Immobili
Veicoli

BERNACoronavirus: Consiglio federale col freno a mano tirato «per paura di critiche»

25.10.20 - 10:02
Secondo il SonntagsBlick, il governo tentennerebbe per timore dell'accusa di voler istituire una "Corona-Diktatur".
Keystone
Fonte Ats
Coronavirus: Consiglio federale col freno a mano tirato «per paura di critiche»
Secondo il SonntagsBlick, il governo tentennerebbe per timore dell'accusa di voler istituire una "Corona-Diktatur".
L'esecutivo federale sarebbe inoltre spaccato tra attendisti e interventisti.

BERNA - Il Consiglio federale non ha adottato misure più severe per far fronte alla pandemia di Covid-19 nonostante il forte aumento dei contagi perché nella sua ultima riunione di mercoledì il ministro della sanità, Alain Berset, avrebbe presentato ai suoi colleghi solo una cosiddetta nota informativa e non proposte concrete. Ciò avrebbe formalmente impedito al governo di prendere decisioni.

Lo sostiene il SonntagsBlick sulla base di diverse fonti vicine ai fatti. Per il momento, Berset ha solo chiesto ai cantoni di adottare misure «forti o molto forti» di propria iniziativa. Stando al domenicale, l'atteggiamento esitante sarebbe dovuto al timore di esporsi all'accusa di voler istituire una "Corona-Diktatur", una "dittatura" del coronavirus.

In primavera il Consiglio federale era infatti stato rimproverato da chi, nei cantoni e fra i parlamentari federali, sosteneva che l'esecutivo avesse fatto troppo affidamento sulla situazione straordinaria, che aveva dato poteri molto estesi al governo. Berset vorrebbe evitare di subire una seconda volta queste accuse, sostiene il SonntagsBlick.

Il periodico descrive peraltro il Consiglio federale come un organo attualmente molto diviso al suo interno sulla questione pandemia: a distanziare i magistrati, chiosano i giornalisti, non sono gli 1,5 metri previsti dalle misure anti-Covid, ma interi mondi.

Ai poli si troverebbero Ueli Maurer (UDC) e Viola Amherd (PPD): il primo tenderebbe di scongiurare quelle che considera reazioni isteriche, mentre la seconda sarebbe a favore di misure molto incisive, come il coprifuoco. Karin Keller-Sutter (PLR) sarebbe come Maurer più incline a pigiare sul freno, mentre Guy Parmelin (UDC) sarebbe impegnato in dettagli tecnici.

Contrariamente a quanto successo in primavera, quando agivano di concerto, i due consiglieri federali socialisti sarebbero ora divisi: Berset vorrebbe mantenere l'attuale velocità di crociera, mentre Simonetta Sommaruga sarebbe a favore di misure rapide e severe. Proprio ieri in un incontro con i cronisti all'Inselspital di Berna la ministra dei trasporti ha detto che «il Consiglio federale dovrà decidere ulteriori misure» e che questo avverrà «presto».

Nel frattempo però la palla si trova ancora nel campo dei cantoni. Il governo ha dato loro 48 ore di tempo per prendere posizione su possibili misure. Domani giungeranno le risposte e in seguito partirà il processo decisionale, che dovrebbe sfociare nella seduta del Consiglio federale di mercoledì.
 
 

COMMENTI
 
pillola rossa 2 anni fa su tio
Non si tratta di paure alle critiche, ma di carenza di giustificazioni e di conseguente aumento della ribellione, classico motore delle rivoluzioni. L'unica via d'uscita se non si ravvedono è la disobbedienza civile.
Meck1970 2 anni fa su tio
Tocca a noi prendere delle decisioni, mantenendo le regole che vengono date. Troppa gente se ne frega. Chiusure, vuol dire fallimenti di aziende e gente senza un lavoro.
roma 2 anni fa su tio
Provo una tristezza infinita (e grande preoccupazione) nel constare che l'attuale CF, nel bel mezzo di una situazione di "caso effettivo", sia il più "apallico" dell'intera storia della Confederazione.
Jas 2 anni fa su tio
Critiche e non per la POPOLAZIONE? Mhá, che tristezza....
Volpino. 2 anni fa su tio
Ma perché non dicono che nel piano pandemico è previsto che gli over 75 con cirrosi epatica e gli over 85 con problemi cardiaci li lasciano morire per far spazio a quelli più giovani nei reparti di cure intense, vedasi anche gli articoli apparsi nei media oltreconfine? Ma cosa aspettano, che i camion militari trasportano i morti come in Italia? Sono incapaci di mettersi d'accordo. Ma volete tirare alla pensione d'oro oppure fare l'interesse del paese?
spank77 2 anni fa su tio
Ma basta... Basta con teorie su tamponi qui, tamponi su, falsi positivi, interessi politici... Numeri ingranditi... L unica certezza e che i reparti in cure intense si stanno sempre più riempendo, come pure i reparti in cure intermedie, a discapito di tutti, anche quelli non Covid in caso di emergenza. Quindi basta bla bla o spremersi le meningi a trovare spiegazioni. Piuttosto usate la forza neuronale a proporre soluzioni in caso si saturazione raggiunta. Fatti non parole. E non mi sembra che gli anni scorsi la situazione era così. Poco c entrano i numeri totali o di chi è sintomatico o non sintomatico. Il problema come detto già a marzo, aprile, giugno.. E lo stesso: collasso del sistema sanitario
Nervuss78 2 anni fa su tio
Prenderanno coraggio ed una posizione solo quando saranno colpiti loro in prima persona da questa porcheria !!! Fino a quel momento continueranno a parlare a sproposito
Nano10 2 anni fa su tio
Scandaloso in CF non c’è più nessuno che prende una decisione per il bene della Svizzera 🇨🇭. In gioventù mi ricordo che ogni decisione presa dal CF di allora metteva al primo posto gli interessi della nostra Nazione, mentre ora con queste persone tentennano sempre perché ascoltano e valutano sempre la posizione della UE 😡 quindi c’è da augurarsi che alle prossime elezioni questi personaggi via via fo di ball
Heinz 2 anni fa su tio
Che c'entra la UE in questo caso?
Veveve 2 anni fa su tio
L’unica critica che mi sento di fare e’ quella che in questi mesi avrebbero dovuto organizzarsi meglio aumentando la disponibilità di posti letto negli ospedali magari investendo quei soldi che invece vogliono spendere x degli inutilissimi aerei da guerra! Per il resto è giusto lasciare ampio margine di decisione ai cantoni d’altra parte si è visto a marzo alcune regole che avevano un senso in Ticino in altri cantonò erano inutili all’epoca. Ora vale la stessa cosa!
Nmemo 2 anni fa su tio
Sembrerebbe che i “ministri” in luogo di prevenire con interventi incisivi a tutela della salute della popolazione e premunendosi di una quantità sufficiente d’istituti e di personale per curare chi si ammala (qualsiasi provvedimento ora adottato è già tardivo), continuino a coltivare l’orticello dei Partiti che rappresentano politicamente.
Heinz 2 anni fa su tio
È adesso che si vedono le reali capacità di governare.
Veveve 2 anni fa su tio
Fanno bene anzi benissimo! La gente la maggioranza delle persone e’ stufissima...il virus purtroppo deve fare il suo corso anche nelle pandemie del passato e’ stato così e non ci sono mascherine che tengano! Basti guardare Francia e Spagna con mascherine obbligatoria dall’estate e 40000 contagi al giorno! Ma come con le museruole dovrebbero essere tutti protetti!!! Le persone terrorizzate che stiano a casa gli altri, la maggioranza continuano a vivere come è giusto che sia. Anche fare un altro lock down di quanto 1 mese, due mesi e poi e poi riapri e il virus ritorna a circolare come prima ... E poi se vogliamo parlare di numeri...in Ticino 5800 contagi (contagi eh non morti, persone ,la maggioranza ,che non hanno avuto nulla) però nessuno dice 345’000 persone non hanno avuto assolutamente nulla e questo pur non andando in giro mascherati x mesi!!!!
spank77 2 anni fa su tio
Allora su... Cure intense prossime alla saturazione (per i Covid e anche i non Covid), cure intermedie pure... Su cosa proponi ? ? ? Come la maggiore parte degli obiettori non hai capito il problema. In Francia i casi, come per la Spagna sono aumentati localmente.. Indovina dove e perché...
joe69 2 anni fa su tio
Veveve, continua a nn capire che il problema nn è solo nei numeri dei contagi,o nei morti, ecc... ma è nella capacità ospedaliera di far fronte a questa enorme crisi... se tutti avessero ragionato come lei a quest'ora sarebbe già collassato tutto il sistema sanitario ospedaliero... un altra cosa, in Francia e Spagna erano obbligatorie ma le mettevano in pochi ugualmente o le mettevo alla c..zio, sempre la stessa, toccando continuamente, naso fuori, ecc... Visto che come dice lei , la mascherina nn serve , ed è così convinto delle sue affermazioni, si faccia una giornata in cure intensive senza mascherina ne distanziamento sociale, nn ha nulla da temere, visto che... come sostiene, sono inutili. Faccia anche questo, il prossimo intervento chirurgico dica al suo medico chirurgo di operarla pure senza mascherina ne disinfezione delle mani.... tanto sono procedure inutili
joe69 2 anni fa su tio
A dimenticavo: lei dice: "le persone terrotizzate che stiano a casa" Lo stipendio glielo da lei??? Se andiamo avanti così, con il ragionamento di: liberi tutti e chissene frega degli altri, io mi curo il mio, ecc.... beh...stia sicuro che, staranno a casa tutti... senza stipendio, ne tutto il resto... saluti
spank77 2 anni fa su tio
Joe Hai ragione. Ma il discorso dei pro libertà " io la museruola non la metto, non mi becca, mascherina affronto ai diritti umani... Non respiro... Muffe... Pericolo... Io non mi faccio terrorizzare..."... Insomma discorso che va avanti da mesi... E nemmeno adesso che siamo sempre più vicini al collasso sanitario (problema che e sempre stato principale) riescono a vedere cosa causerebbe alla Svizzera un collasso sanitario. Anzi adesso molti accusano di non essersi preparati come se fosse facile come aggiungere un posto a tavola. Che anche un altro grosso problema che non viene citato: la corsa per accapparrarsi il materiale sanitario di emergenza ( ogni nazione pensa a se e mette i bastoni tra le ruote alle altre per prendersi il materiale... ). Ricordiamoci di quanto e grande la Svizzera.
seo56 2 anni fa su tio
Incapaci e irresponsabili per la salute dei propri cittadini ma generosi e premurosi nell’elargire milioni a destra e manca sia per i cittadini di altri paesi sia a beneficio delle “farlocche” ONG
pori_num 2 anni fa su tio
Forse, con la responsabilità collettiva tanto auspicata, ma alquanto latente, la Corona-Diktatur sarebbe la soluzione giusta. Dittatura ad hoc per il bene collettivo, senza paura delle inimitabili critiche!
spank77 2 anni fa su tio
Il rischio di collasso sanitario signor Maurer non è più isteria. Forse questa estate ... Ma adesso sta diventando realtà. Possibile che e così difficile da carpire il fulcro del problema Coronavirus?
NOTIZIE PIÙ LETTE