20 minuti/tio.ch
LUGANO
26.05.2017 - 06:000
Aggiornamento : 08.01.2019 - 15:33

Se la banconota non ti permette di acquistare il biglietto

Molte le spiegazioni dei viaggiatori che salgono sui bus senza titolo di trasporto. La TPL: «Ma di principio gli utenti restano passibili di multa»

Acquistare biglietti

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.

LUGANO - Tarda serata nella periferia di Lugano. Il bus sta per arrivare, ma vi rendete conto che non potete acquistare il biglietto perché nel borsellino non avete nessuna carta di credito, tantomeno moneta: solo una banconota, che però non è utilizzabile come mezzo di pagamento al distributore automatico. Decidete allora di prendere il bus sprovvisti di titolo di trasporto, ma non senza avvertire l’autista. Tuttavia non c’è da stare tranquilli, perché «l’autista non si assume nessuna responsabilità, l’utente resta passibile di multa». È quanto ci dicono dai Trasporti pubblici luganesi SA (TPL), commentando una vicenda analoga segnalata da un nostro lettore. Lettore che si è ritrovato a pagare la consueta multa di 100 franchi.

Le giustificazioni degli utenti - Una volta è la mancanza di moneta, un’altra la fretta di prendere il bus in partenza. Gli autisti e gli addetti al controllo dei titoli di trasporto devono fare i conti con svariate spiegazioni da parte degli utenti sprovvisti di biglietti. Ma sono poche quelle che permettono davvero di evitare la sanzione. In primis l’abbonamento dimenticato a casa. «La multa viene comminata. Ma se l’utente presenta al più presto al nostro sportello l’abbonamento in corso di validità, dovrà pagare soltanto una spesa amministrativa di cinque franchi» ci dicono ancora dalla TPL. Anche il guasto al distributore automatico è una situazione che «può essere verificata dai nostri servizi».

Solo banconote? «Problema raro» - E per quanto riguarda la banconota? Si tratta di un mezzo di pagamento che non viene accettato da nessuno dei 488 distributori automatici presenti nell’area della Comunità tariffale Arcobaleno (e gestiti dalla stessa). «Una questione sulla quale in rare occasioni ci è stato chiesto un chiarimento» ci dice la responsabile comunicazione di Arcobaleno, sottolineando comunque che non risultano segnalazioni da parte di utenti in difficoltà.

Risparmio e sicurezza - Per la scelta dei distributori, entrati in servizio a partire dal 1. settembre 2012, le parole d’ordine erano “risparmio” e “sicurezza”. «Le valutazioni sono state fatte all’acquisto degli apparecchi» ci spiega ancora la portavoce. «L’accettazione delle banconote - aggiunge - avrebbe comportato un investimento molto oneroso, sia per l’investimento iniziale sia in termini di gestione in quanto avrebbe richiesto lo svuotamento quotidiano delle casse dei distributori e comportato un rischio di scasso più elevato».

Non è una scelta isolata - All’epoca la Comunità tariffale ha dunque ritenuto che i costi fossero eccessivi rispetto al beneficio per l’utenza «che dispone di molteplici possibilità di pagamento». Si fa infatti riferimento alla diffusione di carte di credito e di debito, che «sopperiscono alla mancanza di un terminale adibito a banconote». E la Comunità tariffale Arcobaleno non è un caso isolato: «A livello svizzero la maggior parte dei distributori di biglietti dei trasporti pubblici non dispone del modulo per le banconote».

Senza biglietto? Passibile di multa - Anche Arcobaleno ricorda, dunque, che «di principio il viaggiatore sprovvisto di un titolo di trasporto valido è sempre passibile di multa». La TPL sottolinea, inoltre, che non riscontra una casistica significativa per quanto riguarda gli utenti che non riescono ad acquistare il biglietto per la mancanza di un terminale banconote. «Essendo molti distributori della nostra rete dotati di lettore di carta di credito».

Autisti, raccontateci i vostri aneddoti preferiti

Ogni giorno trasportate innumerevoli viaggiatori da un capo all'altro del cantone. Conducenti dei mezzi pubblici ticinesi, raccontateci i vostri migliori aneddoti, le vicende più curiose che vi sono capitate a bordo di autobus e treni. Come il 43enne conducente di tram Lukas: «Una sera non potevo proseguire la corsa, perché un auto parcheggiata invadeva i binari. Diversi passeggeri sono scesi per sollevare il veicolo e spostarlo di qualche centimetro». Mandate le vostre storie a feedback@20minuti.ch

Commenti
 
Liola 2 anni fa su tio
Vi è mai capitato di andare a Milano o Torino e dare in pagamento franchi svizzeri?????datemi retta cambiate in Euro prima di partire..... La nostra è cartaccia.....
leonil 2 anni fa su tio
Sulla linea Lugano Ponte Tresa.... mica possiamo chiedere al macchinista per il biglietto... gli automatici sono gli arcobaleno....
leonil 2 anni fa su tio
Io spesso mi ritrovo a non avere abbastanza moneta.... trovare l'automatico in panne ma non viene emesso un biglietto che lo prova! Mi é capitato di pagare il euro non avendo moneta in franchi e non da il resto l'autamatico con pagamento in euro
miki64 2 anni fa su tio
@leonil non è vero che non da il resto lo da in franchi
Simo66 2 anni fa su tio
se non si paga il parcheggio, con la moneta si prende la multa?
masito 2 anni fa su tio
il problema è che molti automatici non accettano neppure le carte di credito. Solo ed esclusivamente moneta.
vulpus 2 anni fa su tio
L'errore è stato fatto all'inizio, quando sono stati acquistati i distributori, uguali per tutto il Ticino.Si è voluto risparmiare (come al solito si risparmia dove non sarebbe necessario), ora ci sono i problemi.
tip75 2 anni fa su tio
un nuovo modo per far cassetta in un paese dove la multa ormai è la sola cosa che conta incassare, nel 2017 non esiste che un automatico non prenda le banconote
Pepperos 2 anni fa su tio
Personalmente trovo articolo non credile. Ma l'azienda potrebbe dotarsi di app ( tipo Atm Milano ) ho dotare l'autista di biglietti ( winthertur ) con un adozione di 5+5 CHF.
ctu67 2 anni fa su tio
enumapagum !
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-20 12:19:10 | 91.208.130.86