Ti Press (archivio)
CANTONE
09.07.2019 - 18:180

Aggredisce famigliari e polizia, giovane accusato di tentato omicidio

Il ragazzo, affetto da problemi psichici, ha dato in escandescenze con i propri parenti. Anche gli agenti intervenuti hanno faticato ad arginare la sua ira

LUGANO - Ha aggredito i propri famigliari e la sua furia non si è placata neppure all'arrivo della polizia. Per questi fatti, avvenuti alcune settimane fa e riferiti oggi dalla Rsi, un giovane del Luganese è finito in manette con l'accusa di tentato omicidio.

Il ragazzo si era infatti scagliato contro i genitori e il fratello con il manubrio di un attrezzo da palestra. Al padre aveva pure dato un pugno in faccia mentre alla madre un calcio in pancia. Anche il fratello era rimasto ferito nella colluttazione.

All'arrivo di una pattuglia della polizia presso l'abitazione, il giovane anziché calmarsi aveva inoltre colpito con un disco per il sollevamento dei pesi la testa di un agente.

L'imputato si trova al momento ricoverato in una clinica, in attesa che la Procuratrice pubblica Pamela Pedretti si pronunci sulla sua carcerabilità.  

 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-05 18:56:38 | 91.208.130.87