Cerca e trova immobili

LUGANOArriva il circo Knie, e l'ALF minaccia: "Questa volta faremo sul serio"

10.11.08 - 11:52
None
Arriva il circo Knie, e l'ALF minaccia: "Questa volta faremo sul serio"

LUGANO - Torna il circo Knie in Ticino e, puntualmente, arrivano le minacce dell'ALF, l'Animal Liberation Front che lo scorso settembre aveva preso di mira il circo Nock. Era successo esattamente lo scorso 12 settembre a Bellinzona quando alcune centinaia di persone presenti alla rappresentazione serale sotto il tendone del circo erano state fatte evacuare a causa di una nube di fumo proveniente da un ordigno fumogeno. Ignoti avevano infatti usato l'ordigno di fabbricazione artigianale. Un gesto che era stato rivendicato dall'ALF per protestare contro l'uso di animali da parte del circo.

Nella rivendicazione, l'Animal Liberation Front aveva giurato che non si sarebbero fermati al circo Nock e che gli atti intimidatori avrebbero avuto un seguito. "Se la famiglia Nock - avevano scritto a settembre - crede di poter perpetuare lo sfruttamento degli esseri senzienti, privandoli della loro libertà e dignità, dovrà aspettarsi di pagare per le crudeltà inflitte agli animali. Non abbasseremo la guardia ora e per sempre per la liberazione animale".

E, come detto, oggi - a distanza di pochi giorni dall'arrivo del circo Knie (a Bellinzona il 15 e 16 novembre, a Locarno il 18 e 19 novembre, a Lugano il 21 e 23 novembre) - è giunto in redazione l'avvertimento del fronte animalista, così come già riportato dal quotidiano "LaRegioneTicino" sabato: "Con il Nock è stato solo un avvertimento, con il circo Knie faremo sul serio. Firmato Per la Liberazione Animale ALF".

RED
COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE