KEYSTONE
Le FFS non sono mai state in condizioni peggiori, secondo una sindacalista del SEV.
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
5 ore
Un accordo con Trump: cosa porterebbe alla Svizzera?
Nell’ambito del WEF Simonetta Sommaruga ha spiegato che la Confederazione è interessata al libero scambio con gli Stati Uniti
BERNA
6 ore
Offre mille franchi a chi gli ha rubato la targa, gliela riportano
Il trentunenne vittima del furto è legato sentimentalmente a quel numero, tanto da non voler denunciare il ladro
ZURIGO
7 ore
«Make Trump small again»
È il messaggio che un cittadino ha scritto a grandi lettere sul suo prato. Nel frattempo il presidente USA è ripartito
GRIGIONI
8 ore
Ente turistico di St.Moritz: il cda si dimette
Non ci sarebbero le basi per una «collaborazione nell'interesse della regione»
FOTO
ZURIGO
9 ore
Proteste contro il WEF: poliziotto ferito da un razzo
Diverse centinaia di persone sono scese in piazza per una manifestazione autorizzata organizzata da giovani socialisti e giovani verdi
BERNA
10 ore
Ruba 106'000 franchi per darli a un truffatore del web
L'impiegata di banca dell'Oberland ha sottratto la cospicua somma dal conto di un buon conoscente. È stata condannata a 24 mesi con la condizionale
SAN GALLO
12 ore
Rive Pubbliche contro la villa di Federer
La domanda oggetto di una opposizione si riferisce al risanamento di una situazione esistente sul fondo
SVIZZERA
12 ore
Congedo paternità, gli oppositori vogliono il voto
Domani saranno consegnate le firme del referendum. UDC e alcuni giovani PLR e PPD ritengono che sia troppo costoso
URI
12 ore
Resta bloccato sulla funivia, lo salva la Rega
L'impianto di risalita si era fermato verso le 14.45 a causa di un difetto tecnico
SVIZZERA
12 ore
Nestlé riconosciuta responsabile per mobbing ai danni di una manager
La multinazionale non ha messo in atto misure adeguate per proteggere l'ex impiegata
FOTO
SVIZZERA
14 ore
La nebbia ferma Trump, a Kloten in macchina
Partita alle 13.30 da Davos, la carovana di auto ha raggiunto l'aeroporto attorno alle 15.40. L'Air Force One è decollato alle 16.25
NEUCHÂTEL
14 ore
5G, luce verde alla moratoria
Il Gran Consiglio neocastellano ha adottato oggi un'iniziativa cantonale in merito. Per i deputati è necessario uno studio nazionale
SVIZZERA
15 ore
Aspirazioni professionali più variegate per i giovani svizzeri
Nonostante l'era digitale i ragazzi continuano a scegliere principalmente professioni affermate
GRIGIONI
15 ore
WEF, Trump avvia i colloqui per riformare il Wto
«Organizzazione mondiale del commercio «è stato molto iniquo con gli Stati Uniti per molti, molti anni»
GRIGIONI
15 ore
Greenpeace: «Al WEF 1'400 miliardi di dollari per i combustibili fossili»
«Banche, fondi pensione e assicurazioni sono colpevoli per l'emergenza climatica» denuncia il rapporto
VAUD
15 ore
Vittoria di Michael Lauber contro l'autorità di sorveglianza dell'MPC
Il Tribunale federale non è entrato in materia sul ricorso
ZURIGO
15 ore
Uomo accoltellato davanti ad un cinema, fermati cinque giovani afgani
Il presunto autore è un 16enne. La vittima è stata ricoverata in ospedale
VALLESE
16 ore
Sempione è uno dei borghi più belli della Svizzera
A metà strada tra Domodossola e Briga, è il quinto comune del canton Vallese ad aderire alla rete dei "Borghi più belli della Svizzera"
ZURIGO
16 ore
Una truffa del falso poliziotto che ha dell'incredibile
Un'anziana si è fatta spillare 80mila franchi e, qualche ora dopo, stava cadendo nel medesimo raggiro
SVIZZERA
16 ore
Coronavirus, Berna seguirà le raccomandazioni dell'OMS
Per ora le autorità sanitarie federali e gli aeroporti svizzeri non hanno adottato misure specifiche in merito virus che ha infettato alcune centinaia di persone, soprattutto in Cina
GRIGIONI
18 ore
Trump soddisfatto al WEF: «Fatti grandi progressi»
Il presidente americano elogia l'economia americana e sul tema ambientale precisa: «Questo pessimismo è totalmente ingiustificato»
SVIZZERA
18 ore
Troppe perdite con la Formula E, gli organizzatori falliscono
Il giudice ha dichiarato la bancarotta della società Swiss E-Prix Operations AG il 15 gennaio. Ma è già nata una nuova impresa: la Swiss E-Prix GmbH
BERNA
18 ore
«Sappiamo cos'è la discriminazione». Gli ebrei dicono no all'odio gay
Gli ebrei liberali invitano a includere nella norma contro il razzismo anche le discriminazioni di persone e gruppi per il loro orientamento sessuale
SVIZZERA
03.12.2019 - 12:070

La direzione delle FFS «è lontanissima dalla realtà»

L'azienda non è mai stata in condizioni peggiori, secondo un'esperta del Sindacato del personale dei trasporti SEV

di Redazione
Ats

BERNA - Le FFS non sono mai state in condizioni peggiori: lo sostiene una sindacalista del SEV, che vede la direzione dell'azienda completamente fuori dalla realtà. A suo avviso le continue riorganizzazioni hanno condotto a una acuta carenza di personale, mentre i vertici puntano sulla digitalizzazione trascurando il normale esercizio ferroviario.

La tragica vicenda del capotreno morto a Baden (AG) a causa della chiusura difettosa della porta di una carrozza ha mostrato le molte lacune delle FFS e continua ad avere un impatto importante sui dipendenti, spiega Barbara Spalinger, vicepresidente del Sindacato del personale dei trasporti SEV, in un'intervista pubblicata dal portale informativo Watson.

«Che si tratti di controllori, della manutenzione o di macchinisti, secondo la nostra analisi sussiste una carenza di personale in ogni attività delle FFS», sostiene l'esperta. «Questo è ovviamente dovuto a gravi errori di pianificazione e alle innumerevoli riorganizzazioni, che devono essere immediatamente interrotte». Tanto più che nei prossimi anni andranno in pensione 10'000 collaboratori delle FFS, fa notare.

Le responsabilità di Meyer - Quale CEO, Andres Meyer ha la responsabilità della situazione. «Durante il suo mandato ha promosso un cambiamento culturale a favore della digitalizzazione, che in alcuni casi è sensato. Ma negli ultimi anni le FFS hanno trascurato l'esercizio ferroviario. Le FFS esistono per gestire i treni, non per produrre auto volanti», sottolinea Spalinger.

«Un altro problema è che la direzione del gruppo è lontanissima dalla realtà e dall'esercizio ferroviario», prosegue la sindacalista che fra l'altro già partecipò allo sciopero delle donne del 1991. «Le FFS sono un'azienda molto grande ed estremamente complessa. Le informazioni importanti e le valutazioni non sempre raggiungono il posto giusto. Questo è un altro motivo per cui il personale non si fida più dei suoi capi. Al momento l'impresa è tutt'altro che in buone condizioni».

Dipendenti stressati - I ritardi dei treni sono tutto meno che eccezioni. «Le carrozze sono spesso sporche, le porte chiuse a chiave, le finestre presentano graffiti: per quanto ne so io le FFS non sono mai state così male come adesso». Questo si ripercuote sui dipendenti. «Se in un treno cinque servizi igienici non possono essere utilizzati i passeggeri diventano furiosi. I collaboratori delle FFS si trovano così sempre più spesso a fungere da parafulmini per clienti ferroviari frustrati».

«Ho l'impressione che i dipendenti delle FFS, nonostante tutti gli ausili digitali, siano molto stressati», insiste la vicepresidente del SEV. «La cosa peggiore è la carenza di personale: ci sono stati giorni in cui mancavano 30 macchinisti solo a Zurigo, immaginate un po' cosa significhi». Al momento la fluttuazione del personale è ancora bassa, ma vi sono comparti in cui in seguito a riorganizzazioni un terzo delle maestranze ha lasciato il lavoro o è stato spostato: in tal modo vanno perse molte conoscenze.

Il nuovo manager - Secondo Spalinger, per succedere ad Andreas Meyer - che in settembre ha fatto sapere che lascerà la stanza dei bottoni al più tardi a fine 2020 - non potrà essere assunto un manager qualunque: «Il nuovo responsabile dovrà mantenere alto il servizio pubblico e sentire che le FFS fanno parte dell'identità svizzera».

Ticino e FFS - L'intervista alla sindacalista arriva in un giorno in cui una nuova notizia rischia di non provocare giubilo fra i clienti di FFS in Ticino: è infatti emerso che i nuovi Giruno che saranno attivi con il cambio di orario per alcuni collegamenti sull'asse del San Gottardo saranno meno capienti dei treni usati attualmente. 20 Minuten ha calcolato che solo domenica pomeriggio e sera vi saranno 400 posti in meno dal Ticino in direzione della Svizzera tedesca.

Questo è voluto, hanno fatto sapere a 20 Minuten le FFS: i Giruno sono concepiti per i collegamenti internazionali, verso l'Italia, e hanno meno posti in prima e seconda classe. Gli ICN invece, pensati per il traffico interno alla Svizzera, hanno più capacità. Peraltro non è ancora chiaro quando i Giruno raggiungeranno Milano e altrove: per il momento i nuovi convogli circoleranno solo nella Confederazione.

Secondo le FFS le capacità sono sufficienti: ammettono però che in giorni di punta i posti potrebbero essere pochi e che i clienti si potrebbero perciò arrabbiare. Con l'apertura della galleria di base del Ceneri sarà però possibile ricorrere a treni a due piani sull'asse nord-sud.

Nel frattempo le FFS consigliano a chi parte dal Ticino di privilegiare gli Intercity, visto che gli Eurocity arrivano già praticamente pieni dall'Italia. E se proprio si punta sugli Eurocity di prenotare il posto. Per chi può essere flessibile, l'azienda propone di scegliere orari meno di punta, approfittando così anche di biglietti a prezzo scontato.

Commenti
 
volabas 1 mese fa su tio
Mauro Lilio Genazzi; non sei l'unico ad avere questi dubbi, infatti se pensiamo a come era la svizzera tempi addietro, pur facendo delle concessioni dovute ai vari cambiamenti in europa e nel mondo, non è possibile che ci sia questo malandazzo, vedi ad es. i bastardi che hanno fatto fallire la miglior compagnia aerea del mondo, vedi il mondo del lavoro, vedi la libera circolazione delle persone , vedi ora le ffs ( eccellenza tipo swissair...una volta), per non parlare della posta, e l'elenco è ancora lungo volendo continuare il discorso. Poi ci si chiede come mai sempre piu' svizzeri vanno a vivere fuori nazione. A pensare male di questi tempi al 90% ci si azzecca.
Mauro Lilio Genazzi 1 mese fa su fb
Una volta la Svizzera era il miglior paese del mondo. Oggi è diventato un cesso da terzo mondo, in tutte le direzioni. Secondo me c'è sotto un piano per mettere la CH in ginocchio, magari corrompendo a suon di milioni, i vari grandi manager e politici. Non sarà che il miliardo e trecentomila che i politici vogliono regalare alla UE, poi una parte ritorna nelle loro mani sotto forma di corruzione per affossarci? Penso male, lo so, ma nessuno mi convince che non ho ragione. I fatti sono lì da vedere.
Flavio Boffi 1 mese fa su fb
Meyer vai alla mecca...
Desirée Besomi 1 mese fa su fb
Alex Hudson
Alex Hudson 1 mese fa su fb
Desirée Besomi Non so più nemmeno che cosa dire Michelle Frank
ugobos 1 mese fa su tio
tutti contro l aeroporto? bhe non vedo nessun problema tanto se devo usare il treno ci vado nei orari dov é praticamente vuoto. gl altri che si arrangino visto che pensano solo per loro
Stefanie Kuemin 1 mese fa su fb
Da pena in ch
fakocer 1 mese fa su tio
Notate il sorriso dell'Andres Meier. È stato il segno più marcante dei suoi dieci anni della sua presenza (escludo intenzionalmente "attività") . Essendo la bestemmia ed il turpiloquio civilmente esuli nel contesto dei commenti, mi disciplino al silenzio.
skorpio 1 mese fa su tio
La foto dice tutto!! Uno con una faccia così lo prenderei a sberle per una settimana...
Mattiatr 1 mese fa su tio
@skorpio Il fatto che espone la faccia è l'ultima cosa che bisogna criticargli visto che a contrario nostro lui lo fa :-)
Lourmarin 1 mese fa su tio
Ma pure la dirigenza FFS e RP in Ticino sembrano completamente fuori dal mondo reale. Dopo anni di promesse e scuse non sono più credibili. E a furia di parlare a frasi fatte, ripetute e scontate si sono resi assai antipatici. Peccato
KilBill65 1 mese fa su tio
Questi manager non sanno neanche come e' fatto un treno, non gli interessano i problemi dell'utenza, l'unico loro interesse sono le cifre e basta!!!.....Sarebbe ora di mettere una persona adeguata a sistemare i problemi reali, e trattare umanamente anche chi lavora per le FFS......Forse le cose potrebbero cambiare in meglio!!!....Insomma rivogliamo le FFS come era una volta!!!.....
TI.CH 1 mese fa su tio
Banda di lucratori e di incapaci e menefreghisti.
Maurizio Roggero 1 mese fa su fb
Il classico manager che ha distrutto l’azienda e se ne andrà con un cospicuo buono uscita.... 😡🤬😤
Flavio Boffi 1 mese fa su fb
Maurizio Roggero non è scemo lui, ma le FFS...
Telassim Alberti 1 mese fa su fb
😄 https://youtu.be/qF_qVOIlkno
Nesh online 1 mese fa su fb
Voi che potete fatevi sentire!!!
Alessandro Milani 1 mese fa su fb
Ci vuole il parere di un esperto x scoprire la mer....?!vigliacchi
Max Bartolini 1 mese fa su fb
Vogliono prendere il monopolio e obbligare il Ticino ad usare i treni per prenderr un aereo... quando non sono neanche piu in grado di dare posti a sedere sui treni
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-01-23 05:28:18 | 91.208.130.86