20 minutes
Scortati in Vallese dalla polizia.
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
4 ore
«Non ci metteremo a contare le persone»
Da oggi sono consentiti gli assembramenti fino a trenta persone. Una nuova situazione per le autorità
GLARONA
5 ore
In fiamme il piano superiore di un albergo
Nessun ferito, ma danni ingenti
ZURIGO
8 ore
Anche Zurigo protesta contro le misure anti-coronavirus
Gli agenti sono intervenuti, facendo leva sul dialogo, per evitare che si formasse un vero e proprio assembramento
SOLETTA / BASILEA CAMPAGNA
8 ore
Mandata dal padre nonostante i sospetti di abusi
Alle autorità di protezione la piccola, 8 anni, aveva detto che l'uomo le faceva «cose brutte». Invano.
SVIZZERA
10 ore
Un'altra protesta contro le misure per il coronavirus
Ha avuto luogo oggi a Berna davanti a Palazzo federale. I manifestanti chiedevano un ritorno alla “vecchia” normalità
SAN GALLO
10 ore
La lampada vicino al letto. L'incendio e l'ospedale
A lasciarla accesa e incustodita è stato un 20enne, che nella notte ha lasciato la sua stanza per spostarsi in soggiorno
GRIGIONI
11 ore
Incendio causato da una candela: evacuati più alloggi
Il rogo si è sviluppato la scorsa notte in un appartamento di Coira. Sedici gli sfollati
ZURIGO
11 ore
Riferisce numerose irregolarità nell'ospedale, licenziato
Questa la sorte toccata a un "whistleblower", ossia un segnalatore di irregolarità sul posto di lavoro
SAN GALLO
13 ore
Incidente a Buchs: morto un ottantenne
L'uomo stava circolando con un mezzo elettrico a due ruote, quando è finito contro un'auto
SONDAGGIO
SVIZZERA
13 ore
A trenta all'ora anche sulle strade cantonali?
È quanto chiedono alcuni comuni basilesi per le vie di transito, dove attualmente si circola a 50 km/h
SVIZZERA
13 ore
Coronavirus: Credit Suisse ha concesso crediti per 2,8 miliardi
Anche la seconda banca elvetica è stata confrontata con dichiarazioni fraudolente.
SVIZZERA
14 ore
Esame di medicina modificato causa coronavirus: la responsabile si dimette
Più di 1'200 studenti erano troppi per svolgere l'abituale esame pratico. Così, però, il diploma si farà attendere.
BERNA
14 ore
Prestazioni mediche più care per recuperare le perdite del Covid-19
È la ricetta proposta da Alain Schnegg, direttore del Dipartimento della sanità bernese
SVIZZERA
15 ore
Coronavirus in Svizzera: 17 nuovi casi ma nessun decesso
Dall'inizio dell'emergenza, nel nostro paese 30'845 persone sono risultate positive al virus
SVIZZERA
16 ore
La chiesa protestante propone il più grande servizio religioso sul web
Si tratta di un culto online che sarà proposto domani per la solennità di Pentecoste
VALLESE
23.05.2020 - 16:020

Una carovana di nomadi entra in Svizzera nonostante la pandemia

Il gruppo è transitato mercoledì pomeriggio da una dogana ginevrina e si è poi installato in un'area di sosta a Martigny

Le 35 roulotte sono state scortate dalla polizia vallesana. L'AFD: «La dogana non era custodita al momento del loro passaggio. Il personale era in perlustrazione».

SION - Nonostante le restrizioni alle frontiere dovute alla pandemia di coronavirus, una carovana di nomadi è entrata in Svizzera mercoledì passando da una dogana ginevrina. Scortate dalle polizie cantonali ginevrina e poi vallesana le 35 roulotte si sono insediate all'area di sosta di Martigny (VS).

Lo ha dichiarato all'agenzia Keystone-ATS un portavoce delle forze dell'ordine vallesane, confermando informazioni pubblicate da 20 Minutes e Le Nouvelliste. La data di ripartenza dei nomadi non è ancora nota, ma un agente della polizia cantonale vallesana assicura un contatto permanente con loro.

Al fine di garantire la fluidità del traffico e l'arrivo delle 35 roulotte nell'unica area di sosta cantonale, le forze dell'ordine vallesane ha scortato il convoglio fino a Martigny una volta entrato nel territorio cantonale.

L'ingresso in Svizzera dalla Francia è autorizzato soltanto per i cittadini svizzeri, i titoli di un permesso di dimora o di un'autorizzazione a lavorare in Svizzera, nonché per le persone che hanno ragioni imperative a causa della crisi del coronavirus. Le frontiere con la Francia, la Germania e l'Austria dovrebbero riaprire per i turisti il prossimo 15 giugno.

Posto di dogana non occupato - Il convoglio è transitato mercoledì pomeriggio attraverso la dogana di Mon-Idée a Thônex (GE), ha precisato un portavoce dell'Amministrazione federale delle dogane (AFD) a Keystone-ATS. «Il posto di dogana non era custodito, poiché il personale era in perlustrazione», ha aggiunto il portavoce. Essendo il traffico frontaliero meno importante il pomeriggio, gli effettivi erano inoltre inferiori rispetto al normale.

Non è quindi stato possibile respingere le roulotte accompagnandole immediatamente alla frontiera. «Un'azione del genere avrebbe dovuto aver luogo all'ingresso in Svizzera o in prossimità del confine, ciò che non è non è stato possibile mercoledì visto che il convoglio si è spostato rapidamente», ha spiegato ancora il portavoce.

Per il momento, ai membri della carovana non è stata inflitta una multa. «L'Amministrazione federale delle dogane sta attualmente analizzando il caso», ha concluso il portavoce.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Maxy70 5 gior fa su tio
Perfetto! Gli zingari lasciano già di loro un "disastro" (per non dire peggio) anche senza COVID! Invece di dare la colpa a chi fa già egregiamente il suo lavoro (polizie e dogana) mettiamo questo benedetto esercito al confine. Senza "sparare" (sento già i commenti..), solo due veicoli di traverso sulla strada, lampeggianti e palette e non passa più nessuno. Troppo difficile? I militari hanno solo questo da fare, per il momento di guerre non ce ne sono...
lo spiaggiato 6 gior fa su tio
Come se fosse una cosa grave... :-)))
Didimon 6 gior fa su tio
In giro per il mondo , igienicamente sappiamo come . E a me fanno multa se vado in Italia ? Ora sto per esplodere ... Boooom
Lilly Formina 6 gior fa su tio
Che forza, un'intera carovana che oltrepassa i confini di uno stato sovrano senza che le forze dell'ordine se ne accorgano. Ah! Ah! Non che gli agenti dormissero, per carità: erano in "perlustrazione". Che poi stessero perlustrando un Mc Drive o il sito youporn poco importa. Dopotutto stiamo vivendo il periodo più normale e tranquillo della storia, a che pro fare controlli? Sembra la barzelletta dell'anno, una performance che in quanto a comicità nulla ha da invidiare a quelle del nostro stato maggiore di condotta. E poi ci dicono che dobbiamo spendere miliardi per comprare nuovi aerei da combattimento per garantire la sicurezza dei nostri confini...
roma 1 sett fa su tio
Il Consiglio Federale più disastroso della storia politica Svizzera.
marco17 1 sett fa su tio
@roma Già, perché sono i 7 consiglieri federali che devono presidiare i posti di frontiera: che baggianata! Qui ci sono dei funzionari doganali che devono essere sanzionati.
Brega84 1 sett fa su tio
Certo e noi siamo bloccati in Svizzera complimenti .... no comment
seo56 1 sett fa su tio
No comment!
patacca 1 sett fa su tio
i francesi scaricano le risorse in italia e i nomadi in svizzera,sono dei furbetti...
ciapp 1 sett fa su tio
e da noi rispediscono in dietro i camperisti svizzeri dai campeggi no comment per mia dii altro !! vergognatevi
patacca 1 sett fa su tio
i nostri cuggini francesi scaricano in svizzera i nomadi, in italia le risorse e si tolgono di torno tutti i loro problemi....che bella questa europa.
Pier 1 sett fa su tio
Quando si tratta di fare entrare persone che vanno a trovare un familiare, o che devono trattare affari "non urgenti, le Autorità si preoccupano e li rimandano indietro ma, quando passano persone sconosciute e, soprattutto, non controllate (per quanto riguarda la positività al COVID-19), va bene così! Mah, ...
Iron 883 1 sett fa su tio
I nostri figli vengono multati se trovati dalla polizia a giocare basket in gruppo, poi lasciano entrare una carovana di nomadi senza nemmeno multarli e intimargli un tempo massimo di permanenza sul suolo Svizzero. Poi non vengano a reclamare se siamo sfiduciati da chi ci governa e dalle forze dell’ordine. Quanti pesi e misure adottano?
marco17 1 sett fa su tio
@Iron 883 In ogni caso non sono stati i nomadi a diffondere il coronavirus nelle case per anziani!
Ctg 1 sett fa su tio
Complimenti alla direzione delle guardie di confine ! Grande professionalità ed organizzazione! Con tutti i mezzi a disposizione oggi che se fai una scorreggia se ne accorgono, lasciano entrare in uno stato sovrano una comitiva di roulottes senza accorgersene, in un periodo così delicato come questo, e non gli fanno nemmeno una multa! MA BRAVI!!!
francox 1 sett fa su tio
É come se faccessi un furto senza farmi sorprendere sul momento ma due ore dopo e al posto di arrestarmi mi accompagnerebbero a casa.
Canis Majoris 1 sett fa su tio
Riaccompagnarli alla dogana no eh?
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-05-31 03:48:56 | 91.208.130.86