ULTIME NOTIZIE Ticino
BELLINZONA
22 min
Via Ludovico il Moro riapre in entrambi i sensi
CANTONE / SVIZZERA
33 min
Cittadinanza svizzera revocata, sarà ricorso
CHIASSO
57 min
Dall’estate all’inverno, riapre la pista del ghiaccio
CANTONE
1 ora
Le vite degli italiani sotto lo sguardo dello Stato
CANTONE
2 ore
Radar a Camorino: «Nessuna distanza minima dal cartello?»
MASSAGNO
2 ore
Sberle e denunce tra mamme al parchetto
MENDRISIO
3 ore
Una serata per aspiranti soccorritori volontari
CANTONE
3 ore
Ferrovia Ticino-Malpensa: un treno su dieci è in ritardo
CANTONE
11 ore
Frate cappuccino alla sbarra a dicembre
CANTONE
12 ore
Gobbi sul radar di Camorino: «Lo scopo preventivo è quantomeno discutibile»
CANTONE
13 ore
Swiss sui voli cancellati: «Siamo in stretto contatto con Adria Airways»
CANTONE / SVIZZERA
13 ore
Lavoratori distaccati: «No a maggiori diritti verso gli appaltatori»
CANTONE
14 ore
Casse malati, l’Ordine dei medici sta con Raffaele De Rosa
BIASCA
16 ore
Licenziato dall'Ocst: «Sono distrutto»
CANTONE
16 ore
Prevenzione o radar trappola? A Camorino è strage di multe
CANTONE
11.12.2015 - 14:010
Aggiornamento : 15:54

Basta 3.000 franchi lordi di minimo salariale, "Come fare a sopravvivere?"

Critiche da Unia alla decisione di togliere il minimo salariale di 3.000 franchi ai duemila lavoratori nel settore della fabbricazione di apparecchiature elettriche. Lepori: "Messaggio sbagliato"

BELLINZONA - La percentuale di abusi gravi si conferma al di sotto della soglia stabilita dal modello di valutazione del dumping salariale e il Contratto normale di lavoro (CNL) nel settore della fabbricazione di apparecchiature elettriche scadrà pertanto al 31 dicembre 2015. E' questo, in sintesi, il contenuto del breve comunicato stampa diramato venerdì dalla Commissione Tripartita in materia di libera circolazione delle persone.

A partire dal primo gennaio le aziende del settore non saranno più sottoposte al CNL, che prevedeva un minimo salariale di 3.000 franchi lordi mensili per 12 mensilità.

In Ticino, come ci ha spiegato Rolando Lepori, co-segretario regionale di Unia, sono circa 1.800-2.000 i dipendenti che lavorano nel settore della fabbricazione di apparecchiature elettriche. Un esercito di lavoratori che dal 1° gennaio rischia di vedersi i propri salari abbassarsi. Il sindacalista, raggiunto telefonicamente, ci ha spiegato che, con l'introduzione del CNL, vi sono state aziende che avevano abbassato le indennità e alzato il cosiddetto "addendum" per riuscire così a rispettare i 3.000 franchi lordi. Dal 1° gennaio il rischio è che questo "addendum" venga tolto "e si torni così agli 11-12 franchi di paga oraria anziché i 15,98 franchi all'ora per tredici mensilità". "In questi prossimi due anni - ha continuato Lepori - le aziende si potranno così sbizzarrire in fatto di retribuzioni".

Sì, perché in Svizzera, cosa più unica che rara nei paesi civilizzati, la stipulazione del contratto, nella maggioranza dei casi, è individuale, ciò vuol dire che, a parità di mansione e di esperienza, a un lavoratore può venire accordato un salario diverso da un suo collega. Chi si offre per meno, vince. C'è un altro aspetto considerato da alcuni rilevante, ossia che "con con 3.000 franchi lordi al mese in Svizzera, che corrispondevano alla CNL, è impossibile neppure immaginare di poter vivere dignitosamente", ha continuato Lepori, che critica il Consiglio di Stato per avere consentito la fine del Contratto normale di lavoro. "In questo modo il Governo cantonale compie un passo politico sbagliato: contraddice la decisione del popolo ticinese, che ha approvato il principio di un salario minimo. E in questo caso questo principio c'era". E' vero che, con 3.000 franchi lordi, come detto, è difficile sperare di poter riuscire a vivere con tranquillità in un Ticino dove i canoni d'affitto sono molto alti e i premi di cassa malati continuano ad aumentare. E allora come mai si può permettere che nel nostro Cantone vengano elargiti salari che non danno la possibilità di poter vivere nella terra in cui si vive e si lavora? "Noi lottiamo da sempre per fare passare questo principio e con tutti gli strumenti possibili. Il problema è che in Svizzera non vi è l'obbligo di Contratti Collettivi di Lavoro, non vi è l'obbligo di un salario minimo. La Svizzera sta diventando così una sorta di zona franca, dove le aziende sono libere di pagare i propri dipendenti con salari molto bassi, in alcuni casi più bassi che in Italia, e, allo stesso tempo, di beneficiare di prestazioni accessorie svizzere e carichi fiscali molto allettanti. E' normale che siano molte le aziende dall'estero che vogliano stabilirsi in Svizzera. E molte di queste aziende, che lavorano e fanno i propri affari nel canton Ticino, occupano personale frontaliere a bassi salari. E questo non fa che provocare un abbassamento generale della massa salariale che potrà essere spesa e consumata sul territorio. Ma non solo. Vi è il pericolo che aumenteranno sì i posti di lavoro, ma saranno pagati poco e tutti a favore dei lavoratori frontalieri".

Per Lepori sarebbe doveroso che, da parte delle istituzioni cantonali, si aprisse un dibattito sul modello di sviluppo di un cantone in cui, "vi sono operaie ticinesi, che lavorano in fabbrica, guadagnano 3.000 franchi al mese e devono affrontare trasferte in auto di 30/40 chilometri. Operaie che, per riuscire ad arrivare a fine mese, durante l'ultima settimana del mese dormono in macchina, vicino al loro posto di lavoro".

Commenti
 
Gery 3 anni fa su tio
Fr. 3000.- sono niente ma, se si prendono i pensionati Svizzeri vi accorgete che sono di gran lunga al di sotto della soglia di sopravvivenza con i prezzi Svizzeri che ti ritrovi... La legge dice se il tuo coniuge è più giovane di te e non ha raggiunto la fine del 45 anno d'età non ha diritto neanche alla vedovanza, se ha te dovesse succederti un qualcosa neanche il diritto di reversibilità il 60% della tua pensione di Fr.2000.- =Fr.1200.- che basterebbero per l'affitto e tutto il resto? Beh se si è risparmiato in gioventù ti mangi un po alla volta il capitale oppure quello della cassa pensione, perché se chiedi la complementare, ti guardano come una bestia rara, come hai speso i soldi negli ultimi 10 anni ecc. quindi meglio essere un migrante e non un cittadino che ha lavorato per una vita onestamente e si ritrova con Fr.2000.- mensili e con una moglie con problemi di salute la quale DEVE lavorare con i dolori se no, non si mangia, no meglio migrante vitto, alloggio, e assistenza sanitaria gratuita, niente tasse... Tv, telefono e in più soldini in tasca e il dolce non far niente, no amici miei si parla tanto di salari da fame ma, non si è mai voluto vedere come vivono i pensionati, è un bel parlare la paga media di un ticinese è di Fr,6.250 e nella Svizzera interna di Fr,7.250.- balle e ancora balle, la realtà è un altra, un sociale vero è inesistente, solo per la facciata per l'estero da noi non vi sono accattoni sì, è vero ma, morti di fame si, se vai a richiedere aiuto sei guardato come una bestia rara, e poi vai a vedere che per migranti galeotti si spende 22.000 Fr. al mese perché in galera deve fare sport e karate, oppure famiglie di bosniaci mantenuti dallo stato a 7.700 Fr. al mese ma sono 5 e tutti in età da lavoro in Bürglen TG ma, sono profughi... anche se la guerra è finita da 10 anni e noi paghiamo, anche noi pensionati, paghiamo tutto ma, ci pensate che in una piccola nazione come l'Ungheria , povera riguardo della Svizzera come ti pensioni, non paghi più tasse, TV, l'assistenza sanitaria è gratuita, bus, treni nazionali, bagni termali, cinema, teatri, musei ecc. sono gratuiti e da noi? Li a toglierti il centesimo di tasca per darli ha chi per tutta la vita lo manterrai, un migrante, Dio la prossima volta fammi nascere migrante, scusate lo sfogo di un pensionato Svizzero al quale farebbero comodo quei Fr.3.000.- al mese...
Les Paul 3 anni fa su tio
La Confi? No no , non è un paese per poveri....
patrick28 3 anni fa su tio
Avete votato no al salario minimo. Svizzeri smettetela di piangere. Lavorare sodo. Buon Natale
aquila bianca 3 anni fa su tio
@patrick28 Ti hanno selezionato per il presepe ?? Hai fatto un provino o è bastato il curriculum ?? Vedi di non dare fastidio anche al bue....neh...mentre scaldi il Bambin Gesù.....;-)) Cordialmente....neh....
GI 3 anni fa su tio
faccio fatica a credere che da noi vi possano essere salari inferiori a quelli versati nella vicina Penisola....Comunque, ribadisco, sindacati e sindacalisti possono tranquillamente mettersi in campo industriale e versare stipendi "normali" ai loro dipendenti !
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-19 09:34:16 | 91.208.130.85