tipress
ULTIME NOTIZIE Ticino
BELLINZONA
23 min
Cassa pensioni dei dipendenti comunali: «I nodi vengono al pettine»
BELLINZONA
38 min
In Italia era ricercato, in Ticino prendeva l’assistenza
CANOBBIO
1 ora
Un anno di lavori per la nuova pista ciclabile
MELIDE
1 ora
«Io, donna non vedente, cerco qualcuno che venga in tandem con me»
LUGANO
3 ore
Tokyo? No, Lugano all'ora di punta
LUGANO
3 ore
"Opera per tutti" e "Tristar Triathlon Lugano", chiuse alcune strade
SANT’ANTONINO
3 ore
Prezzi italiani in Ticino: «Il test sta dando buoni frutti»
CANTONE / GRIGIONI
13 ore
Il Passo del Lucomagno è stato riaperto
CANTONE
13 ore
Un futuro più digitale per la SUPSI
LUGANO
15 ore
Quando vivevamo senza fili
LUGANO
15 ore
LAC: cibo, bevande e pulizie cambiano mano
LUGANO
16 ore
Tamponamento a Lugano Sud ed il traffico va in tilt
CAPRIASCA
16 ore
Cade da un muretto, interviene la Rega
CANTONE
16 ore
Approvvigionamento dell'acqua, una nuova ordinanza in caso di penuria
CAMPIONE D'ITALIA
16 ore
«I debiti di Campione li paghi l'Italia»
CANTONE
22.02.2019 - 11:350
Aggiornamento : 15:31

Polveri fini, Mendrisiotto da bollino rosso

PM10 da diversi giorni sopra i limiti consentiti. Livelli elevati registrati anche nel Luganese

MENDRISIO - È un Mendrisiotto da bollino rosso per quanto concerne il livello di polveri fini nell'aria.

Come predetto a inizio settimana, il bel tempo e l'assenza di precipitazioni non hanno favorito un ricambio d'aria tale da riportare il PM10 sotto i limiti OIAt di 50 µg/m3.

È da lunedì che i grafici mostrano un aumento esponenziale di polveri sottili che a Mendrisio hanno raggiunto un picco di 81 µg/m3 nella giornata di ieri. Il dato odierno, non ancora rilevato, potrebbe essere anche più alto.

I livelli hanno ormai sforato i limiti anche nel Luganese dove, sulla mappa dell'Osservatorio Ambientale della Svizzera Italiana (OASI) si possono notare, sparsi, bollini gialli e arancioni.

Le previsioni per i prossimi giorni non promettono condizioni tali da favorire una pulizia dell'aria per cui è prevedibile che, nel breve periodo, saranno messe in atto le classiche misure del caso, come potrebbero essere gli 80km/h imposti in autostrada.

La polveri sottili - Le particelle di polveri fini sono una miscela complessa di inquinanti. Sono composte da:

  • particelle primarie, emesse direttamente durante i processi di combustione (p. es motori diesel, impianti di riscaldamento a legna), generate in seguito all'abrasione meccanica di pneumatici e freni, alla pavimentazione stradale e alla messa in sospensione delle polveri fini, oppure riconducibili a fonti naturali.
  • particelle secondarie, che si formano nell'aria a partire da precursori gassosi (diossido di zolfo, ossidi di azoto, ammoniaca, composti organici volatili).

Gravi conseguenze sulla salute - Sono denominate PM10 le particelle con diametro inferiore a 10 micrometri e PM2.5 quelle con un diametro inferiore a 2.5 micrometri. Date le loro minuscole dimensioni, esse possono penetrare anche nelle ramificazioni più sottili dei polmoni, per poi raggiungere, in parte, i vasi linfatici e sanguigni. La loro struttura frastagliata favorisce inoltre il deposito di altre sostanze tossiche.

Questa miscela di inquinanti è costituita da numerosi composti chimici, alcuni dei quali con effetti cancerogeni, p. es. la fuliggine. Genera infiammazioni locali alle vie respiratorie e può pertanto avere gravi conseguenze sulla salute quali tosse, dispnea, bronchite e attacchi di asma in bambini e adulti; affezioni del sistema respiratorio e cardiocircolatorio, talvolta con necessità di ricovero in ospedale; cancro ai polmoni e morti premature.

Ingrandisci l'immagine
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-06-18 09:37:43 | 91.208.130.87