Tipress (archivio)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
LUCERNA
4 min
Delitto alla stazione di servizio, la vittima è un 20enne
A perdere la vita durante lo scontro, che ha coinvolto una dozzina di persone, un 20enne kosovaro
Berna
1 ora
Decessi Covid nelle case per anziani, i Cantoni si preparano alla terza dose
Secondo Stefan Fux, Direttore di una casa di riposo, «la vaccinazione sta perdendo la sua efficacia»
ZURIGO
3 ore
Colpito dal tram, muore in ospedale
Un 45enne tedesco ha perso la vita in seguito a uno scontro con un tram zurighese
FRIBURGO
5 ore
Un colpo di sonno, e giù nel ruscello
Un giovane conducente si è addormentato al volante sull'A12, finendo in un corso d'acqua
BERNA
6 ore
Partecipazione al voto superiore alla media degli ultimi anni
Tra i meno diligenti anche il Ticino, fermo sotto il 48%.
BERNA
6 ore
«Chi si ama e vuole sposarsi deve poterlo fare»
Sul Matrimonio per tutti «i cittadini hanno votato chiaramente», ha detto Karin Keller-Sutter.
BERNA
7 ore
Un alpinista muore allo Schreckhorn
L'uomo si trovava in alta quota per un'escursione in solitaria
Berna
9 ore
Donne viste come materassi del sesso nell'esercito
Diversi casi sono approdati davanti al tribunale militare secondo cui «non c'è spazio per determinati comportamenti»
SVITTO
10 ore
I costi delle PC AVS/AI a carico del cantone
Finora la metà della spesa era assunta dai comuni.
BERNA 
10 ore
Iniziativa 99%: «Peccato, era moderata»
Regula Rytz e Tamara Funiciello esprimono la propria delusione per l'esito della votazione.
BERNA 
11 ore
«Giorno nero per i bambini»
C'è delusione tra gli oppositori, anche se le speranze erano già svanite da tempo.
SVIZZERA
19.08.2020 - 23:000

Prestazioni sanitarie, il controllo delle finanze bacchetta l'Ufficio federale della sanità

La critica del Controllo federale delle finanze: il numero di valutazioni delle tecnologie sanitarie è molto basso

Nell'ambito della strategia Sanità2020, il Consiglio federale stimava un risparmio fino a 220 milioni di franchi all'anno eliminando (o limitando) le prestazioni obsolete. Dopo 7 anni però non è stato raggiunto alcun obiettivo.

BERNA - L'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) non si avvale a sufficienza della procedura di valutazione periodica delle prestazioni rimborsate dall'assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie. Da una verifica del Controllo federale delle finanze (CDF) è emerso che gli obiettivi di queste rivalutazioni sono stati raggiunti solo molto parzialmente, a scapito della qualità delle cure e del contenimento dei loro costi.

In gergo medico, questa procedura è chiamata valutazione delle tecnologie sanitarie (HTA). Se un trattamento o un medicinale è ritenuto inefficace, può essere ritirato dal catalogo delle prestazioni rimborsate dall'assicurazione malattie di base o il suo rimborso da parte delle casse può essere limitato.

La Confederazione è tenuta a effettuare tali controlli sin dall'introduzione della Legge federale sull'assicurazione malattie (LAMal) nel 1996. Il rafforzamento delle procedure di valutazione è poi stato definito nella strategia Sanità2020 adottata nel 2013.

Per il Consiglio federale sarebbe stato possibile risparmiare fino a 220 milioni di franchi all'anno eliminando o limitando le prestazioni obsolete dell'assicurazione obbligatoria. A sette anni di distanza però non è stato raggiunto alcun obiettivo, secondo l'audit del CDF pubblicato oggi.

Processi troppo lenti - Il numero di HTA condotte all'anno è basso. La procedura di individuazione del tema da valutare può richiedere fino a quattro anni, un periodo lungo nel raffronto con altri paesi europei che spesso preferiscono valutazioni più succinte, scrive il CDF.

La cooperazione internazionale permetterebbe di risparmiare tempo e denaro. Anche se inizialmente era stato previsto, l'UFSP non ha ancora sfruttato i risultati di altri Paesi.

Il CDF segnala inoltre una perdita di tempo nella consultazione delle parti interessate e delle commissioni. L'organo di controllo chiede anche che la rete di enti a cui vengono affidate le valutazioni sia ampliata.

Le prime cinque HTA, lanciate tre anni fa e che avrebbero dovuto portare a risparmi fino a 100 milioni di franchi all'anno, sono in ritardo rispetto ai piani. Due di esse sono state appena valutate dalla commissione federale competente e non hanno portato ad alcuna raccomandazione per l'abolizione o la limitazione dei rimborsi da parte delle casse malattia.

Nell'estate del 2019, l'UFSP stimava ancora l'importo massimo annuo che avrebbe potuto essere risparmiato grazie alle 15 HTA in corso a 602 milioni di franchi.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
tip75 1 anno fa su tio
fuori i politici dai cda
sedelin 1 anno fa su tio
@tip75 sì concordo, perché questa si chiama mafia.
sedelin 1 anno fa su tio
in questi pochi mesi l'ufficio ne ha combinate di grosse, oltre a quanto descritto sopra: i funzionari sono ancora tranquillamente in carica e non si sa nulla dei promessi provvedimenti di berset
Mah916 1 anno fa su tio
Abrogazione LAMal. Niente piu' cassa malati obbligatoria e privatizzazione sanita'. Pazienti liberi di scegliere dove farsi curare.
sedelin 1 anno fa su tio
@Mah916 cassa malati pubblica. per chi vuole assicurare il seno o il cambiamento di sesso cassa malati privata
Tato50 1 anno fa su tio
@Mah916 A parte il fatto che i costi dei premi stanno diventando quasi insostenibili, la tua idea, a meno che non sei figlio del CEO dell'UBS, credo che non abbia senso. Già ora ammalarsi è un lusso ma passare al tuo progetto è un disastro. Un intervento da 130'000 franchi lo paghi a rate o vendi terreni ? ;-))
Tato50 1 anno fa su tio
@sedelin Meglio in base al reddito; forse così pagheranno tutti e quelli benestanti non moriranno certamente di fame mentre il ceto medio sta scomparendo se andiamo avanti di questo passo;-((
fgreto 1 anno fa su tio
Risparmi risparmi e poi si muore davanti al pronto soccorso perche chiuso la notte. Sono cittadino svizzera ma la svizzera mi fa schifo
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-26 23:49:11 | 91.208.130.89