tipress
PONTE BROLLA
09.06.2017 - 17:330

Poligono di Ponte Brolla: le autorità invitano alla pazienza

Dopo le proteste per i disagi, il Dipartimento delle istituzioni ha voluto fornire alcune precisazioni

PONTE BROLLA - Recentemente i rumori forti e prolungati causati dalle attività del Poligono di Ponte Brolla avevano esasperato gli esercenti del posto: «Che senso ha spendere milioni di franchi in campagne pubblicitarie per promuovere un Ticino bello, accogliente, paradiso della natura, luogo di pace e allo stesso tempo tollerare simili atti di inciviltà?». Questo è quanto era stato ribadito dagli esercenti della zona in una lettera di protesta all’Agenzia turistica ticinese.

Secondo il Dipartimento delle istituzioni, lo stand di tiro di Ponte Brolla è uno degli attuali poligoni del Locarnese che, in futuro, saranno rimpiazzati da uno stand regionale. In attesa di vedere concretizzarsi il progetto, la società incaricata della sua gestione e le autorità cantonali hanno già adottato le misure necessarie a ridurre l’impatto della sua attività, che è stata limitata nei mesi di maggiore afflusso turistico. In generale, il Dipartimento desidera ricordare alla popolazione che l’attività svolta nei poligoni del Cantone è regolata da direttive valide per tutta la Confederazione.

Proprio nei prossimi giorni, anche lo stand di Ponte Brolla ospiterà il Tiro federale in Campagna; si tratta della più grande manifestazione di tiro popolare al mondo, che si svolge in tutta la Confederazione su un unico fine settimana e riunisce più di 130’000 sportivi. A questo proposito, le autorità cantonali non possono che invitare alla tolleranza.


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-12 08:02:40 | 91.208.130.89