Immobili
Veicoli
All'asta la cravatta della pandemia e altri oggetti dei consiglieri federali

SVIZZERAAll'asta la cravatta della pandemia e altri oggetti dei consiglieri federali

21.04.22 - 23:46
La indossava Alain Berset, quando il 16 marzo 2020 annunciava il lockdown. Si tratta di una vendita benefica
Archivio Reuters
All'asta la cravatta della pandemia e altri oggetti dei consiglieri federali
La indossava Alain Berset, quando il 16 marzo 2020 annunciava il lockdown. Si tratta di una vendita benefica

BERNA - Il 16 marzo del 2020 per la Svizzera non era un giorno come un altro: quel lunedì il Consiglio federale annunciava il primo lockdown nazionale. Per fare fronte alla diffusione del coronavirus, era stata decisa la chiusura di negozi, ristoranti, bar e di tutte le strutture ricreative e per il tempo libero. Durante quel seguitissimo incontro con la stampa, il ministro della sanità Alain Berset indossava una cravatta grigia. Una cravatta che dal prossimo lunedì si potrà acquistare all'asta.

La vendita all'incanto viene proposta dall'organizzazione Staatslabor e il ricavato è destinato alla Croce Rossa. Tra gli oggetti per i quali si potrà fare un'offerta ci sarà, appunto, la cravatta del consigliere federale Berset. Il prezzo base è fissato a cento franchi.

«Ho indossato questa cravatta lunedì 16 marzo 2020, quando il Consiglio federale ha deciso di proclamare la situazione straordinaria» spiega il ministro in uno scritto che sarà allegato alla stessa e che è pubblicato anche nel catalogo degli oggetti che saranno messi all'asta. «Un accessorio banale per una situazione che non lo era e che resterà impressa nella memoria».

Dal coltellino svizzero a uno zaino da montagna - Come detto, chi parteciperà all'asta potrà aggiudicarsi non soltanto la cravatta di Berset, ma anche altri oggetti messi a disposizione da consiglieri federali e altre personalità. Il catalogo comprende, per citarne alcuni, un coltellino svizzero del capo dell'esercito Thomas Süssli, uno zaino da montagna della consigliera federale Viola Amherd e un dipinto realizzato dall'ex consigliera federale Doris Leuthard.

C'è anche la valigetta di Cassis - All'asta ci sarà anche una valigetta da medico del presidente della Confederazione Ignazio Cassis. Una valigetta che contiene «oggetti che hanno accompagnato la mia attività clinica, dal 1988 al 1996. Dapprima all'Ospedale italiano di Lugano, poi all'Ospedale Civico di Lugano e infine alla PMU (Policlinique Médicale Universitaire) di Losanna» si legge nel suo scritto.

L'asta avverrà dapprima online, dal prossimo lunedì 25 aprile alle 10 fino al 15 maggio alle 23.59. Le offerte definitive (che dovranno essere superiori a quelle raggiunte online) si dovranno poi fare nel corso dell'asta prevista a Berna per il 18 maggio 2022. In vendita ci sono 29 oggetti.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA