keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
20 min
Più soldi per promuovere distribuzione mattutina dei giornali
La Commissione delle telecomunicazioni propone lo stanziamento di altri 40 milioni a sostegno della stampa
URI
38 min
Venerdì si torna a circolare (anche) sul Furka
Si tratta del quarto passo urano a riaprire dopo Klausen, Oberalp e San Gottardo.
BERNA
54 min
Daniel Koch può (finalmente) andare in pensione
L'esperto per le malattie trasmissibili dell'UFSP aveva rimandato per offrire il suo contributo quale esperto Covid-19
CANTONE
1 ora
«La stagione dei campeggi può finalmente iniziare»
Il TCS si rallegra per gli allentamenti dal 6 giugno: «La domanda è molto forte. Con oltre due mesi di ritardo si parte»
SVIZZERA
1 ora
«Una seconda ondata potrebbe provocare 5'000 morti»
Secondo un calcolo matematico elaborato dai ricercatori del Poli i principali vettori potrebbero essere i giovani.
CIPRO
2 ore
Se vuoi andare a Ayia Napa prima devi farti il test
Nessun obbligo di quarantena per i viaggiatori provenienti da 19 nazioni europee.
BERNA
2 ore
«I bambini hanno bisogno di spazi di gioco»
Pro Juventute chiede ai comuni la creazione di più zone adatte allo scopo
SVIZZERA
2 ore
Frenata da Berna sulla riapertura con l'Italia
Secondo il Consiglio federale la data del 3 giugno è troppo vicina. Dall'8 saranno però possibili i ricongiungimenti.
SVIZZERA
2 ore
Greenpeace contro Credit Suisse e UBS sulla protezione del clima: «Solo parole»
L'accusa dell'associazione ambientale riguarda i continui investimenti nell'industria fossile
SVIZZERA
3 ore
Tutto quello che potremo fare dal 6 giugno
Assembramenti fino a 30 persone (dal 30 maggio) e manifestazioni fino a 300 persone saranno autorizzate.
SVIZZERA
4 ore
«Cerchiamo di rinunciare ai viaggi toccata e fuga in aereo»
Il settore turistico si prepara a ripartire. A tu per tu con Martin Nydegger, direttore di Svizzera Turismo
SVIZZERA
4 ore
Punire i passeggeri indisciplinati sarà più facile
Il Governo ha approvato un protocollo alla Convenzione di Tokyo
SVIZZERA
5 ore
Karin Keller-Sutter a Vienna: «Parleremo della riapertura delle frontiere»
Quello della responsabile del DFGP è il primo viaggio all'estero di un membro del governo dall'inizio della crisi.
SVIZZERA
5 ore
È tempo di zecche, soprattutto sull'Altopiano
La diffusione dell'animale monitorata con un'app. Ora si studia l'impatto delle nuove abitudini dovute al coronavirus
SVIZZERA
5 ore
Guasto Swisscom dovuto a lavori di rinnovo
Si è trattato di un sovraccarico della rete nel momento in cui gli utenti sono stati trasferiti su nuovi sistemi
SVIZZERA
5 ore
Coronavirus in Svizzera: 15 casi e un decesso
Il numero complessivo delle persone risultate positive al virus sale a quota 30'776
SVIZZERA
6 ore
Edelweiss torna a volare: «La gente ha voglia di vacanze, lo sentiamo»
Inizialmente, la compagnia ripristinerà i voli verso alcune destinazioni di mare. Non volava dal 3 aprile.
SVIZZERA
7 ore
Richemont, pioggia di milioni per i manager
Paghe da capogiro ai piani alti dell'azienda attiva nel settore del lusso
TURGOVIA
7 ore
Cade nella piscina vuota: ferito un bebè di quattro mesi
L'incidente si è verificato ieri nel Canton Turgovia nel giardino di una casa monofamiliare
SVIZZERA
8 ore
Quattro guasti in cinque mesi, Berna esige spiegazioni
L'Ufficio federale delle comunicazioni vuole far luce sulla serie di disservizi di Swisscom
SVIZZERA
8 ore
Sorpasso «a sorpresa» di Sunrise su Swisscom
A dirlo è periodico sondaggio condotto da Moneyland. In testa alla classifica c'è però Wingo
SVIZZERA
9 ore
Aprire le discoteche? «Posti ideali per nuovi focolai»
Il ritorno alla nuova normalità passa dalla terza fase, prevista l'8 giugno. Oggi si dovrebbe poter sapere di più
SVIZZERA
9 ore
Ancora in calo la spesa pubblicitaria
La parte più importante rimane quella a beneficio della stampa, con cifre ugualmente in discesa
SVIZZERA / ITALIA
20 ore
Una montagna di lingotti diretti (anche) in Svizzera, sette condanne
L'inchiesta aveva portato a indagare 118 persone in 11 regioni, a 250 perquisizioni e al sequestro di beni e conti
SVIZZERA
20 ore
RAG Stiftung dimezza la sua quota in Stadler Rail
Il valore totale della transazione ammonterebbe a circa 190 milioni di franchi
GINEVRA
21 ore
Il Salone dell'auto rinuncia al prestito
L'aiuto del Cantone era sottoposto a condizioni, tra cui il subappalto della manifestazione a Palexpo SA
SVIZZERA
1 gior
Manifestazioni sportive e politiche per 300 persone?
Domani il Consiglio federale comunicherà ulteriori decisioni per il graduale ritorno alla normalità
SCIAFFUSA
1 gior
Il forsennato con la motosega resta in terapia
Rimarrà nella clinica psichiatrica e la sua situazione dovrà essere riesaminata ogni cinque anni
ZURIGO
1 gior
Ombre sul professore universitario
Anche direttore della clinica cardiovascolare, è sospettato di negligenze nella ricerca e di aver fatto i suoi interessi
SVIZZERA
1 gior
L'app sul tracciamento è già scaricabile su Android
Ma questo non influisce sugli obiettivi della fase pilota iniziata lunedì
SVIZZERA
1 gior
Referendum e iniziative, la raccolta firme retribuita non va proibita
Il Governo ha respinto una mozione, confermano la decisione presa già nel 2012
SVIZZERA
1 gior
Con le vacanze all'estero rischio il posto di lavoro?
È prevista una graduale riapertura delle frontiere. Ma cosa succede se in vacanza contraggo il coronavirus?
FRIBORGO
1 gior
Friborgo resta senza medico cantonale
Fino ad oggi l'incarico era stato condiviso da due figure, che però hanno deciso di non continuare.
SVIZZERA
1 gior
Le sigarette? «Solo per i maggiorenni»
L'Associazione svizzera per la prevenzione del tabagismo chiede una migliore protezione dei giovani
VAUD
1 gior
Operaio muore schiacciato contro un edificio
L'incidente si è verificato ieri a Montreux. L'uomo è deceduto nella notte a causa delle gravi ferite
SVIZZERA
1 gior
In Svizzera 15 nuovi casi e 6 decessi
Il totale dei contagi in Svizzera dall'inizio dell'emergenza sale a 30'761
SVIZZERA
1 gior
Le colonie estive ai tempi del coronavirus
La Federazione delle attività giovanili chiede chiarezza sulla ripresa dell'offerta per i ragazzi
SVIZZERA
1 gior
SwissCovid: c'è il primo sì
Il progetto del Consiglio federale richiede però alcune modifiche
SVIZZERA
1 gior
Hacker contro EasyJet, anche 480mila svizzeri nel mirino
In un numero limitato di casi i criminali informatici hanno avuto accesso ai dati delle carte di credito dei clienti
SONDAGGIO
BERNA
1 gior
Lavorare a casa piace
Secondo il barometro creato dal sindacato le persone giudicano positivamente il telelavoro
SVIZZERA / GERMANIA
1 gior
Gurlitt: l'origine di oltre 1000 opere resta un mistero
Dopo 8 anni le ricerche sulla collezione sono quasi terminate. Ma i punti interrogativi restano molti
SVIZZERA
1 gior
Tempi duri per gli orologi
La vendita estera di orologi svizzeri è calata di un impressionante 81%
SVIZZERA
1 gior
La gestione della pandemia sotto la lente del Parlamento
L'analisi vuole contribuire a rafforzare la responsabilità democratica del Governo e fornire insegnamenti per il futuro
SCIAFFUSA
1 gior
Il forsennato con la motosega vuole una condanna più mite
Nell'estate del 2017 ferì due dipendenti di una cassa malattia. Oggi compare di nuovo in tribunale.
SVIZZERA
1 gior
Giovani, il primo lavoro dura poco
C'è una svolta lavorativa nel 52% dei casi, secondo l'Ufficio federale di Statistica (UST)
Cronaca
1 gior
Insulta e allontana con un bastone il personale dell'ospedale «per mantenere le distanze»
A Zurigo un uomo costringe i passanti a camminare a due metri di distanza dalla sua finestra
SVIZZERA
1 gior
Metà degli svizzeri ha in programma di acquistare una casa
C'è chi impiega anche tre anni per trovare l'abitazione perfetta, soprattutto in città
SVIZZERA
1 gior
Duro crollo del commercio estero
Le esportazioni sono calate del 12%, le importazioni del 22%
VAUD
2 gior
Escursionista perde la vita sui Monts-de-Corsier
L'uomo era scomparso nella serata di ieri. Questa mattina il ritrovamento
SVIZZERA
2 gior
Le luci rosse si mettono la mascherina?
L'organizzazione dei lavoratori del sesso propone un piano di protezione per il settore
BERNA
07.12.2018 - 16:300
Aggiornamento : 18:41

Accordo quadro, la Svizzera dovrà riprendere la legislazione europea

Ciò avverrà in "modo dinamico". Prima di decidere se firmarlo, il governo vuole però consultare le varie cerchie interessate

BERNA - La Svizzera dovrà riprendere in modo dinamico la legislazione europea. Eventuali divergenze con l'UE in merito alle differenti interpretazioni del diritto comunitario saranno trattate da uno speciale Tribunale arbitrale. È quanto prevede l'Accordo istituzionale con l'Unione europea reso noto oggi dal Consiglio federale. Prima di decidere se firmarlo, il governo vuole però consultare le varie cerchie interessate visto che rimangono ancora due grosse divergenze con Bruxelles.

Prima di inviare in consultazione la bozza d'accordo, il governo ha valutato le varie opzione possibili. Da un lato bocciare l'intesa avrebbe conseguenze negative: oltre a una rottura dei negoziati in corso, come sul dossier dell'elettricità, c'è anche da considerare il non riconoscimento dell'equivalenza per la Borsa svizzera e il rischio di venir esclusi dai programmi di ricerca europei, si legge nella documentazione distribuita ai giornalisti accreditati a Palazzo federale.

D'altra parte, rinviare le discussioni con Bruxelles non è neppure possibile: per l'UE non è immaginabile sospendere i negoziati. In tal caso, inoltre, l'Unione necessiterebbe di un nuovo mandato negoziale che non potrebbe ottenere prima del 2020. Non ci sarebbe inoltre alcuna garanzia che l'UE sia disposta a basare le future trattative sul progetto di accordo esistente.

Due divergenze importanti - La bozza di accordo attuale contiene comunque diversi aspetti positivi, come il meccanismo per risolvere le vertenze, ha spiegato il presidente della Confederazione Alain Berset in una conferenza stampa a Berna. Il ministro dell'interno non ha però nascosto che esistono divergenze su due punti importanti per la Svizzera: la misure accompagnatorie alla libera circolazione delle persone e l'estensione dei diritti dei cittadini UE.

Per il ministro degli esteri Ignazio Cassis, l'accordo permette di fare passi avanti che vanno nella direzione voluta dal Consiglio federale per consolidare la via bilaterale. I due punti che rimangono aperti non permettono tuttavia all'esecutivo di parafare l'accordo.

Berset ha detto di aver parlato al telefono oggi col presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker. Questi, a detta del presidente della Confederazione, si è mostrato comprensivo in merito ai tempi necessari alla politica svizzera per discutere l'intesa.

Come detto, l'accordo è stato inviato in consultazione fino alla prossima primavera. Saranno chiamati ad esprimersi i vari attori coinvolti: commissioni parlamentari, Cantoni, partiti e partner sociali, ha spiegato Cassis. «Il risultato delle consultazioni ci permetterà di dire come andare avanti con il viaggio», ha aggiunto.

Da parte europea, è verosimile che l'accordo verrà sottoposto al vaglio della Corte europea di giustizia, ha precisato Roberto Balzaretti, segretario di Stato e responsabile dei negoziati con l'Ue. La Corte, a suo dire, non dovrebbe sollevare obiezioni.

Aiuto sociale non menzionato - Come detto, uno dei due punti sui quali non è stata trovata una intesa concerne la direttiva UE che riguarda l'estensione dei diritti all'aiuto sociale, alla protezione contro l'espulsione e al diritto di soggiorno permanente dopo 5 anni per i cittadini comunitari. Questa direttiva non è neppure menzionata nel testo dell'accordo. Agli occhi di Bruxelles essa costituisce infatti uno sviluppo della libera circolazione. Ciò significa che la Confederazione non beneficerà di alcuna eccezione esplicita.

Per Berna, invece, tale direttiva non rappresenta uno sviluppo della libera circolazione ai sensi della relativa intesa. Se l'Accordo quadro presentato oggi dovesse entrare in vigore, il Tribunale arbitrale sarebbe dunque verosimilmente rapidamente chiamato ad esprimersi su questo punto.

Se dovesse prendere una decisione non conforme all'interpretazione data dalla Svizzera, le modalità di ripresa della direttiva, anche solo parziale, dovranno essere negoziate con Bruxelles, precisa il Consiglio federale. Se la Svizzera dovesse continuare a rifiutare l'adozione della direttiva, l'UE potrà prendere misure che però dovranno essere "proporzionate".

Altro punto di frizione tra Berna e Bruxelles: il regolamento europeo sul coordinamento dei sistemi di sicurezza sociale. Un punto essenziale in esso contenuto riguarda la competenza in materia di versamento delle indennità di disoccupazione per i lavoratori frontalieri (che dovrebbe passare allo Stato dove la persona ha lavorato).

Pure questo regolamento non figura nell'Accordo quadro, anche perché il processo legislativo a livello europeo non è ancora concluso. Quando lo sarà, le modalità per una sua eventuale trasposizione nel diritto elvetico saranno discusse dal comitato misto. Si parte però dal presupposto che l'UE e i suoi Stati membri chiedano alla Svizzera di riprendere tale direttiva.

Linee rosse superate - Per ratificare l'accordo la Confederazione dovrà anche trasporre nella sua legislazione entro tre anni il diritto europeo relativo ai lavoratori distaccati. Per farlo sarà necessario fare delle concessioni superando le famose "linee rosse" definite invalicabili dallo stesso Consiglio federale, in particolare sulla regola degli otto giorni, ossia quella che obbliga le imprese europee a notificare alle autorità elvetiche con tale preavviso l'invio di manodopera. Tale lasso di tempo dovrà essere ridotto a quattro giorni.

Padroncini - Si potrà inoltre chiedere il deposito di una cauzione solo a quelle imprese che si sono già distinte per non aver onorato i loro obblighi finanziari. La Confederazione potrà invece continuare a chiedere l'obbligo di annunciarsi per gli indipendenti (padroncini). Confermato anche il limite massimo di 90 giorni lavorativi per anno per padroncini e distaccati.

In futuro, dunque, le misure accompagnatorie alla libera circolazione delle persone dovranno riferirsi unicamente a questi tre punti (notifica dei lavoratori distaccati, cauzione e padroncini). Nella documentazione distribuita oggi alla stampa si riconosce che "alcune misure d'accompagnamento non potranno appoggiarsi sulla direttiva d'esecuzione". Ciò significa che non sono conformi alla bozza di accordo.

Diritto referendario garantito - Per quel che concerne la trasposizione nel diritto elvetico degli sviluppi della legislazione europea, la Svizzera potrà decidere in modo autonomo, «nel rispetto delle procedure decisionali previste dalla Costituzione». Ciò significa che il diritto di referendum viene mantenuto e che non ci sarà alcuna ripresa automatica.

In caso di divergenze, ogni parte potrà rivolgersi al cosiddetto "comitato misto" che avrà tre mesi per trovare una soluzione. In caso contrario verrà istituito un Tribunale arbitrale paritetico i cui membri saranno per metà scelti da Berna e per metà da Bruxelles.

Le decisioni del tribunale sono vincolanti. Se una delle parti tuttavia non dovesse applicarle o se queste dovessero essere ritenute non conformi dalla controparte, quest'ultima può prendere delle contromisure. Queste dovranno tuttavia essere «proporzionate».

San Gottardo - L'Accordo quadro prevede anche per la Svizzera alcune eccezioni esplicite al principio della ripresa dinamica del diritto europeo. Queste confermano le regole particolari già esistenti, ad esempio nel campo dei trasporti (limite delle 40 tonnellate, divieto di circolazione notturna e di domenica per i camion), dell'agricoltura (norme più severe per il trasporto di animali) e della sicurezza sociale (divieto di esportazione di talune prestazioni sociali).

L'Accordo quadro afferma anche esplicitamente che «le nuove infrastrutture legate alla sicurezza, come la costruzione della seconda canna della galleria autostradale del San Gottardo, non costituiscono un aumento delle capacità». In questo senso la limitazione delle capacità al livello attuale (una sola corsia per senso di marcia) non sarà considerata dall'UE come una «restrizione quantitativa unilaterale» (leggi: Bruxelles non la considererà una violazione dell'Accordo sui trasporti terrestri).

Concerne 5 accordi esistenti e i futuri - Da notare che l'Accordo istituzionale concerne unicamente i cinque accordi bilaterali relativi all'accesso al mercato UE (libera circolazione, trasporti aerei e terrestri, ostacoli tecnici al commercio e agricoltura). Si applicherà anche ai futuri accordi di accesso al mercato, come quello sull'elettricità.

L'Accordo quadro potrà essere disdetto con un preavviso di sei mesi. In tal caso decadranno anche tutti gli accordi settoriali conclusi dopo la sua entrata in vigore. I cinque accordi precedenti non sarebbero invece toccati.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Maurilio Mattachini 1 anno fa su fb
Massoni comandano in tutta europa macron merkell e draghi
Sergio Carettoni 1 anno fa su fb
ma state scherzando, vero ?
OCP 1 anno fa su tio
Alle ultime votazioni abbiamo di nuovo perso una grande occasione. Ancora una volta la campagna del terrore che diceva che votando a favore dell'autodeterminazione si sarebbero verificate guerre, carestie e pestilenze ha funzionato di nuovo. A semm un popol da tarocc :-/
lo spiaggiato 1 anno fa su tio
@OCP Aha aha aha, come ti brucia... urca se ti brucia... Ma ti conviene mettere il cuore in pace e rilassarti, il popolo svizzero ha deciso e rideciso più volte la strada degli accordi bilaterali... e questi ora necessitano dell'accordo quadro... se poi qualcuno continua a proporre iniziative senza senso e viene sonoramente sconfitto la colpa è solo sua... :-)))))
OCP 1 anno fa su tio
@lo spiaggiato Toh... è arrivato il clown, mi mancavi sai? :-) Comunque a proposito di bruciori prepara una buona pomata perché vedrai quanto brucerà a te il momento in cui ti accorgerai che la tua amata UE ti infilerà un "big bamboo" dove scendendo la schiena cambia nome. Ma magari a te piace ;-)
lo spiaggiato 1 anno fa su tio
@OCP Sarà, ma per ora lo hanno infilato a te… :-)))
Dante D. Scolari 1 anno fa su fb
Ben gli sta a ‘sti svizzerotti che hanno votato contro la loro autonomia. Auguriamo loro il peggio, di perdere la libertà, il benessere, la bandiera degli avi.
Leo Brina 1 anno fa su fb
Niente accordi con Bruxelles
moma 1 anno fa su tio
Ecco, ecco, ecco, ci siamo, ci siamo. Cari votanti no all'autordeterminazione. Questo è l'inizio.
Wunder-Baum 1 anno fa su tio
Sono molto preoccupato, non solo per la Svizzera, ma per l'intera situazione mondiale e anche per la perdita di posti di lavoro che, aime, sta colpendo anche il nostro Cantone. Leggo e vedo ogni giorno quello che succede, incontri uno dietro l'altro (sicuramente hanno i loro costi) tra politici, discussioni e discussioni, ma nessuna intesa (vedi clima o altri temi importanti). In questo mondo è una continua competizione di chi vuol fare più disastri. Ricordiamoci che il mondo è nostro ed è prezioso per noi e per le future generazioni. Il signor Junker (facciamo un nome a caso) tra un po andrà in pensione e lui sicuramente non avrà problemi, mentre le nazioni come la Francia, l'Italia e altre, dovranno andare avanti affrontanto gli stessi problemi o, forse, addirittura peggio (anziani e giovani). Qui si continua negoziare cose che hanno un senso fino ad un certo punto, almeno dal mio punto di vista, poi però abbiamo basi militari in Polonia per la paura che la Russia possa scatenare un'altra guerra ! Ci rendiamo conto di questo ? Siamo quasi nel 2019 e viviamo ancora con un incubo di una guerra nucleare !
Roberto Carraro 1 anno fa su fb
Voi cittadini svizzeri..impegnatevi ha non cadere pure voi nelle mani di Bruxelles...sono italiano ma da ben dieci anni il mio cuore è lì con voi ma ho notato che i vs politici stanno diventando la fotocopia dei ns..quando UE parlo tutti si inchinano a discapito di chi veramente vale..il popolo sovrano
patrick28 1 anno fa su tio
Forza UE !
Evry 1 anno fa su tio
Abbiamo dei ottimi GOVERNATORI, ma per fafore.. in altri Stati ci sarebbe una Rivoluzione.
Logico 1 anno fa su tio
Poche settimane fa, gli oppositori all’autodeterminazione sostenevano che l’iniziativa andava bocciata perché sarebbe stata applicata a tutte le questioni passate (non vero) e future, oggi invece “ Si applicherà anche ai futuri accordi di accesso al mercato, come quello sull'elettricità.” tutto regolare? Ovviamente se ci facciamo prendere in giro senza problemi, tutti pensano che ci piaccia e quindi continueranno a farlo. A questo punto mi chiedo se sono più pericolosi gli islamisti di Erdogan o i nostri inetti politici
Figenfeld 1 anno fa su tio
Lè ná bellá c***da, mà mettimi i "Gilet Rossi", e sa cariga:-) Non contro il CF, ma piegati a 90° nn può essere la rapina della CH! Cmq cari noi, le da tirà sü i brag.;-) buon WE
Pippo Giuseppe Fuoti 1 anno fa su fb
Molto bene e tutti quei pecoroni che hanno votato no alla autodeterminazione ora saranno contanti
WGWG 1 anno fa su tio
Un CF vile e traditore
Ade Gheiz 1 anno fa su fb
Questa è la prova che la fedeltà verso la patria non si dimostra necessariamente con un passaporto e leggi rispettate. Come si fa ad essere fedeli ad una nazione di calabraghe poi...
Mico Mio 1 anno fa su fb
che schifo
roma 1 anno fa su tio
...ora si vedrà se tutti quelli che si sono sciacquati la bocca con la parola "referendum" avranno il coraggio di di lanciarlo.
Danny50 1 anno fa su tio
@roma Guarda che non credo si debba lanciare un referendum. Il popolo dovrà votare senza referendum
roma 1 anno fa su tio
@Danny50 ...non ne sono così sicuro
pulp 1 anno fa su tio
Ordine... progresso.... calma e gesso. Tutto è perfettibile ma non è mai semplice. Se poi si inserisce anche il discorso di libera prestazione di servizi (per le banche nell'UE) l'accordo è buono... perlomeno discreto. Avanti con la trattativa ma con le mutande di ghisa.
Tommaso Berletti 1 anno fa su fb
Vergognoso. Si spera che si riesca con iniziativa popolare ad hoc a fermare questo scempio
Toad MisterToad 1 anno fa su fb
Le trattative .. quelle serie bi...UNIlaterali
Alessia Granito 1 anno fa su fb
A Berna sento odore di giallo
Danny50 1 anno fa su tio
Complimenti al vecchio e nuovo CF. Hanno ceduto ai sordidi ricatti di un’accozzaglia di gangster che si chiama commissione UE. Complimenti pure al bue incrociato con la pecora per aver votato NO all’auto determinazione che avrebbe reso questo accordo di sudditanza impraticabile. Ora non rimane che attaccarsi al tram. Per fortuna in CF c’erano 2 UDC e 2 socialisti che erano contro il cedimento. Chissà chi ha mollato ? Scommettiamo che sarà la Sommaruga e il Berset ? Amman probabilmente dormiva, l’oca no 1 avrà avuto il suo completo sfavillante blu stellato, l’oca numero 2 (bocchina rosa) avrà pensato ad aquarius.... gli altri due alla loro prossima pensione d’oro.
gluvi 1 anno fa su tio
Sarà contento il nano Cassis
Lore62 1 anno fa su tio
...come volevasi dimostrare! Non hanno ancora capito cosa hanno votato l'ultima volta, ma ne comprenderanno le conseguenze... Prevedo un replay dei gilet gialli XD
David Maffeis 1 anno fa su fb
Ormai vengono tutti a studiare il diritto europeo in Svizzera ??... dunque siamo professionisti ?
Claudio Meier 1 anno fa su fb
In realtà se si legge l’articolo si vede che i cambiamenti rispetto ad ora sono davvero minimi.
seo56 1 anno fa su tio
Schifato dai nostri politici... sempre più a sinistra e servi dell’UE. UDC e LEGA battete un colpo se ci siete!!!
Daniele Petralli 1 anno fa su fb
Consultare le cerchie interessate ? Esattamente, prima consultate il Padrone = Il Popolo Sovrano. Capito ?
Daniele Petralli 1 anno fa su fb
Tribunale Arbitrale ? ???
Mariluz NeMa 1 anno fa su fb
Speriamo ci sia un referendum
pardo54 1 anno fa su tio
Mamma mia, tutti politologi e per di più chiaroveggenti.
Luca Micotti 1 anno fa su fb
...Allora avete dunque perso una parte della Vs sovranità...a breve il diritto UE ?? pervaderà il Vs ordinamento giuridico
Laura Bernasconi 1 anno fa su fb
Purtroppo si , non hanno potuto entrare dalla porta , lo fanno dalla finestra ????
Luca Micotti 1 anno fa su fb
...è così.....
Rosanna Valli 1 anno fa su fb
grazie a tutti i co...ni che hanno votato no
lo spiaggiato 1 anno fa su tio
Bene, anzi benissimo… l'accordo quadro è necessario per il nostro paese… :-))))))
seo56 1 anno fa su tio
@lo spiaggiato Sei uno dei pochi a esultare!!
lo spiaggiato 1 anno fa su tio
@seo56 Si , assieme alla maggioranza degli svizzeri… :-)))))
gmogi 1 anno fa su tio
Obbligano quello che fa comodo a loro e poi per il resto : tutti in riga sull’attenti!
Equalizer 1 anno fa su tio
Quando il Nano diceva che saremmo diventati come gli indiani d'America ci aveva visto lungo.
lo spiaggiato 1 anno fa su tio
@Equalizer Tanto lungo che il suo movimento è diventato il partito deli rada, delle tasse e delle multe...
Equalizer 1 anno fa su tio
@lo spiaggiato Difatti ho detto il Nano, non i suoi falsi discepoli.
Teo Ambrosini 1 anno fa su fb
Benone andiamo sempre peggio ? ma che futuro ci state preparando a noi e alla prossima generazione? Aprite sti occhi politici... ma come fate ?
Daniele Petralli 1 anno fa su fb
Teo Ambrosini non sono i politici a dover aprire gli occhi ma la popolazione, specialmente chi ha votato NO all'autodeterminazione. Ora saremmo in una botte di ferro !!!
Teo Ambrosini 1 anno fa su fb
Quello sicuramente! Ma anche i politici dovrebbero essere li per creare un futuro cone quelli prima hanno fatto per loro... invece si siedono e fanno cose al contrario godendosi quello che an ricevuto e fregandosene di quello che lasceranno... Chiaramente se u a parte della popolazione li segue loro stanno ancora meglio
Mario Zucca 1 anno fa su fb
Teo Ambrosini appunto per i politici non cambia niente!!!!!!
Daniele Petralli 1 anno fa su fb
Mario Zucca gli va bene in ogni caso !!!
Asdo 1 anno fa su tio
Tra l'altro il blick, aggiornato un minuto fa, racconta una storia diversa
Güglielmo 1 anno fa su tio
@Asdo E quale?
Claudio Pietraviva 1 anno fa su fb
Vai! Fuori il goniometro e marcate 90°... Pronti? ?
Maxli Monty 1 anno fa su fb
?
Luca Clavuot 1 anno fa su fb
...Disastro
Asdo 1 anno fa su tio
Congratulazioni per aver completato l'impresa di avere ogni singolo svantaggio di un'entrata nell'ue avendo evitato i pochi lati positivi
Bandito976 1 anno fa su tio
Me ne vado. Non aspetto 3 anni per vedere la catastrofe. Auguri per chi resta. Ma spiass!
Liberopensiero 1 anno fa su tio
Lento ma inesorabile....che tristezza!
Güglielmo 1 anno fa su tio
Ma benee ma braviii giù le braghe un'altra volta. Ma che braghe, mutande, ma che mutande ops l' abbiamo preso dietro senza vaselina.. e io che pensavo dosse un allergia agli occhi... invece è colpa di quegli invertebrati che dovrebbero rappresentarci.... vogliono giocare a chi l'ha più lungo con una banda di eurocrati abituati a fottere la gente ( vedi Francia..). Bravi!??????
Thor61 1 anno fa su tio
Se si continua a votare partiti pro europa e costoro finiscono a gestire il CF non c'è da sorprendersi se poi l'UE comanda in casa nostra! Ma tranquilli questo è solo l'inizio, poi quando la piovra europea potrà gestire a suo piacimento la Svizzera rendendola in miseria (Sapete quanta bella robetta compreranno i tedeschi e i francesi!!!) forse qualcuno si accorgerà della boiata permessa.
Linda Panzeri 1 anno fa su fb
MAI
Goldfinger 1 anno fa su tio
Cronaca di una morte annunciata!
Goldfinger 1 anno fa su tio
È la fine!!
Goldfinger 1 anno fa su tio
Siamo fritti cotti e finiti!!! Altri passi in più nelle catacombe dell’UE :-(
Niko Storni 1 anno fa su fb
Traditori della patria. incredibile. E ora via di referendum ancora una volta
Ivan Carceo 1 anno fa su fb
L'inizio della fine..o meglio....la fine é giá iniziata anni fa...
Mattia Melera 1 anno fa su fb
Saranno fieri coloro i quali hanno votato no all’autodeterminazione. Grazie cari compaesani ?
Zeta Elle 1 anno fa su fb
Fiera eccome. Leggi meglio tutto, non solo quello che ti pare.
Mattia Melera 1 anno fa su fb
Zeta Elle ho letto eccome, tanto per chiarire ? le espulsioni di cittadini stranieri non sono contemplate nel diritto UE, quindi il nostro voto è carta straccia ?
Zeta Elle 1 anno fa su fb
Mattia Melera ah ecco qual è il problema. Buona vita!
Mattia Melera 1 anno fa su fb
Zeta Elle il problema è che ci siamo espressi su quel tema e DEMOCRATICAMENTE abbiamo deciso per l’espulsione dei criminali stranieri. Sai, io credo ancora nella democrazia, quindi scusa se non mi piacciono le imposizioni arbitrarie da fuori ? Buona vita anche a te!
Wolfram Holm 1 anno fa su fb
Questo è esattamente il motivo per cui non sempre la democrazia diretta è un bene. Gli accordi internazionali sono spesso complessi e di difficile comprensione per la popolazione e necessitano di essere trattati da esperti. Vedi brexit ad esempio. Inoltre proposte come "prima i nostri" non possono venire attuate poichè in contrasto con leggi vigenti e accordi internazionali. La classe politica dovrebbe essere più responsabile e sincera e dire che certe proposte sono semplicemente irrealizzabili invece che aizzare il popolo con false promesse per prendersi voti e la poltrona.
Loki Asgardsson 1 anno fa su fb
Wolfram Holm i trattati esteri incidono sulla vita di tutti noi. Quindi è giusto che la gente possa decidere se adottarli o no. Sono complessi? Beh se un contratto è complesso e non lo capisco io non lo firmo. E il 99% delle volte poi scopro che nella complessità nascondeva una truffa. I contratti (e gli accordi) devono essere chiari e concisi. In grado di essere compresi da tutti. Perchè hanno conseguenze per tutti.
Mirco Zabot 1 anno fa su fb
Mattia Melera Ho vissuto in uno Stato Europeo, la Svizzera per come la conosciamo oggi è già cambiata rispetto a 10 anni fa! La Svizzera se va avanti così dura ancora 10 anni poi credo che diventerà come l’Italia!
roma 1 anno fa su tio
Buffoni...
roma 1 anno fa su tio
BUFFONI.
Diablo 1 anno fa su tio
L'inizio della fine..anche se la fine é giá cominciata anni ed anni fa.....
Christophe Cocconi 1 anno fa su fb
??
Loki Asgardsson 1 anno fa su fb
Per chi voleva una Svizzera più aperta, eccolo accontentato. La UE (in decomposizione... v. la Francia) comanderà in casa nostra. Quando si sveglierà certa gente?
Zeta Elle 1 anno fa su fb
Sai leggere? L'applicazione non sarà automatica, il diritto referendario è garantito.
Loki Asgardsson 1 anno fa su fb
Zeta Elle con il referendum del 25 novembre la cosa sarà più complessa. Meno spocchia, mein Freund.
Zeta Elle 1 anno fa su fb
Loki Asgardsson amici noi non credo proprio. Comunque leggi la Costituzione. Per certi versi un po' datata, ma comunque illuminante. Poi ognuno ha le proprie idee, ma un pochino di cognizione di causa non guasta. Buona vita!
Loki Asgardsson 1 anno fa su fb
Zeta Elle la Costituzione la conosco bene. Proprio per quello ho detto quello che ho detto.
Giorgio Bernasconi 1 anno fa su fb
I pro UE non capiscono niente
Loki Asgardsson 1 anno fa su fb
Giorgio Bernasconi meno di zero.
Loki Asgardsson 1 anno fa su fb
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale/consiglio-federale/storia-del-consiglio-federale/il-patto-federale-1-agosto-1291.html: "https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale/consiglio-federale/storia-del-consiglio-federale/il-patto-federale-1-agosto-1291.html" il significato di queste parole mi pare chiaro: in Svizzera valgono solo giudici svizzeri. Non UE, non UN. No di nessun altro Paese.
Zeta Elle 1 anno fa su fb
Giorgio Bernasconi non sono pro UE. Comunque è fiato sprecato, con chi sa fare solo ragionamenti da bettola.
Loki Asgardsson 1 anno fa su fb
Zeta Elle il fatto è che lei non fa ragionamenti. E basta.
tirannosaurosex 1 anno fa su tio
Tanto vale entrare subito completamente nell'UE. Meglio una volta sola e a secco, che farci infilare un dito alla volta per poi scoprire che è dentro tutto il braccio...
matteo2006 1 anno fa su tio
Mi auguro che così in caso di contenzioso l ue non possa adottare la strategia che ha messo in campo fino ad ora cioè: il ricatto!
Thor61 1 anno fa su tio
@matteo2006 Fidati!!!
Massimo D'Onofrio 1 anno fa su fb
Ripresa dinamica... non automatica. State tranquilli!
Mattia Melera 1 anno fa su fb
Modo gentile per dire che non potremo muovere un dito senza il consenso dei balivi UE
rojo22 1 anno fa su tio
Grazie Cassis. Grazie PLRT. Grazie UDCogl...
Stefano Zürich 1 anno fa su fb
Pessima decisione
WGWG 1 anno fa su tio
Che schifo !
Charlotte Queen 1 anno fa su fb
Tribunale arbitrale ?
Luigi Gitto 1 anno fa su fb
Il risultato del voto di qualche giorno fa.
Ded Tedi Karaqi 1 anno fa su fb
Adesso le conseguenze ?
Luigi Gitto 1 anno fa su fb
Ded Tedi Karaqi ancora non si è visto niente..
Patrizio Beccarini 1 anno fa su fb
Luigi Gitto ma non ha nulla a che vedere... è un altra cosa!!!
Mattia Melera 1 anno fa su fb
Avessimo deciso per la prevalenza del diritto svizzero, a quest’ora non ci saremmo ritrovati a riprendere quello dell’UE;)
Patrizio Beccarini 1 anno fa su fb
La votazione faceva sí che i cittadini non potessero piu decidere se mantenere un certo trattato internazionale che diventa in contrasto con la costituzione, ma che dovessero essere disdetti automaticamente... in ogni caso semplicemente gli accordi in contrasto con la costituzione, quindi l accordo quadro sarebbe stato proposto anche in caso di vittoria del sí... quindi non centra nulla...
Mattia Melera 1 anno fa su fb
Patrizio Beccarini se il popolo avesse votato Sì l’accordo quadro così come proposto non sarebbe potuto neppure esistere... dicendo di no, il popolo ha legittimato il CF a cedere parte della propria sovranità, andando contro a quanto deciso democraticamente. In caso di controversie deciderà un tribunale arbitrario, sicuramente ci sarà di che stare tranquilli ? primo esempio riguarda la cittadinanza garantita dopo 5 anni di residenza nel paese, oppure l’espulsione dei criminali stranieri. Insomma, anche se il diritto UE collide con le nostre misure, bisognerà abbassare la testa ?
Loki Asgardsson 1 anno fa su fb
Mattia Melera uno degli argomenti della Keller (CEDU) è che gli Svizzeri, con la loro Costituzione hanno... troppa libertà di decidere! E questa cosa andava corretta. Con il NO gli è stata data una bella correzione.
Mattia Melera 1 anno fa su fb
Gran peccato in effetti, anche perché la tecnocrazia o tirannide sono dietro l’angolo... la forza del nostro paese sta proprio nella democrazia (semi)diretta!
Domenico Giglio 1 anno fa su fb
Sento odore di referendum ?
Laura Bernasconi 1 anno fa su fb
Braviii ecco i bei risultati.
Alessandro Allia 1 anno fa su fb
Laura Bernasconi Tranquilla che passa Bussenghi ci pensa lui ???
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-05-27 18:05:34 | 91.208.130.86