TiPress - foto d'archivio
CANTONE / CONFINE
18.04.2019 - 13:150

Livello delle acque e frontalieri sul tavolo della Regio Insubrica

L’Ufficio Presidenziale ha approvato l’invio di una lettera all’attenzione del Ministero dell’Interno italiano sulla problematica dei veicoli aziendali svizzeri guidati su territorio italiano

COLDRERIO - Si sono riuniti questa mattina a Mezzana i membri dell’Ufficio Presidenziale e del Comitato Direttivo della Comunità di lavoro Regio Insubrica.

Alla presenza del Cancelliere dello Stato del Cantone Ticino, Arnoldo Coduri, delegato dal Consiglio di Stato del Cantone Ticino, del Presidente della Provincia del Verbano Cusio Ossola, Arturo Lincio delegato da Aldo Reschigna, Vice Presidente della Regione Piemonte, del Sotto Segretario della Regione Lombardia, Fabrizio Turba delegato dall’Assessore Massimo Sertori, dei rappresentanti delle Province di Como e Varese e della Città di Lugano, l’Ufficio Presidenziale e il Comitato Direttivo della Regio Insubrica hanno passato in rassegna diversi temi di particolare attualità e rilevanza per il territorio.

Le parti si sono reciprocamente aggiornate sulle tematiche legate alla questione del livello idrico estivo del Lago Maggiore e hanno deciso di richiedere la riattivazione della Commissione competente per la regolazione del livello delle acque. Si è, inoltre, proceduto ad un aggiornamento relativo alla situazione debitoria e allo stato doganale del Comune di Campione d’Italia.

L’Ufficio Presidenziale ha poi approvato l’invio di una lettera all’attenzione del Ministero dell’Interno italiano sulla problematica sorta recentemente relativa all’utilizzo in territorio italiano e all’avvenuto sequestro di veicoli aziendali, targati in Svizzera e utilizzati da lavoratori frontalieri italiani.

Durante i lavori sono state prese in esame le attività dei tavoli tematici e dei gruppi di lavoro quali: Inerti, Turismo, Protezione Civile, Enti locali, Mobilità, Economia e Giornate Insubriche del Verde Pulito, nonché Ordini degli ingegneri e degli architetti della regione insubrica. Sono state inoltre valutate le domande di patrocinio e contributo dei progetti portati all’attenzione della Regio Insubrica.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-08-23 11:43:07 | 91.208.130.85