Foto: Tiraboschi/DeMarchi
Il sindaco Alain Scherrer con alcuni dei promotori
+ 1
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
2 ore
Nuovo corso alla Corsi
CANTONE
3 ore
Soccorritori e sub si esercitano in vista dell'estate
CANTONE
6 ore
Patriziati riuniti in assemblea
CAMORINO
6 ore
Portali aperti al cantiere Alptransit
CANTONE
9 ore
Bellinzona diventa “Fair Trade Town”
CANTONE
9 ore
100 anni del Dono nazionale svizzero
LUGANO
9 ore
Nuda e in stato confusionale sul lungolago
AIROLO
11 ore
Incidente sull'A2, feriti due occupanti del bus
AIROLO
12 ore
Incidente in autostrada, coinvolto un bus
CAMPIONE D’ITALIA
12 ore
«Campione colpito da calamità»
GORDOLA
13 ore
I bimbi sperimentano con le loro mani
CANTONE
13 ore
Flussi migratori e pressione alla frontiera nell'incontro con i Cantoni
AGNO
15 ore
Interruzioni notturne sulla linea FLP
GAMBAROGNO
1 gior
Centocampi in bilico: il giovane agricoltore getta la spugna?
LUGANO
1 gior
Lo Stato alla caccia delle imposte non pagate dal direttore della Aston
LOCARNO
18.05.2019 - 08:580

Oltre 1'000 firme per valorizzare e rilanciare la Città Vecchia

E ora c’è anche la petizione online

LOCARNO - La Sezione di Locarno del Partito Socialista e i Verdi del locarnese comunicano di aver consegnato oggi al Municipio di Locarno, per tramite del Sindaco Alain Scherrer, un primo pacchetto di 1'070 firme per la petizione “Valorizziamo e rilanciamo la Città Vecchia di Locarno!”. La petizione è stata rilanciata anche online.

L’obiettivo è chiedere un centro storico a misura d’uomo, al passo con i tempi e con un freno al traffico motorizzato di transito.

«Per ridar lustro al centro storico - sostengono i promotori - occorre una visione propositiva e rivolta al futuro, che da un lato conduca a eliminare il traffico motorizzato superfluo (in particolare quello di transito) e dall’altro porti a investire in spazi di qualità e in un servizio di trasporto pubblico di prossimità, con l’obiettivo dichiarato di valorizzare e rilanciare il quartiere».

I promotori invitano il Municipio a prendere atto di questi auspici democraticamente e legittimamente espressi dai firmatari della petizione e chiedono che l’esecutivo ne tenga debitamente conto nel pianificare il futuro del quartiere.

Foto: Tiraboschi/DeMarchi
Guarda tutte le 7 immagini
Commenti
 
pardo54 1 sett fa su tio
A volte mi chiedo se ci sia un alfabetismo di ritorno generalizzato. Ma chi parla di pedonalizzazione? Si chiede unicamente di introdurre delle misure che tolgano soprattutto il traffico parassitario di transito a tutto beneficio della popolazione e dei commerci. Ma quando non si vogliono capire le cose è più facile fare interpretazioni astruse. Piazza Grande: c'era una volta un progetto dell'arch, Snozzi per la sua riqualifica, ma le amministrazioni liberalpipidine lo hanno confinato in un cassetto. I commercianti, infine, devono rendersi conto che se i commerci languono, le motivazioni sono ben diverse da quelle che si continua a mercanteggiare.
Fran 1 sett fa su tio
Prima l'hanno fatta morire, idem per la città, piazza grande morta, negozi vuoti, idem Ascona. Mo cercano di farla rinvenire?? E come? È tardi. Troppo tardi! Noi oramai abbiamo perso l'abitudine di recarci in città. Al.max andiamo ai centri commerciali, ogni tanto mercato Belli, qlc.volta Lugano. Locarno e Ascona sono due città morte, anzi fatte morire parecchi anni fa. Chi c'ha voglia di ritornare? Chiudetele del tutto e mettete in pace lanima. E fatela pagare ai politici "lungimiranti" che hanno voluto l'autosilo Locarno :-)))). Un autentico böcc in l'acqua! Con la tassa di Zali sono diventati un SALASSO: 4h 15 fr! Ai centri commerciali trovi tutto ed i posteggi sono gratis ;-)
vulpus 1 sett fa su tio
Ecco la ricetta per vuotare ulteriormente questo quartiere. Enunciazioni e promesse farlocche, parole emotivamente coinvolgenti. Realtà, più nessuno va a raggiungere questo quartiere. Chiedete ai commercianti e a chi ha una attività in questo quartiere ,prima di perseverare in esperienze dannose
Maurizio Roggero 1 sett fa su fb
Che bello hanno raccolto le firme.... peccato che in Ticino ed ancor più nel locarnese si raccolgano sempre e solo firme, mentre il cervello e le buone idee non le raccoglie mai nessuno!!!
Selena Valeriani 1 sett fa su fb
Così tolgono la possibilità ai piccoli commercianti di vivere, non è necessaria questa misura, nel locarnese ci son ben altre cose più importanti da realizzare, sistemare... Paradosso , tolgono il city garden del festival ma vogliono dare più vita alla città vecchia. . Ocio perché dovrà essere vita silenziosa se no salta fuori il pincopallo di turno che reclama per ogni cosa, Vita per i giovani o per le persone in avs?!
Ben8 1 sett fa su tio
Benissimo, così spingiamo ancora un po‘ di potenziali clienti ai centri commerciali....
streciadalbüter 1 sett fa su tio
Vogliono uccidere la Citta`Vecchia c osi come hanno ucciso la piazza grande di Locarno.Fermiamoli prima che sia troppo tardi.
miba 1 sett fa su tio
Mi scuso per la franchezza ma prima di "paciugare" ulteriormente Locarno e se volete veramente valorizzare la città vecchia andate prima in luoghi in cui l'attrattività dei centri storici funziona, osservate, prendete appunti ed imparate da chi realmente e concretamente ha già avuto e risolto BENE il problema
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-05-25 23:48:16 | 91.208.130.87