dra/20minutes
GINEVRA
07.01.2019 - 22:000
Aggiornamento : 22:16

Tenta di rapinare un bar, messo in fuga con due vassoi

I fatti sono avvenuti nel tardo pomeriggio di sabato. Il malintenzionato, armato di coltello, è fuggito a piedi oltre il confine

GINEVRA - «Dico sempre ai miei dipendenti di non prendere alcun rischio nel caso si verificasse una rapina. Ma quello che la mia barista ha fatto sabato scorso è stato fantastico!», racconta fieramente oggi il titolare del Blues Bar, locale di Thônex preso di mira nel fine settimana da un rapinatore.

Poco prima delle 18, un malintenzionato - con la testa coperta da un cappuccio e armato di un coltello da cucina - è entrato nel bar e, dopo essersi avvicinato al bancone, ha intimato sottovoce alla dipendente di consegnare il contenuto della cassa. «Lei si è rifiutata di farlo. Dopodiché, ha afferrato due vassoi e sbattendoli uno contro l’altro ha urlato: “Chiamate la polizia”. L’uomo, colto dal panico, si è subito dato alla fuga», ha spiegato.

Un cliente ha tentato di inseguire a piedi il malintenzionato. Ma senza riuscire a fermarlo. L’uomo ha così potuto oltrepassare il confine, a pochi passi di distanza, facendo perdere le proprie tracce. Le autorità ginevrine hanno avviato un’inchiesta.

La barista, dal canto suo, si è presentata in polizia per sporgere denuncia ed è poi «tornata al lavoro», ha raccontato con ammirazione il titolare. «Era un poco stressata dall’accaduto, ma stava bene», ha sottolineato l’uomo, rivelando che in 38 anni non aveva mai subito un tentativo di rapina nel suo locale: «Spero in ogni caso che sia stata l’ultima volta».

Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-04-10 04:28:28 | 91.208.130.86