Immobili
Veicoli
20min/Marco Zangger
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SAN GALLO
2 min
Pena ridotta per l'assassino di Lichtensteig
Una perizia psichiatrica fatta sul 45enne olandese ha attestato una sua scemata responsabilità al momento dei fatti.
SVIZZERA
1 ora
Trapianti, “no” al consenso presunto per la donazione di organi
Un comitato referendario ha depositato oggi oltre 64'000 firme. Si voterà il prossimo 15 maggio
SVIZZERA
1 ora
Lex Netflix: «Il referendum è una pugnalata alla cultura svizzera»
Si voterà il 15 maggio 2022. I referendisti: «Questa legge calpesta il consumatore»
SVIZZERA
2 ore
In aumento i contagi, ma ricoveri e decessi sono in calo
È quanto emerge dal confronto settimanale dell'Ufficio federale della sanità pubblica
BERNA
2 ore
Mister Dati raccomanda la pubblicazione dei contratti per i vaccini
L'UFSP si è finora opposto alla pubblicazione affermando che l'approvvigionamento non è ancora stato completato
SVIZZERA
4 ore
In Svizzera quasi 40mila casi in un giorno
Continua a salire il numero dei contagi. Il bollettino dell'UFSP
SAN GALLO
4 ore
Con le armi softair, sparavano contro una fermata del bus
Due giovani sono stati denunciati a San Gallo. Mercoledì sera sono stati trovati in possesso di armi e munizioni
GRIGIONI
5 ore
«Solo la variante Delta nelle terapie intensive grigionesi»
Il medico cantonale ha fatto il punto della situazione: «C'è una certa stabilizzazione dei contagi, ma ad alto livello».
BERNA
6 ore
Covid: ottimizzazione della gestione del sostegno allo sport
La Confederazione ha sostenuto lo sport svizzero con diversi pacchetti di aiuti finanziari.
VAUD
7 ore
Il pirata della strada di Ollon si è costituito
Tre giorni dopo l'incidente l'uomo si è presentato spontaneamente alla centrale di polizia con il proprio avvocato.
ZURIGO
7 ore
Più comfort per i passeggeri sugli A320neo di Swiss
La compagnia è pronta a decollare con velivoli dagli spazi interni rinnovati
VALLESE
8 ore
Cade nel frantumatore di rocce e muore
Incidente mortale ieri pomeriggio in una cava di ghiaia a Zermatt. La vittima è un 31enne vallesano.
GINEVRA
8 ore
Croce Rossa nel mirino degli hacker
Nell'ambito di un vasto cyberattacco sono stati rubati i dati di 515'000 persone
SVIZZERA
9 ore
Persone LGBTQI mobbizzate sul lavoro: «Un problema anche qui»
La questione è poco esplorata in Svizzera. Roman Heggli di Pink Cross: «Servono linee guida precise per le aziende»
SVIZZERA
04.12.2021 - 08:050
Aggiornamento : 22:35

In Svizzera si entra solo col test PCR: le risposte ai principali dubbi

Da oggi è revocato l'obbligo di quarantena per chi arriva dai paesi a rischio. Ma scatta la strategia dei test

BERNA - L'obbligo di test negativo e di quarantena per chi arriva in Svizzera da un paese considerato a rischio cessa di esistere oggi: come annunciato ieri dal Consiglio federale, la misura introdotta d'urgenza per rallentare la diffusione della nuova variante Omicron è revocata.

Ma la Confederazione non se ne sta a guardare... e punta sui test. Ora tutti coloro che entrano (o rientrano) in Svizzera si devono infatti sottoporre a un test PCR prima dell'entrata nel nostro paese e a un secondo test (PCR o antigenico rapido) tra il quarto e il settimo giorno dopo l'arrivo. La disposizione vale anche per vaccinati e guariti. I costi dei test sono a carico dei viaggiatori.

Ecco le risposte ai principali dubbi.

Riceviamo visite dalla Spagna: quali regole vigono per entrare in Svizzera?
Chi entra in Svizzera deve osservare due regole: tutte le persone che arrivano nel nostro paese devono compilare il modulo di entrata (Swiss PLF), online o su carta, e presentare un test PCR negativo.

L'obbligo di test vale anche per chi arriva delle regioni di confine?
No, per i frontalieri e chi arriva dalle regioni di confine sono previste deroghe: non deve compilare il modulo di entrata né farsi testare. Le regioni di confine sono:

  • In Germania: Baden-Württemberg e Baviera.
  • In Francia: Grand Est, Borgogna-Franca Contea e Alvernia-Rodano-Alpi.
  • In Italia: Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia e Trentino-Alto Adige.
  • In Austria: Tirolo e Vorarlberg.
  • L'intero territorio del Liechtenstein.

Quale test è richiesto per entrare in Svizzera?
All’entrata in Svizzera deve essere presentato un test PCR negativo. Le persone devono in seguito sottoporsi a un secondo test tra il quarto e il settimo giorno dopo l’arrivo. I risultati di tutti i test devono essere comunicati al Cantone.

Per entrare in Svizzera ci vogliono quindi due test. Non è un po' eccessivo?
Sono necessari fino a dieci giorni per rilevare un’infezione. Pertanto, un secondo test deve essere effettuato da quattro a sette giorni dopo l’arrivo.

L’obbligo del test vale anche per i cittadini svizzeri che rientrano in Svizzera?
Sì, l’obbligo del test vige per tutte le persone a partire dai sedici anni che entrano in Svizzera.

Chi paga i test?
Le persone che entrano in Svizzera.

Chi controlla se ci si è davvero sottoposti al test?
Chi entra in Svizzera con l’aereo o un autobus può salire a bordo del mezzo di trasporto soltanto se dimostra di essersi sottoposto al test. Spetta alle compagnie aeree o alle imprese di trasporto controllare che la prescrizione sia rispettata. Devono pertanto informare i passeggeri che, prima di mettersi in viaggio verso la Svizzera, devono farsi testare per il SARS-CoV-2 e che sono autorizzati a salire a bordo dell’aereo o dell’autobus unicamente con un risultato negativo del test.
Per chi entra in Svizzera con un altro mezzo di trasporto sono previsti controlli a campione alla frontiera.

Dopo l’entrata in Svizzera, i Cantoni possono accertare se il test sia stato  effettivamente fatto sulla scorta del modulo di entrata che tutti i viaggiatori devono compilare. Tutti gli alberghi e i gestori di appartamenti di vacanza sono inoltre tenuti a controllare se gli ospiti possono presentare un test PCR negativo.

Cosa succede se prima dell’entrata in Svizzera non ci si sottopone al test?
Chi, all’entrata in Svizzera, non può presentare un test PCR negativo rischia una multa disciplinare di duecento franchi da parte delle autorità di controllo alla frontiera. La persona dovrà inoltre sottoporsi immediatamente al test dopo essere entrata nel paese e informarne il Cantone. Sulla scorta dei dati di contatto forniti dai viaggiatori, i Cantoni controllano se l’obbligo del test sia stato rispettato. Tutti gli alberghi e i gestori di appartamenti di vacanza sono tenuti a controllare se gli ospiti possono presentare un test PCR negativo. In caso contrario devono notificare al Cantone gli ospiti che non si sono sottoposti al test.

Vige un obbligo di quarantena per i viaggiatori in provenienza da determinati paesi?
No, tutti i paesi saranno rimossi dalla lista di quarantena a partire da sabato 4 dicembre 2021. Il test è obbligatorio per tutte le persone che entrano nel paese. Questo vale anche per le persone vaccinate e guarite.

Cosa devono fare le persone che, entrate in Svizzera, sono già in quarantena?
La Confederazione ha informato le autorità cantonali competenti che la quarantena può essere revocata per tutte le persone. Queste persone possono quindi essere liberate dalla quarantena. Tuttavia, sono soggetti al nuovo regime di test applicabile e devono essere testati da 4 a 7 giorni dopo il loro ritorno a loro spese.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-20 17:56:57 | 91.208.130.89