Keystone
A metà dicembre il Nazionale aveva bocciato il progetto di revisione della legge.
SVIZZERA
16.08.2019 - 18:330
Aggiornamento : 20:23

Legge sul CO2, aumenti in vista per benzina e biglietti aerei

È l'intenzione della commissione dell'ambiente del Consiglio degli Stati

BERNA - Per ridurre le emissioni di CO2 la commissione dell'ambiente del Consiglio degli Stati intende aumentare il prezzo della benzina e tassare i biglietti aerei.

A metà dicembre il Nazionale aveva bocciato il progetto di revisione della legge sul CO2, dopo dieci ore di dibattito. Senza riforma, la Svizzera non riuscirà tuttavia a ridurre le sue emissioni di gas a effetto serra del 50% entro il 2030 (rispetto al 2006), come prevede il governo. Per correre ai ripari, la commissione intende spingersi in molti casi più in là di quanto propone il Consiglio federale nel suo progetto.

Gli importatori di carburanti devono già compensare parte delle loro emissioni del CO2. Con la riforma si potrà arrivare fino al 90%. La commissione chiede di aumentare la quota da compensare in Svizzera, portandola dal 15 al 20%, si legge in una nota odierna dei servizi del parlamento. Vuole però limitare la tassa per gli automobilisti, fissando un tetto di 10 centesimi al litro e di 12 a partire del 2025. In situazioni straordinarie, il Consiglio federale potrebbe inoltre abbassare questo limite.

La riforma dovrebbe portare anche a una tassa sui biglietti aerei, compresa fra i 30 e i 120 franchi, tranne per i viaggiatori in transito. La commissione ritiene che scendere sotto i 30 franchi non permetta di ridurre in modo significativo il numero di passeggeri nei voli europei in classe economica. La tariffa sarebbe più elevata sui voli a lunga percorrenza. Il modello proposto dall'esecutivo consentirebbe di differenziare la tassa a seconda della classe e della distanza percorsa.

Fra le proposte figura anche l'istituzione di un fondo per il clima, alimentato da diverse fonti, in particolare i ricavi dalla vendita all'asta dei diritti di emissione e dalle sanzioni relative soprattutto ai veicoli. Vi sarebbero convogliate anche un terzo delle entrate della tassa sul CO2 e poco meno della metà di quelle sui biglietti aerei.

Il fondo dovrebbe permettere di finanziare misure di riduzioni a lungo termine delle emissioni di CO2 degli immobili. Cantoni e comuni potranno inoltre attingere al fondo nella misura di 25 milioni all'anno al massimo, per progetti di riduzione dei gas a effetto serra. Anche la Confederazione potrà intervenire in tal senso.

Nel settore degli immobili, la commissione segue di principio la posizione del governo, ma propone una serie di misure nel caso in cui le emissioni di CO2 provenienti dagli edifici non dovessero diminuire sufficientemente.

Contrariamente all'esecutivo, vuole inoltre introdurre direttive anche per quanto riguarda i veicoli pesanti, conformandosi in questo modo a una futura regolamentazione europea. Secondo la commissione, i valori limite proposti accelereranno l'introduzione di veicoli a basse emissioni.

La commissione intende poi chiamare in causa il settore finanziario, incaricando la FINMA e la Banca nazionale di misurare periodicamente i rischi finanziari legati al cambiamento climatico. Si allinea infine in larga misura al progetto del Consiglio federale per quanto riguarda i sistemi di scambio di quote di emissioni.

Con queste misure la commissione ritiene che sarà possibile raggiungere quanto stipulato dall'Accordo di Parigi. Il voto d'insieme sul progetto avverrà il 2 settembre. La Camera si pronuncerà anch'essa in settembre.

La replica di Swiss

In una presa di posizione, Swiss sostiene che i prezzi dei biglietti dipendono dalla domanda e dalla concorrenza. Di conseguenza, anche con un'ulteriore tassa, le tariffe non cambierebbero.

Secondo la compagnia aerea, è ancora tutto da vedere se i costi effettivi potranno essere scaricati sui passeggeri in un contesto di forte concorrenza, in particolare all'interno dell'Europa.

Swiss teme in particolare il possibile «onere eccessivo» che potrebbe gravare sulle spalle dei passeggeri svizzeri che sceglieranno un volo diretto a lunga distanza. Questi ultimi potrebbero ripiegare su altri scali europei, in particolare in Turchia. E ciò, secondo Swiss, potrebbe ripercuotersi negativamente anche sulle compagnie elvetiche.

Commenti
 
limortaccituoi 3 sett fa su tio
Giusto! Evidentemente con le sole parole e le raccomandazioni il discorso climatico non attacca (vedi certi fenomeni che in continuazione negano il cambiamento climatico o sbertucciano chi prova a sensibilizzare sul tema). La classe politica deve anche mette in atto misure impopolari quando vede che il cittadino non agisce di libera iniziativa. La risposta è che la Svizzera è troppo piccola per agire? Bé siamo un paese che internazionalmente conta. La nostra politica estera - insieme a quella della bistrattata UE, che conta qualcosa più di noi - deve essere di non-tolleranza verso quei paesi per cui la lotta ai cambiamenti climatici non è una priorità. Una lotta comune, non dei ticinesi e degli svizzeri, ma di tutti i paesi del mondo. E in democrazia la pressione del popolo e l'opinione comune può fare tanto. Certo che se ci sono personaggetti che chiamano gretini coloro che si mettono in gioco per fare queste pressioni....
madras 3 sett fa su tio
Ma scherziamo noi dobbiamo pagare, per i contadini e governo di cacca Brasilero, che stanno distruggendo il polmone verde dell'intero pianeta. Loro ogni anno distruggono un pezzo di foresta grande come la Svizzera e noi dobbiamo sempre pagare.
don lurio 1 mese fa su tio
Non prendetela vedrete che l'aumento dei prezzi degli aerei e biglietti ve li pagheranno I giovani che vogliono salvare il pianeta , hanno anche come associati i verdi e socialisti…..
Corri 1 mese fa su tio
Gli alberi puliscono l'aria come il CO2, ma non è controverso di aumentare la benzina per combattere il CO2 ? C'è qualcosa che non mi ritorna !
Aldo-Alfonso Ferrini 1 mese fa su fb
E ancora una volta a prenderlo in culo è la classe media...complimenti!
Josip Simic 1 mese fa su fb
Gia che ci siamo..ma le tasse sull aria che respiriamo non le hanno ancora preparate ? PD ladri
Mario Oo 1 mese fa su fb
Josip Simic vacanze finite?
Maurizio Roggero 1 mese fa su fb
Le magnifiche idee della classe politica 👏🏻👏🏻👏🏻 E voi li rieleggete pure 👏🏻👏🏻👏🏻
Claudia Portorreal 1 mese fa su fb
Mario SuperMario
Tato50 1 mese fa su tio
Si vuol salvare il pianeta aumentando i prezzi ? Al limite si salvano le casse della Confederella, visto che adesso il barile di petrolio è ai limiti storici. Ma un tipo di politica diversa, se non toccare sempre il portamonete del cittadino che già fatica ad arrivare a fine mese, non esiste ? Qui ho la vaga impressione che una Nazione grande come un parco in America vuol salvare il mondo, mentre gli altri non fanno un accidenti se non spendere milioni per chi ha il missile più veloce. D'altra parte cosa si vuol pretendere da certi personaggi che fanno un divieto generale di pubblicità al tabacco senza pensare che l'alcool è dannoso e costa quasi meno di un paccheto di sigarette. Pori nümm ;-((
Luke Räc 1 mese fa su fb
Abbassare i prezzi dei mezzi pubblici no eh???
seo56 1 mese fa su tio
Mai più voli dalla Svizzera!! Tutti a Malpensa dove la Gretina, giustamente, non ha lasciato il segno
Bayron 1 mese fa su tio
Da oggi solo voli in partenza da Malpensa o Bergamo
Luciano Bolis 1 mese fa su fb
In poche ore si attraversa la Svizzera con pochi franchi e a noi rimangono le conseguenze
Luciano Bolis 1 mese fa su fb
L'auto è una necessità, ancora tasse 🤮
Corri 1 mese fa su tio
Questo CO2 e sempre per fregare la gente, portafoglio che si riduce ancora e ancora, cassa malati sempre in su, spesa più cara ecc. poi in Svizzera siamo un oliva sulla pizza in grandezza, cosa può fare su una pianeta intera? Trasporti gratuiti be si che drasticamente si riduce ilCO2, il problema è che non intascano più i soldi il sistema. Allora è una prova di fregatura di questo sistema.
Ruth Migliorini 1 mese fa su fb
E quale tasse x le migliaia e migliaia automobili di transito ogni giorno in Svizzera?
Ginoarrotino 1 mese fa su tio
Tutti parlano di auto e voli...e il riscaldamento domestico!!!! tante ..forse la maggior parte di esse sono riscaldate ad olio combustibile come dove abito io e per 24 ore al giorno perche' in condominio c'è qualcuno che vuole i 25 gradi in casa!!! non ci sono controlli!!!! obbligare i proprietari a passare al gas e ridurre i gradi!!!
Lolly Rovere 1 mese fa su fb
Perché non aboliscono le navi da crociera... che inquinano più di tutte le auto?? Ah no guai... poi come fa la povera gente ad andare in vacanza?
Sheila Peverada 1 mese fa su fb
Avere un auto non è un lusso e un obbligo al giorno d oggi! Nessuno ti assume più se non sei auto munito e se devo prendere bus treno per recarmi al lavoro devo partire 100 anni prima perché ci sono ritardi su ritardi! Ma è un moda mettere sempre più indifficolta chi già fatica ad arrivare a fine mese??
Disà 1 mese fa su tio
Bhe le lobby non le puoi toccare , le multinazionali non se ne parla ,le industrie guai sia mai che costruiscono capannoni da un altra parte ...chi rimane da tassare ?
Tizio Qualunque 1 mese fa su fb
Inutile. Possiamo anche far pagare 20 CHF al litro per ridurre le emissioni ma è del tutto vano in mancanza di un chiaro accordo, un piano internazionale, senza se e senza ma, vincolante per tutte le nazioni del pianeta, cosa che al momento è ben lungi dal realizzarsi dato che gli Accordi di Parigi sono stati una mera farsa priva di obblighi. Quanti abitanti ha la Svizzera? 8.5 milioni? Beh, gli Stati Uniti ne hanno 330 milioni, l'Unione Europea ne ha 500 milioni, l'India ne ha 1.3 miliardi, la Cina ne ha 1.4 miliardi, inoltre la popolazione mondiale cresce di continuo senza criterio alcuno (per inciso ho appena elencato i maggiori responsabili delle emissioni globali, giusto per buttar lì una parvenza di nesso causale). Senza uno sforzo planetario possiamo essere virtuosi quanto ci pare ma non cambierà nulla. Questo tipo di misure orizzontali, estremamente localizzate e di bassissimo impatto colpiscono solo le fasce meno abbienti e rurali della piccola popolazioncina elvetica senza risolvere niente perchè chi può permetterselo non cambierà le sue abitudini per 10 o 15 centesimi in più al litro. Poi tra negazionisti, leggi di mercato, crescita infinita, capitalismo neoliberista sociopatico e menefreghista faremmo prima a prepararci al nostro desertico, esaltante futuro alla «Mad Max: Fury Roads» come dei fottutissimi preppers (ooohhh what a day, WHAT A LOVELY DAY!!!). Il tempo delle azioni era decenni or sono, quando il consenso scientifico già ripeteva a nastro gli avvertimenti sul clima; perfino Carl Sagan ne parlava ai suoi tempi e il tipo è morto nel 1996. Ma nooooo... la crescita, la produzione, lo sviluppo, l'economia, la finanza, la pecunia sono più importanti della "sopravvivibilità" della biosfera di questo minuscolo mondo girovagante in un vasto cosmo per lo più ostile alla vita. Ma siate ottimisti, non c'è niente di meglio del correre verso lo tsunami con un bel sorriso ebete in volto, una ciambella gonfiabile e i braccioli da poppanti, giusto per sicurezza.
Ugo Suter 1 mese fa su fb
Tutte scuse quelle del co, si vuole solo incrementare le entrate con la gallina dalle ruote d’oro. Per diminuire il co prodotto dal traffico basterebbe, al posto di rallentalo con strutture come semafori, dossi, limitazioni idiote, lasciarlo scorrere. Più ci si ferma e si riparte più si consuma. Siccome non si riesce ad aumentare il consumo con questi oggetti ecco la scusa del co.
Silvano Barboni 1 mese fa su fb
Un’altro cagata pazzesca....
Jonathan Bopp 1 mese fa su fb
Si ma ci vogliono alternative altrimenti è un regresso. Volete abbassare il co2? Abbassate i prezzi dei biglietti dei treni
Bandito976 1 mese fa su tio
Giusto, chi più vuole circolare + inquina e + paga. Così forse riduciamo anche il traffico.
Michael Mike Stöpfer 1 mese fa su fb
E che problema c’è? In aereo Si partirà dalla vicina penisola 😉 boicottando la Svizzera😂
Roby Kaurinović 1 mese fa su fb
Abbassare gli stipendi di tutti sti personaggi in politica, sarebbe molto meglio.
Dem Borgna 1 mese fa su fb
Tasse sul CO2 sì, ma tasse sugli NOx, che fanno molto più male all'uomo, no. A quando una tassa sul CO2 che il corpo umano espelle a ogni respiro? 🤔
Yan Saporiti 1 mese fa su fb
Dem Borgna sacrosanta verità, gli NOx sono il vero male, altro che CO2...
Damiano Iannino Schipilliti 1 mese fa su fb
Dem Borgna non dargli appigli x nuove tasse per favore 😂
Luca Dalu 1 mese fa su fb
JonathanGehri ma si dai aumentiamo i prezzi, tanto gli stipendi sono da 10k al mese.
Jonathan Gehri 1 mese fa su fb
Luca Dalu 🙂
Thomas Valoti 1 mese fa su fb
Luca Dalu votare Zali è così
Renzo Bassi 1 mese fa su fb
Governo di ladri
Энтони Демарки 1 mese fa su fb
Con questa frenesia isterica dei cambiamenti climatici, fra un po' ci sposteremo col carretto trainato du un bue come nel medioevo.
Lolly Rovere 1 mese fa su fb
No perché anche le scorregge dei buoi e dei cavalli inquinano
Энтони Демарки 1 mese fa su fb
Gli metterò un filtro particolare.
Mirco Zabot 1 mese fa su fb
https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=2694457390588881&id=100000739397945
Yoebar 1 mese fa su tio
Cassetta, semplicemente cassetta, si continuerà a circolare come sempre. Povera Svizzera, intanto gli americani se ne sbattono le così dette, e non solo.....
Danilo Russo 1 mese fa su fb
Bene.. invece che diminuire altre situazioni, cause di co2 cosi estremo, aumentano la benzina. Compmimenti svizzera
clay 1 mese fa su tio
me i Signori del Consiglio degli Stati non hanno capito la cosa fondamentale......non è con l`aumento del prezzo dei biglietti che si combatte l`inquinamento, ma con nuove tecnologie che ci sono già, non serve inventare l`acqua calda !!....sveglia politici, vi abbiamo eletto, non per tartassarci di tasse, ma per fare gli interessi di tutta la popolazione, iniziate voi a dare l`esempio...( tipo superpuma al Signor Cassis!)....o viaggi inutili e costosi, solo perchè ci sono soldi da spendere.
Luca Civelli 1 mese fa su fb
La protezione dell’ambiente si sta rivelando un ottimo pretesto per escludere la maggioranza della popolazione dai consumi e costringerla a lavorare per sostenere il tenore di vita di una minoranza.
Daniele Porta 1 mese fa su fb
Arriverà il momento che andrò in pensione......(sempre se ci arrivo) ma poi ciao Svizzera 👋🏻👋🏻👋🏻👋🏻👋🏻👋🏻👋🏻
Claudio Trabattoni 1 mese fa su fb
Daniele Porta gia' fatto🙂
Daniele Porta 1 mese fa su fb
La Greta ha colpito!!! 😩😩😩😵😵😵😵
Nevio Pedrinis 1 mese fa su fb
Hahahahaahahaahah
Ridvan Albana Asllani 1 mese fa su fb
Diminuzione dell’imposta della circolazione per i veicoli più potenti, poi dall’altra parta aumenta la benza, +1-1=0
Lea Romano 1 mese fa su fb
Quindi non prendiamo più l'aereo? Andiamo in America col barchino a remi?
roma 1 mese fa su tio
...a casa tutti i politici. Fra non molto la gente si ribellerà.
Myriam Tognetti 1 mese fa su fb
Ma magari qcn è ancora convinto e contento..come qualche lustro fa,quando votarono SI x aumentarsi di 20 CTS la benzina.... 😷
Trudi Damioli 1 mese fa su fb
👎👎👎
Jonathan Lanni 1 mese fa su fb
Tassare i biglietti aerei? Ma i voli partono e inquineranno ugualmente anche se mezzi vuoti. Invece che incentivare le persone acquistando veicoli elettrici o danndo incentivi per i mezzi pubblici. Veicoli elettrici venduti a prezzi assurdi e la corrente nelle postazioni venduta quasi piu che la benzina E i mezzi pubblici sempre più cari e meno efficienti Ottimo direi!
Lolly Rovere 1 mese fa su fb
Perché secondo te l’éettrico non inquina??
nordico 1 mese fa su tio
Con questo "correttivo" la Svizzera otterrà un effetto importante: Una notevole diminuzione del carburante che gli automobilisti delle le nazioni vicine vengono da noi ad acquistare. Non è escluso che si crei la situazione inversa, e che gli Svizzeri acquistino il carburante all'estero. Siccome una buona parte del prezzo alla colonna è dovuto a tasse, alle casse federali verranno a mancare numeri che saranno attorno all'ordine di 6 zeri. Tutti sanno che quando vengono a mancare soldi si creano nuove tasse oppure si aumentano le esistenti. Spero che siamo tutti pronti quindi ad aprire di più il nostro borsello. NB: Per la cronaca il Lussemburgo mantiene il prezzo del carburante regolarmente circa 20 cts al litro sotto il prezzo delle nazioni vicine. E fa ottimi affari, con le stazioni di servizio (quasi) sempre intasate.
Moreno Rubbi 1 mese fa su fb
Prima o poi troverete la gente in piazza, poi arrangiatevi! Politici che si spostano gratis e con uno stipendio fuori di testa ci comandano?? 🖕🏻🖕🏻🖕🏻
Biasca Samuele 1 mese fa su fb
Non si possono usare i mezzi pubblici o siamo tutti licenziati per ritardi, ma possiamo fare cassetta. Mi fanno schifo, le paghe non sono mai state tanto basse, la povertà, disoccupazione e assistenza tanto alta... e vogliono aumentare ancora . Fate schifo!
Teo Ambrosini 1 mese fa su fb
Questi qua ci derubano protetti dalla legge
Nmemo 1 mese fa su tio
I Verdi sono quelli che producono tasse senza risolvere niente! Votateli, che per i ticinesi c'è Malpensa.
centauro 1 mese fa su tio
@Nmemo Mi sembra che i ticinesi già frequentano Malpensa!
Yan Saporiti 1 mese fa su fb
Va benissimo, ma allora non tassate che ha un Euro 1 o meno. Se io devo spendere 100 litri al mese di benzina per spostarmi, non è che se mi aumenti il prezzo di questa, magicamente ne consumerò 90litri. Ma questi hanno lauree? Ma questi hanno un lavoro? Ma ragiona meglio un bifolco! La dignità per questo paese è come le foglie d'autunno
Nikola Nick Zar 1 mese fa su fb
Yan Saporiti si ma è la lobby delle FFS che promuove questo, vogliono avere il monopolio e che la gente vada in treno ai loro "vantaggiosissimi" prezzi... (vedi aumento biglietti aerei)
Yan Saporiti 1 mese fa su fb
Ma certo che ste idee vengono da chi ne giova benefici. Di certo un automobilista, o comunque una persona con un minimo di sale in zucca, non ragiona (sempre che si possa definire "ragionamento") in un modo così infantile. È il classico ragionamento da bambino di 5 anni (con tutto il rispetto per i bambini)
Maurizio Terrenghi 1 mese fa su fb
Ormai....prima il diesel e adesso la benzina 😡, l'ìmportante é spillare soldi al popolo
Paola Villa 1 mese fa su fb
Ecco spiegato il business della Gretina...
Roberto Ugolotti 1 mese fa su fb
È tutta una presa per i fondelli il cui scopo è solo uno: tassare sempre piu i cittadini
madras 1 mese fa su tio
Avanti a tassare il popolo e più precisamente il ceto povero, già le nostre paghe sono ridotte al’osso A noi l’auto serve per recarci al lavoro e così facendo ci costringete a mangiare radici per sopravvivere. Attenti ai boomerang che il popolo si sta scazzando !!!
Nikola Nick Zar 1 mese fa su fb
Se si pensa così tanto al clima e all'inquinamento perché si tagliano gli alberi e non se ne piantano quelli nuovi? Perché non aumentano le tasse alle fabbriche che inquinano? Solo per far cassa dalla povera gente...
Mirco Zabot 1 mese fa su fb
Nikola Nick Zar Non solo fabbriche, ma anche settori attivi nella Carne e nei alimenti!
Luca Tocchio 1 mese fa su fb
Mi spiegate come si riducono le emissioni facendo pagare di più alla gente?? Le emissioni saranno le stesse e qualcuno ci avrà guadagnato molto di più ... fine della farsa
Daniele Porta 1 mese fa su fb
Luca Tocchio altri soldi che ci rubano!!!!
Luca Selmoni 1 mese fa su fb
Economia 101: quando il prezzo viene alzato diminuisce la domanda. https://en.m.wikipedia.org/wiki/Supply_and_demand Oltretutto incassando una tassa lo stato può spendere questi ricavi per progetti volti a ridurre le emissioni già esistenti nell’aria o a migliorare l efficienza energetica (e scritto nell’articolo ).
Luca Tocchio 1 mese fa su fb
Luca Selmoni perdonami ma se DEVO recarmi in una località per lavoro o per diletto, a meno che l’aumento non sia spropositato (es.+500CHF) le persone ci andranno lo stesso, pagando di più per il medesimo servizio e per le medesime emissioni.
Mirco Zabot 1 mese fa su fb
https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=2694457390588881&id=100000739397945
Ado Ado 1 mese fa su fb
Luca Tocchio loro pensano costa di piu vanno meno in giro
Luca Selmoni 1 mese fa su fb
... ed invece è provato che funziona. La gente continuerà ad usare la macchina, ma ad esempio non la useranno per portare i figli all asilo a 100 metri da casa, per andare in centro o a lavoro quando ci sono dei trasporti pubblici efficienti. Le società che saranno impattate dalla tasse ricercheranno soluzioni più ecologiche per offrire tariffe competitive ( nel campo dei trasporti ad esempio useranno di più la rotaia ). E cmq, chi vuole continuare ad usare la macchina nonostante tutto e libero di farlo, ma è importante che paghi il prezzo per per il danno creato (oggi ci sono tecnologie per assorbire il CO2 dall’aria ).
Sheila Peverada 1 mese fa su fb
Sì uno può andare al lavoro con bus treno bici ecc ecc ma cmq ha un auto a casa molto probabilmente è di conseguenza paga di più tra auto e mezzi pubblici 🤔
Cesare Cece Prandi 1 mese fa su fb
Luca Selmoni economia 101, la domanda della benzina è rigida...
Mirco Zabot 1 mese fa su fb
Ricordatevi di questo alle votazioni federali non votate la Sinistra di M!
Mirel Hodic 1 mese fa su fb
Mirco Zabot meglio non votare nessuno sono tutti uguali mangia soldi
Giù Cav 1 mese fa su fb
Qualcuno dirà : "colpa dei frontalieri che passano le dogane aperte di notte e prosciugano le pompe di benzina" ⛽ 😅 siamo alla frutta... secca
Claudio Ranzoni 1 mese fa su fb
Rimbecilliti 👿👿
Francesco Cec Moretti 1 mese fa su fb
Ma piuttosto incentiviamo chi produce meno co2
Valerio Castellani 1 mese fa su fb
Francesco Cec Moretti 1 mese fa su fb
Solo se quei soldi vanno a favore di progetti ecologici
Mirco Zabot 1 mese fa su fb
Handiccapati l'unica cosa da aumentare sono i pallini di piombo!
Valerio Castellani 1 mese fa su fb
Allora altro che allungare aeroporto siamo alle solite comiche e che paga chi sono chi se ne frega se la benzina ⛽️ aumenta chi ha bisogno gira lo stesso e quindi sono soluzioni che non servono a niente fuorché vuotare i portafogli alla gente che lavora
Kostadinx Uzun 1 mese fa su fb
Ma con gli aerei la merda che spruzzate ogni giorno bario alluminio ecc. Ma per favore ci sterminate tutti tra un po bastardi
Juan Canepa 1 mese fa su fb
Quindi se costa di più non inquina, funziona così?
Yan Saporiti 1 mese fa su fb
Juan Canepa Esattamente, mentre se ce la facessero pagare 20cts al litro, probabilmente l'auto media farebbe 70L/100km come consumo medio. È naturale, secondo certe teste calde
Juan Canepa 1 mese fa su fb
L'inquinamento ormai è la "moda" degli ultimi anni, come c'è oggi c'era anche 10-20 anni fa ma non se ne parlava. Il boom di questo periodo per loro è un pretesto per andare a rubare soldi alla gente. Non sto dicendo che non sia giusto salvaguardare l'ambiente ma semplicemente non è aumentando i prezzi di qualsiasi cosa che si risolvono i problemi
Marilena Decarli 1 mese fa su fb
Ma si, continuate così .... poi si vedrà ....
Vignette bregagliotte 1 mese fa su fb
Il terrorismo climatico mira proprio a svuotare le tasche ai poveretti senza dar troppo fastidio ai super ricchi 🤑
Francesco Cec Moretti 1 mese fa su fb
Vignette bregagliotte terrorismo climatico? Ma hai visto che casini negli ultimi anni?
Vignette bregagliotte 1 mese fa su fb
Francesco Cec Moretti inteso che puntano il dito contro i comuni cittadini e non contro i veri responsabili.
Mirco Zabot 1 mese fa su fb
Vignette bregagliotte É alquanto comico che la Signorina Leuthard che ha ideato la cagata della Strategia Energetica ora sia Presidente o nel consiglio di amministrazione di Bell, azienda attiva nel settore della carne, carne che é la cosa che inquina maggiormente! Ma no essere contro la Benzina e i Mezzi di Trasporto fa più figo per loro! Per me sono solo rincoglioniti!
Francesco Cec Moretti 1 mese fa su fb
Vignette bregagliotte si parla di veri responsabili ma nel proprio piccolo non si. Fa mai un chezz
Damiano Iannino Schipilliti 1 mese fa su fb
Si andrà in Italia a far benzina tra un po
Alessandro Milani 1 mese fa su fb
Ladri maledetti
Stefano Carrer 1 mese fa su fb
Governo ladro...
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-20 21:27:14 | 91.208.130.87