TiPress
ULTIME NOTIZIE Ticino
LUGANO
13 min
Ristoratori ticinesi ottimisti
Uno studio di UBS parla di facile ripresa. GastroTicino: «Momento difficile per chi lavora con business e congressi».
AIROLO
13 min
«Fermate quel mostro: interrate quei tralicci»
A Nante, in Leventina, un bosco rischia di essere distrutto da un progetto elettrico. Scoppia la rivolta.
CANTONE
11 ore
«Mascherine gratis sui mezzi pubblici»
Lo chiede il Partito socialista in una lettera aperta indirizzata al Governo ticinese
VIDEO
LOCARNO
11 ore
I dinosauri sono sbarcati nella Rotonda di Locarno
Ecco Dinosaurs Park, la mostra evento che apre i battenti domani in Piazza Castello
CANTONE
11 ore
Vacanze negate: «C'è chi l'ha presa male»
Italia, Spagna. Ma anche la Serbia, con qualche escamotage. I vacanzieri si preparano a lasciare il Ticino. Come?
GRAVESANO
13 ore
Medio Vedeggio, si vota il 18 ottobre
Il Consiglio di Stato ha fissato la data della votazione sul progetto aggregativo tra Bedano e Gravesano.
LUGANO
13 ore
Troppi incivili: il Municipio chiude la Foce
Nel weekend lo sbocco del Cassarate non sarà accessibile dalle 20.00. Colpa dei vandalismi, e dei rifiuti
CANTONE
14 ore
Orari nei licei: consegnata la petizione
Il sindacato degli studenti ha recapitato oggi 730 firme alla cancelleria dello Stato
CANTONE / SVIZZERA
14 ore
«Poca voglia di far spesa in Italia»
Secondo Migros gli svizzeri sono tornati in massa a far spesa oltre confine dalla riapertura delle frontiere.
CANTONE
15 ore
Il Ticino rialza il livello d'allerta
L'aumento dei contagi ha fatto passare dal blu all'arancione la campagna cantonale di sensibilizzazione.
CANTONE
15 ore
Diplomi per giovani talenti dello sport e dell'arte
Si è svolta il 26 giugno la cerimonia di consegna degli attestati federali presso la Scuola professionale per sportivi.
FOTO
CANTONE
16 ore
Luce verde (e milioni) alla mobilità della Capitale
Il Consiglio di Stato ha dato via libera ai crediti per la progettazione e la realizzazione del PAB3.
CANTONE
02.12.2018 - 11:420

Campione d'Italia: «Se paga il Ticino, li scaleremo dai ristorni»

Claudio Zali ha incontrato Ignazio Cassis a Berna. Il problema è che i debiti si accumulano e non ci sono fondi per coprire le spese

CAMPIONE D'ITALIA - In occasione della trasferta a Berna per l'elezione di Marina Carobbio alla presidenza del Consiglio nazionale, Claudio Zali ha incontrato Ignazio Cassis per discutere della "situazione Campione d'Italia".

La Città di Lugano, infatti, continua a erogare servizi all'enclave relativi alla fognatura e alla raccolta di rifiuti solidi urbani, generando fatture. Fatture che non possono essere saldate e che si sommano ai debiti del Comune. 

Il direttore del Dipartimento del territorio ha riferito al Mattino di avere «richiesto un intervento per sbloccare le cose» al Dipartimento federale degli affari esteri. E ha aggiunto che se il Ticino dovesse essere chiamato ad anticipare queste spese, garantendo l'erogazione dei serivzi, «si attiverà affinché i relativi importi vengano immediatamente scalati dai ristorni versati all'Italia e vincolati agli stessi».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Dragon76 1 anno fa su tio
Mattiatr condivido, allora li blocchino davvero i ristorni. Solo annunciare e non fare nulla è troppo facile. Abbiano il coraggio come diceva Giuliano Bignasca di non fare il solito bonifico anche se è materia federale
Tato50 1 anno fa su tio
Mettile in pratica Zali e non ti curar di loro ( il trio di Gandria che vota contro) ;-))
Dragon76 1 anno fa su tio
Siamo già in campagna elettorale. Zali furbetto
Mattiatr 1 anno fa su tio
@Dragon76 E non è l'unico, pensa che alcuni lo fanno da un anno e mezzo. In ogni caso mi pare giusto che l'Italia ci ridia i soldi a lei prestata. Questo è il metodo più certo per riaverli.
mgmb 1 anno fa su tio
Zali datti una calmata e non fare il duro, tanto oramai non ti crede più nessuno e non fai paura neanche ai gatti.
PacMan84 1 anno fa su tio
Se sospendiamo i servizi poi butteranno l'immondizia nel lago e ci perdiamo tutti... giusto togliere dai ristorni il servizio che viene offerto al comune italiano. Magari una soluzione potrebbe essere quella di far diventare il comune italiano Campione d'Svizzera XD
vulpus 1 anno fa su tio
Si continua con l'improvvisazione. Lega al governo in Ticino, Lega al governo in Italia: queste affinità valgono solo per le mangiate in comune e le dichiarazioni altisonante sui media? Se non sanno gestire una faccenda del genere che se ne vadano a casa.
Danny50 1 anno fa su tio
I ristorni devono essere annullati con la disdetta dell’accordo fiscale del ‘74. Per Campione bloccare i servizi (tutti) finché l’Italia non provvede a pagare i debiti e a garantire almeno un anno di oneri depositando cash. Vorrei vedere se la situazione era all’opposto. Basta fare gli svizzerotti generosi e zelanti sul gobbo dei contribuenti che non arrivano a fine mese.
jena 1 anno fa su tio
Soluzione semplice... se entro una settimana non hanno saldato tutti i debiti si smette di erogare ogni servizio proveniente dal Ticino!!! Basta farci prendere per il hulo
Findus 1 anno fa su tio
Dai Zali non fare il grande a parole, che il trucco non funziona più e poi prendi delle grande bacchettate dai tribunali. E non occuparti della città di Lugano che si arrangia bene da sola. Se un servizio non viene pagato, si ha tutto il diritto di sospenderlo. La città di Lugano ha solo da smetttere di raccogliere rifiuti e acque luride....poi vediamo cosa succede
Tato50 1 anno fa su tio
@Findus Si la città di Lugano si arrangia bene, specialmente con Il Lac che si allaga e cadono le "lastre" indiane che tra l'altro contengono eternit ;-(( Dimentichi che la città in oggetto deve ricevere milioni dall'enclave e gli fornisce ancora i servizi ben sapendo che li pagheranno quelli che non volevano la tassa sul sacco e pure chi la voleva. BRAVI !!!
siska 1 anno fa su tio
In questo mi sembra più che corretto i debiti dovrebbe sostenerli la Regione Lombardia o lo Stato italiano. Ma cosa si fa per ottenere consensi?.............
Nicklugano 1 anno fa su tio
… e Cassis gli avrà risposto che "sa po' mia fa".
albertolupo 1 anno fa su tio
@Nicklugano gli avrà risposto di sì e poi non farà niente, oppure farà il contrario
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-10 06:13:00 | 91.208.130.89