Keystone
Gli hooligans del GC si sono resi più volte protagonisti di gesti deprecabili durante questa stagione.
ULTIME NOTIZIE Svizzera
GRIGIONI
3 ore
Tampona un'auto sull'A13, finisce in ospedale
VAUD
3 ore
Tenta di salvare il suo cane, ma muore affogato
BERNA
3 ore
I ministri della sanità discutono di canapa
ZURIGO
3 ore
Kühne: «Un bene spostarci in Svizzera, ma non so se lo rifaremmo»
VAUD
5 ore
Precipita con la tuta alare, morto un 43enne
SAN GALLO
5 ore
Grave una 17enne travolta da un treno in stazione
SVIZZERA
5 ore
Asilo, i rifugiati arrivati nel 2015 costeranno un miliardo di franchi ai comuni
GRIGIONI
6 ore
Motociclista taglia la strada a un ciclista, un ferito
BERNA
6 ore
Moto contro un'autopostale, muore un 33enne
SVIZZERA
6 ore
Cloro, solo il 25% dei trasporti soddisfa le norme di sicurezza
SVIZZERA
6 ore
«I prodotti di Wish sono pericolosi»
SVIZZERA
6 ore
Calmy-Rey: «Rinegoziare l'accordo quadro e aumentare la somma destinata all'Ue»
ZURIGO
7 ore
Amag sposta la sede nel Canton Zugo
GRIGIONI
7 ore
Cade dal minibus, morta una 93enne
ZURIGO
8 ore
«Mi hanno detto che mia madre è stata accoltellata»
SVIZZERA
24.05.2019 - 12:190

Tifo violento? «Intervenga il Consiglio federale»

La Commissione della politica di sicurezza agli Stati ritiene che le misure esistenti non «siano applicate in modo coerente»

BERNA - Le misure esistenti per combattere la violenza in occasione di manifestazioni sportive non sono applicate in modo coerente. È quanto rileva la Commissione della politica di sicurezza del Consiglio degli Stati, che chiede un intervento del governo.

Il concordato anti-hooligans adottato nel 2012 pone le basi legali per attuare una serie di misure, come il divieto di accedere a un'area, a uno stadio, disciplina inoltre i controlli dell'accesso, della vendita di alcool, e la ripartizione delle spese, ricorda una nota odierna dei servizi del parlamento.

Malgrado ciò la Commissione constata con preoccupazione che le misure a disposizione vengono applicate solo in parte e non con la necessaria coerenza. All'unanimità ha pertanto adottato un postulato che chiede al Consiglio federale in che modo sia possibile richiamare Cantoni, associazioni e società sportive ai loro obblighi.

Il governo dovrebbe inoltre esaminare le possibili modalità per sostenere e promuovere la lotta alla tifoseria violenta e a fenomeni analoghi. Non da ultimo, un rapporto dovrà illustrare in che modo sia possibile verificare l'attuazione del concordato. La commissione si attende che i Cantoni, ma anche le società e le associazioni, conferiscano a questo problema la necessaria priorità e che applichino le misure esistenti da anni.

Oltre a ciò raccomanda alla sua Camera, con 12 voti a 1, di approvare la Convenzione del Consiglio d'Europa sulla sicurezza in occasione delle manifestazioni sportive.

Commenti
 
jena 3 mesi fa su tio
visto le innumerevoli posizioni prese dagli addetti al lavoro... la parola passa alla politica...
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-15 19:07:23 | 91.208.130.87