20 Minuten
NIDVALDO
26.07.2019 - 06:150
Aggiornamento : 10:35

Mucche furiose all'attacco: «Non sempre gestiscono bene la presenza dei cani»

Lunedì un branco di bovini furibondi ha ferito un uomo e ucciso il suo quattrozampe. L'esperto: «Per una mucca madre è come un lupo»

BANNALP - Stavano passeggiando assieme sul Bannalp, nella vallata di Engelberg, quando nei pressi di un Alpe si sono trovati davanti una mandria di mucche. Niente di strano, in fin dei conti siamo in Svizzera, e così un escursionista e il suo cane hanno provato a passare in mezzo agli animali.

I bovini però hanno dato subito segni di agitazione e hanno finito per caricarli e travolgerli. L'animale ha perso la vita sul posto a causa delle ferite riportate mentre l'escursionista è stato ricoverato in ospedale.

Un comportamento assolutamente insolito, ha confermato l'alpigiano e proprietario delle bestie Bruno Röllin a 20 Minuten, che chiede un divieto di accesso ai cani. Bando che, almeno per ora, è stato concesso dalle autorità.

«Le mucche non sempre gestiscono bene la presenza dei cani», conferma la psicologa animale Tamara Fretz, «in fin dei conti sono simili ai lupi, e alle mucche madri con vitelli piccoli possono apparire come una minaccia». Aggravante anche la calura: «Sicuramente aumenta lo stress, in questi casi quando un animale della mandria comincia a correre gli altri la seguono».

«Non è perché da 3'000 anni le mungiamo e macelliamo che dobbiamo aspettarci che siano passive in tutto. Non sono macchine, sono esseri pensanti», continua Fretz. E restano comunque creature che pesano poco meno di una tonnellata (una mucca adulta arriva anche a 700 kg) per le quali un uomo è poco più che un fuscello: «L'escursionista è stato davvero fortunato, poteva finire in tragedia».

Il comportamento migliore da tenere in questi casi? «Fate attenzione se ci sono vitellini e comportatevi di conseguenza. In ogni caso tenete sempre una distanza di sicurezza».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-29 10:10:44 | 91.208.130.87