Archivio Keystone
SVIZZERA
22.11.2020 - 13:330

È morta Noëlla Rouget, resistente e deportata

La donna, che aveva 101, si è spenta a Ginevra

GINEVRA - La resistente e deportata francese Noëlla Rouget, ginevrina d'adozione, si è spenta oggi all'età di 101 anni. Lo hanno reso noto oggi i suoi biografi Brigitte Exchaquet-Monnier ed Eric Monnier. In febbraio aveva ricevuto la Gran Croce dell'ordine nazionale al merito, un'altissima onorificenza francese.

Nata Noëlla Peaudeau a Saumur (F) il 25 dicembre 1919, si era unita alla resistenza nel 1940 ad Angers (F), dove insegnava francese. Arrestata nel giugno 1943, come il suo fidanzato, fu deportata a Ravensbrück (D) il 31 gennaio 1944. Il suo compagno fu torturato e giustiziato in Francia.

Rilasciata nell'aprile del 1945, durante la convalescenza a Château-d'Oex (VD), incontrò il suo futuro marito, il ginevrino André Rouget. Da allora testimoniò, sia in Francia che in Svizzera, quanto vissuto.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-12-01 09:27:52 | 91.208.130.89