ingrugna
Stefano Casalinuovo 4 mesi fa su fb
Val Caste gli svizzeri doc per dire, sono tra i maggiori sfruttatori di turismo sessuale di minori in Thailandia
Paolo Mac 4 mesi fa su fb
Stefano Casalinuovo esattamente, ma siccome non lo fanno in patria.....poco importa😔
Gloria Bergamo 4 mesi fa su fb
Val Caste non importa nazionalità..... ma gesto. Per favore!!!!!! Una donna è una donna... una persona!! Un uomo così è un mostro.. svizzero o non svizzero!!!!!!!!
Gloria Bergamo 4 mesi fa su fb
Stefano Casalinuovo insieme ai tedeschi!!!! Lo dicono le statistiche... 😏
Biscozzo Marlen 4 mesi fa su fb
Val Caste questo peró non l’aiuta a riflettere sul fatto che persone buone o cattive NON sono legate per forza all’etnia o alla nazionalità?
Val Caste 4 mesi fa su fb
Sono tutti Svizzeri allora ??
Daniel Mandelli 4 mesi fa su fb
Val Caste secondo l’ufficio federale di statistica il 46% degli accusati di violenza domestica sono svizzeri, il 46% stranieri residenti permanenti. Periodo 2009-2016. https://www.ebg.admin.ch/dam/ebg/it/dokumente/haeusliche_gewalt/infoblaetter/informationsblatt9zahlenzuhaeuslichergewaltinderschweiz.pdf.download.pdf/scheda_informativa9datisullaviolenzadomesticainsvizzera.pdf
Val Caste 4 mesi fa su fb
Gloria Bergamo Quello lo sa anche il Poldo ma dire gli Svizzeri si devono vergognarsi è altra cosa o no il gesto è brutto chiunque lo faccia e che sono gli Svizzeri e ancora un’altra poi a ognuno la sua opinione
Pietro Pre 4 mesi fa su fb
Val Caste ma riesci a scrivere in una lingua comprensibile? Non si capisce una fava
Cristina Botta 4 mesi fa su fb
Val Caste sono d’accordo con te. Se la gente va avanti a ragionare come fa in questi commenti, non si troverà mai una soluzione a questo problema.
Val Caste 4 mesi fa su fb
Cristina Botta Ma non lo so ma comunque che c’è un problema è da un pezzo che si sa , ma chi non vuol intendere e capire c’è poco da fare anche a scrivere in arabo si attaccano a tutto e alle debolezze del momento, per fare una conversazione inutile.
Bruna Bralla 4 mesi fa su fb
Val Caste per onestà di informazione si dovrebbero indicare le percentuali dei reati commessi da svizzeri rispettivamente da stranieri altrimenti queste notizie date a metà favoriscono la convinzione che siano esclusivamente gli svizzeri a delinquere, del resto basta andare a leggere le statistiche dei reati commessi in Svizzera e le percentuali sono li da vedere
Val Caste 4 mesi fa su fb
Bruna Bralla Non si può altrimenti ti danno subito del razzista. Qui sembra che a scrivere sono tutti capaci e a intendere fanno gli analfabeti,attaccandosi a due punti. Poi la cronaca dice la sua ma come sempre trovare accordo risulta difficile,spero che lei capisca cosa ho scritto visto che mi dicono ,che non si capiscono i miei scritti buona serata
Bruna Bralla 4 mesi fa su fb
Val Caste ho scaricato questo che dovrebbe essere affidabile a meno che pure loro sono razzisti...😂😂 https://www.bfs.admin.ch/bfs/it/home/statistiche/diritto-giustizia/polizia/patrimonio.assetdetail.7726193.html
Val Caste 4 mesi fa su fb
Bruna Bralla non riesco ad aprire il link lo cercherò con calma grazie 😊
Malos Ciflan 4 mesi fa su fb
Stefano Casalinuovo L ultimo studio dice che sono gli italiani
Malos Ciflan 4 mesi fa su fb
Gloria Bergamo Allora fuori i nomi
Francesco Durante 4 mesi fa su fb
Siete vergognosi! Vi accanite se sono Eritrei Svizzeri Tedeschi Italiani Russi Americani Inglesi! Il marcio sta ovunque! Il vero problema e rispettare chiunque sempre! A maggior ragione le donne che sono il motore trainante della vita! Che siano bianche gialle nere olivastre! Rispettiamole sempre.
Francesco Scimeca 4 mesi fa su fb
E colpa dell omertà la violenza sulle donne
Sandra Villa 4 mesi fa su fb
Chiedo perché lo stalking non é reato qui in Svizzera?
Palmira Bianchi 4 mesi fa su fb
Per varie ragioni: in primis, le donne in politica in svizzera ci sono relativamente da poco (a dir tanto 40 anni), tante politiche e leggi sono a favore degli uomini e cambiano lentamente. La cultura anche: tendiamo a essere un paese in cui si nascondono le cose di cui ci si vergogna, non come in america che si fomentano (nel bene e nel male) le vicende (vedi talk show, gente che scende in strada a protestare, eccetera), siamo molto razionali nel senso che poco viene deciso sull'onda dell'emozione. Poi la polizia: ci si concentra spesso su altri crimini più importanti, se poi lo si associa con il discorso culturale, è difficile esporsi come donna facendo denuncia e magari sentirsi ridere addosso o altro. Io come esperienza personale ho ricevuto minacce di morte, la polizia mi ha detto che se caso quella persona si fosse presentata sotto casa con un coltello potevo chiamare il 117, altrimenti di lasciar perdere. Figurarsi con lo stalking, bisognerebbe avere così tante prove che non ne vale nemmeno la pena (come è il caso attuale del mobbing sul lavoro, non vale la pena denunciarlo perché è praticamente impossibile condannare una persona). Infine anche il sistema giuridico svizzero, che non include delle grosse somme di ricompensa come magari negli stati uniti, dove si possono arrivare ad ricevere milioni per danni morali, è chiaro che induce di più una vittima a sporgere una denuncia
Daniel Mandelli 4 mesi fa su fb
Sandra Villa il motivo in realtà è che la legge già considera quasi tutti i reati che vengono commessi solitamente nello stalking. Cioè esistono reati specifici per tutti o quasi questi comportamenti.
Patrizia Noris 4 mesi fa su fb
Palmira Bianchi ritengo che lo stalking e il mobbing vadano sempre denunciati. A costo di fare denunce su denunce. Mai lasciar perdere. Ci vogliono prove vero ma ci sn altrettante modalità x dimostrare ciò che accade. Microcamere telefonini registratori,... ma mai lasciar perdere!! È ‘ comunque violenza anche questa.
Lea Amici 4 mesi fa su fb
Patrizia Noris anche io ero del parere che si deve denunciare. Poi purtroppo ho fatto diverse esperienze dove volevo/dovevo denunciare, ma sempre la stessa storia; in polizia si subisce la seconda violenza. Quindi l'ultima cosa che farei è andare in polizia. La polizia va assolutamente rieducata e sensibilizzata! E inoltre, purtroppo anche in polizia ci sono i pervertiti..
Palmira Bianchi 4 mesi fa su fb
Patrizia Noris son d'accordo con entrambe, idealmente va sempre denunciato, purtroppo a volte ci si sente ancora peggio dopo la denuncia e psicologicamente non è facile superare la fase che oltre a ricevere abusi ingiusti e illegali, la polizia non si muove e nulla fa, ci si sente abbandonati completamente con inoltre la paura di far arrabbiare chi si denuncia ancora di più e perdere il lavoro o peggio subire un attacco/violenta senza che nessuno interviene prima che sia troppo tardi.
Palmira Bianchi 4 mesi fa su fb
Patrizia Noris aggiungo un'altra cosa riguardo al mobbing: la denuncia è "valida" praticamente solo se prima si è segnalato internamente all'azienda il caso, cioè alle risorse umane o ai superiori, e la situazione non è cambiata. Mi pare assurdo, ma è così (parlo dei casi blandi, non gravi come abusi sessuali o discriminazione seria)
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-04-05 22:26:06 | 91.208.130.86