Keystone (archivio)
L'integrazione dei civilisti - rilanciata da Cattaneo - è stata sollecitata anche dalla Conferenza governativa per gli affari militari, la protezione civile e i pompieri.
SVIZZERA
21.06.2019 - 11:290

Pochi effettivi in Protezione civile: «È tempo di agire»

Un atto parlamentare di Rocco Cattaneo chiede al Consiglio federale di valutare l'integrazione dei civilisti per frenare la «preoccupante diminuzione»

BERNA - Rocco Cattaneo chiede al Consiglio federale di esaminare «apertamente e senza tabù» le modalità secondo le quali chi presta servizio civile può essere impiegato nella protezione civile.

«l numero di persone reclutate nella protezione civile è in costante diminuzione. A partire dal 2014 si è addirittura scesi sotto la soglia minima stabilita di 6000 militi. L’anno scorso gli effettivi erano soltanto 3700. Al contrario, il numero di ammissioni al servizio civile è in continuo aumento, scrive il consigliere nazionale, che vede nell’integrazione dei civilisti una «soluzione valida per contribuire all’aumento degli effettivi della protezione civile» e invita il Governo ad esaminare «le opzioni di integrazione esistenti e le relative implicazioni giuridiche» (dall'opzione volontaria, a impieghi obbligatori, fino alla completa integrazione).

Un’eventuale integrazione «è sollecitata da più parti», prosegue Cattaneo nel suo atto parlamentare sottolineando come il problema sia «noto ormai da tempo».

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-23 05:24:36 | 91.208.130.86