Ti Press
CANTONE
12.07.2019 - 11:090

Meno persone a beneficio del sostegno sociale

Pubblicati i dati sulle prestazioni di sostegno sociale relativi all’anno scorso, erogate al 2.3% della popolazione

BELLINZONA - Il Dipartimento della sanità e della socialità ha pubblicato i dati sulle prestazioni di sostegno sociale relativi all’anno 2018. Lo scopo della pubblicazione “Sostegno sociale in Ticino 2018” è quello di fornire una visione d’insieme della situazione, che permetta di meglio comprendere il fenomeno, le possibili motivazioni e la sua evoluzione nel tempo. L’evoluzione del numero di persone che necessita di un intervento di supporto finanziario, a causa della perdita del lavoro, di una malattia o di un divorzio, rispecchia l’evoluzione della nostra società. La pubblicazione evidenzia un’eterogeneità rilevante tra i beneficiari di sostegno sociale che necessitano quindi di risposte differenziate.

Panoramica - A dicembre 2018 le persone beneficiarie di sostegno sociale costituivano il 2.3% della popolazione residente. I nuclei familiari a beneficio delle prestazioni erano 5'263, lo 0.4% in meno rispetto allo stesso mese del 2017. Le persone beneficiarie, ovvero tutti i membri appartenenti al nucleo familiare (titolari del diritto, coniugi, conviventi o figli) erano in totale 7’974 (-1.3%). Di queste, il 25.9% erano figli minorenni o maggiorenni.

Nel 2018 le domande di sostegno accettate sono state 1'634, un numero inferiore rispetto a quello osservato negli ultimi due anni. Le domande chiuse sono state invece 1'771, un numero stabile rispetto al 2017 ma superiore rispetto agli anni precedenti. Tra i principali motivi di chiusura si rimarcano l’uscita verso il mondo del lavoro (26.1%), l’uscita verso assicurazioni sociali o altre prestazioni sociali cantonali (29.7%) e l’interruzione del contatto (29.2%).

Per quel che concerne la durata dell’intervento, a dicembre 2018 la maggioranza dei beneficiari percepiva un aiuto da meno di 3 anni (50.2%), un quinto da meno di 1anno (19.7%).

Profilo dei beneficiari - La maggioranza dei nuclei familiari a beneficio di sostegno sociale era costituita da persone sole (72.4%), mentre quasi un quarto era composto da famiglie con figli (23.7%). Per quel che concerne la struttura familiare, si riscontra una diminuzione del numero di figli (-2.6%) e in particolari dei minorenni (-3.7%).

La maggior parte dei titolari del diritto era rappresentata da persone di nazionalità svizzera (60.3%). Nelle persone, in termini di variazione in percentuale, si evidenzia una riduzione degli stranieri provenienti dall’Europa, sia UE 28 (-94, -6%) sia dalle altre nazioni del Continente (-33, -7.6%).

Per quanto riguarda l’età, le persone tra i 36 e i 55 anni rappresentavano quasi la metà dei titolari del diritto (2’563, 48.7%). Rispetto a dicembre 2017, l’aumento più marcato si è riscontrato tra i titolari di età compresa tra i 18 e i 25 anni (+24, +3.7%). Vi è stata invece una diminuzione dei titolari tra i 26 e i 35 anni (-20, -1.9%) e tra i 36 e i 45 anni (- 37, -3.3%).

Considerando il livello di formazione, il 53.8% dei titolari del diritto era in possesso di una formazione post-obbligatoria, mentre il 40.7% aveva al più terminato l’obbligo scolastico.

Per quanto concerne lo statuto occupazionale, quasi la metà dei titolari di prestazioni era costituita da persone disoccupate in cerca di lavoro (48.8%), una proporzione stabile rispetto a dicembre 2017. Si è notata invece una diminuzione delle persone attive professionalmente (-20, -2%) e di quelle inattive a causa di malattia, formazione o della propria situazione personale o familiare (-14, -0.8%).

Misure d’inserimento - Per i beneficiari di sostegno sociale il Cantone è attivo con diverse misure d’inserimento sociale e professionale, quest’ultimo grazie a una strategia che prevede la collaborazione tra il Dipartimento della sanità e della socialità, il Dipartimento delle finanze e dell’economia e il Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport. Per far fronte in modo sempre più efficace e mirato all’eterogeneità dei percorsi e delle caratteristiche dei beneficiari, da aprile 2018 è iniziato un progetto specifico per i giovani tra i 18 e i 25 anni.

Nel 2018 sono state complessivamente 1'199 le persone che hanno preso parte a un percorso d’inserimento sociale (858) o professionale (341). Sul totale delle 512 persone che hanno concluso un percorso d’inserimento nel corso dell’anno, 134 hanno ripreso un’attività lavorativa o una formazione professionale

La pubblicazione completa è consultabile al seguente indirizzo web: https://www4.ti.ch/dss/dasf/sdss/ussi/documentazione/statistica/

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-21 10:27:05 | 91.208.130.85