CANTONE
18.05.2018 - 16:110

Un corso per i Comuni sulla mobilità elettrica

SvizzeraEnergia ed Emotì intendono fornire ai Comuni e alle città consigli ed informazioni pratiche sull’integrazione ottimale della mobilità elettrica

BELLINZONA - SvizzeraEnergia per i Comuni, con il sostegno di Emotì, organizza per il pomeriggio del prossimo 30 maggio a Bellinzona un corso sul tema della mobilità elettrica, rivolto in primis ai Comuni e alle città della Svizzera italiana. Tramite il corso si intende fornire ai Comuni e alle città consigli ed informazioni pratiche sull’integrazione ottimale della mobilità elettrica.

«La mobilità elettrica sta gradualmente prendendo piede anche alle nostre latitudini: basti pensare che nel 2017 in Svizzera sono state immatricolati oltre 80'000 nuovi veicoli ibridi o completamente elettrici. Considerando che attualmente in Svizzera la mobilità rappresenta oltre un terzo dei consumi totali di energia ed è basata al 96% su vettori energetici fossili, è evidente che la mobilità elettrica, se ben coordinata con le varie modalità di spostamento, può rappresentare un’opportunità anche dal punto di vista della politica energetica e climatica. E se la corrente utilizzata proviene da risorse rinnovabili, di cui il nostro Paese è molto ricco, ecco allora che si possono ottenere benefici anche a livello di riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra, responsabili dei cambiamenti climatici».

In questa transizione verso una mobilità più sostenibile, le città ed i Comuni hanno un margine di manovra importante e possono assumere un ruolo attivo. «Essi possono ad esempio impostare la pianificazione del territorio e di tutto quanto ruota attorno agli insediamenti e agli edifici in modo che la mobilità elettrica possa integrarsi e svilupparsi al meglio, per esempio con regolamenti riguardanti i nuovi edifici di una certa dimensione. Inoltre i Comuni, a livello di amministrazione, scuole e servizi, possono assumere un ruolo esemplare dotandosi di veicoli elettrici per gli ambiti idonei. In aggiunta, i Comuni possono offrire e coordinare attività di informazione, consulenza e sensibilizzazione su questo tema rivolti alla popolazione, ai proprietari immobiliari, agli investitori e alle imprese presenti sul loro territorio. E naturalmente possono occuparsi direttamente o indirettamente delle infrastrutture di ricarica per i veicoli elettrici».

L’iscrizione al corso è obbligatoria. Al termine del pomeriggio, sul piazzale antistante la Scuola media 2 di Bellinzona dove si terrà il corso, per i partecipanti ci sarà pure la possibilità di provare alcuni veicoli elettrici.

Programma e iscrizioni qui.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-02-21 01:13:14 | 91.208.130.87