Immobili
Veicoli
Il lockdown è un ricordo, ma lo stress non se ne va

SVIZZERAIl lockdown è un ricordo, ma lo stress non se ne va

06.07.20 - 10:51
Diversi svizzeri dicono di essere più stressati rispetto a prima della pandemia.
Deposit (archivio)
Fonte ats
Il lockdown è un ricordo, ma lo stress non se ne va
Diversi svizzeri dicono di essere più stressati rispetto a prima della pandemia.
La frequenza dei sintomi depressivi gravi è addirittura superiore a quella osservata durante il lockdown.

BASILEA - Nonostante l'allentamento delle misure anti-coronavirus e il progressivo ritorno a un certo grado di normalità, parecchi svizzeri continuano a sentirsi più stressati rispetto a prima dell'inizio della pandemia. La frequenza dei sintomi depressivi gravi è addirittura superiore a quella osservata durante il lockdown.

Secondo uno studio dell'Università di Basilea, il 50% dei partecipanti a un sondaggio online afferma di essersi sentito più sotto stress del solito durante la fase di confinamento. Tale percentuale è ora scesa, ma rimane al 40%, rivela l'ateneo renano in una nota odierna.

Il 24% degli interrogati dichiara invece di non aver sofferto di maggiore stress nel corso del lockdown, tasso che sale al 28% per le settimane successive. La percentuale di persone che hanno accusato meno tensione è passata dal 26% al 32%.

Sembra invece in crescita la quota di chi deve fare i conti con seri sintomi depressivi. Nei mesi del confinamento il dato era al 9%, oggi si avvicina al 12%. Al contrario, gli svizzeri che hanno percepito più ansia in confronto al periodo precedente la comparsa del Covid-19 è calata dal 57% durante il lockdown al 41% attuale.

I dati aggiornati sui livelli di stress della popolazione si riferiscono alla seconda indagine sull'argomento, relativa al periodo dall'11 maggio al 1° giugno, caratterizzato dal graduale abbandono dei provvedimenti introdotti per contrastare la diffusione del virus. Stando all'università, al sondaggio anonimo hanno preso parte 10'303 persone.

Sebbene non si tratti di risultati rappresentativi, l'istituto sottolinea che essi riflettono la situazione di un ampio spettro dei cittadini. Lo studio, in modo inaspettato per i ricercatori, ha anche evidenziato come le persone anziane, soprattutto gli uomini, siano particolarmente resilienti, malgrado l'infezione li esponga a grossi rischi per la salute.

COMMENTI
 
spank77 2 anni fa su tio
Alla fine non informate più... Facciamo un test di un mese. Niente notizie del corona, niente dati, na, solo informazioni su misure nuove o misure eliminate, così da stare informati sulla regolamentazione in atto. Così non vi accusano più di terrorismo mediatico...i dati sono sempre disponibili, fate un eventualmente un link, e ognuno interpreta i dati come vuole. Togliete il pane per i denti agli affamati di ansia e pane agli affamati di teorie complottistiche. Deve essere fatta chiarezza, senza creare panico o usare parole sbagliate perche poi si alimenta la parte dei diffamatori delle decisioni delle autorità che passano all attacco . Puntate piuttosto sul perché bisogna fare attenzione, senza tirare in ballo morti ecc, sul perché e importante garantire un raggiungimento di una immunità di gregge evitando picchi e perché in picchi non vanno bene
spank77 2 anni fa su tio
A me stressano solo quelli che non seguono le regole e insistono nel dire che il covid e una barzelletta... Adesso sono tranquilla ma vorrei che si facesse chiarezza e si smontassero con diplomazia tutte le teorie che urlano al complotto, alla manipolazione delle persone, e chi più nel fa più ne metta.... Prima che la società entri nel caos per divergenze d'opinione La manipolazione esiste ma in altre cose (materiali). Dobbiamo fidarci della Confederazione, della maggior parte di virologhi e dottori di tutto il mondo che sono concordi ...e riflettere bene prima di fidarci solo di pareri isolati.
Tato50 2 anni fa su tio
Non dovrei più leggere certi commenti sull'argomento perché mi stressano più che seguire certe regole. Ma qualcuno che scrive non potrebbe farsi avanti di persona e gestire il tutto? Un conto è essere in prima linea per gestire il problema, un altro è farlo con una tastiera. Facciamo così: uno che è contro a certe decisioni gestisce il sottoceneri, quello che è a favore il sopraceneri. Dogana a metà strada e tra un mese vediamo chi era dalla parte della ragione-;))
spank77 2 anni fa su tio
Tato50 qualsiasi cosa sarebbe stata criticata... O fanno troppo... O non abbastanza.... E triste ma e così.
MIM 2 anni fa su tio
Io sto nel sottoceneri, altrimenti non se ne fa niente :-D
Tato50 2 anni fa su tio
Lo so-;) Ciao MIM è stato bello conoscerti-;))))))
MIM 2 anni fa su tio
anche per me, verremo a trovarvi se non restate nei bunker a vita :-)
Tato50 2 anni fa su tio
Caro MIM, sai benissimo che nelle mie condizioni non serve rinchiudermi sotto terra. Se vado avanti così ci vado per conto mio, nell'area però . Il 15 maggio c'è mancato poco per una tripla embolia polmonare ( è la seconda in tre anni ). Poi sono ancora in ballo con il quarto "socio" a quello che mi resta del polmone sinistro. Il Covid è l'ultimo dei miei pensieri-;))) Buona giornata-;))
Tato50 2 anni fa su tio
" nell'urna " Correttore di m.....
MIM 2 anni fa su tio
Si lo so. Mi spiace tanto amico mio :-(
Tato50 2 anni fa su tio
L'errore più grave è apprezzare la salute quando non c'è più-;(( Grazie MIM-;)))
spank77 2 anni fa su tio
Comincio a pensare che quelli che criticano o cavalcano teorie alternative sono quelli che fanno più fatica ad accettare il fatto che le nostre abitudini per un po di tempo non saranno più quelle di sempre. Ma non si tratta di stravolgere la vita ma di adottare solo delle misure ... Diventerà routine... Un po come il primo giorno di lavoro o di scuola...
sedelin 2 anni fa su tio
minacce, provvedimenti assurdi, limitazione della libertà, tam tam mediatico quotidiano carico di paranoie, conferenze stampa dense di preoccupazioni: la gente che si lascia coinvolgere si ammala di qualcosa ben più grave del virus :-(
spank77 2 anni fa su tio
Minacce? Sul serio :-) limitazioni della libertà? Ma dove vivi?
sedelin 2 anni fa su tio
in ticino, non ti accorgi di essere sempre più limitato? beato te che vivi sulle nuvole:)
spank77 2 anni fa su tio
Sedelin non sarà per sempre. Si tratta di collaborare tutti insieme per uno scopo Comune. Bisogna vederla da quel lato. Siamo abituati ad avere poche limitazioni....ti sei mai chiesto coda significa libertà ? Prova a parlare con un rifugiato.
MIM 2 anni fa su tio
E quale sarebbe lo scopo comune? Con le aperture (che alcuni medici e anche tu) siamo arrivati al doppio zero senza mascherine. Ma te la poni una domando ogni tanto? Questo can can andrà avanti fino a fine luglio, per evitare di farti andare in ferie. Poi ci andranno i politici, e sarà tutto a posto..
pillola rossa 2 anni fa su tio
Non è stress, è oppressione, ricatto morale e manipolazione ossessiva.
jena 2 anni fa su tio
si si aspettate qualche settimana e vedrete che torniamo come a metà marzo ...
NOTIZIE PIÙ LETTE