Ti Press
Una veduta dell'enclave
CAMPIONE D'ITALIA
03.04.2019 - 17:300

«Anche qui nascondevano la droga nei boschi»

Il fenomeno non è paragonabile a quanto verificatosi nelle valli del Varesotto. Ma Natale Grasso, maggiore dei carabinieri, è attento: «La mettevano sotto terra. Fermate due persone»

CAMPIONE D'ITALIA – Il fenomeno non ha nulla a che vedere con i recenti arresti nelle valli del Varesotto, dove tra i boschi si erano creati veri e propri outlet della droga. Con diversi clienti ticinesi. Però ci sono delle affinità. Anche nei boschi attorno a Campione d'Italia c'è la droga. La nascondono sotto terra. Due persone, cittadini rumeni, qualche mese fa sono finite in manette. «E continueremo a restare vigili – conferma il maggiore dei carabinieri Natale Grasso –. Tenevano la droga qui e la vendevano in Svizzera». 

Un po' come era capitato con i due albanesi arrestati poche settimane fa sempre a Campione. Loro la cocaina la nascondevano presso il Santuario di Santa Maria dei Ghirli. «Allo stato attuale delle cose, tuttavia, non vedo collegamenti con quanto sta accadendo nelle zone di Luino e di Varese. La nostra regione ha una conformazione più particolare. Non ci sono "punti vendita" nei boschi. Solo nascondigli, con vasetti messi sotto terra».   

Grasso non esclude che nei prossimi mesi possano esserci ulteriori fermi. «Siamo sempre presenti sul territorio ed è un problema che vogliamo combattere». 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-10-20 08:29:59 | 91.208.130.89