keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
GRIGIONI
2 ore
Brienz ogni anno scende a valle di un metro, il Cantone: «Vi aiuteremo»
La frazione grigionese abitata da un centinaio di anime si sposta in maniera costante, le autorità: «Situazione particolare»
SVIZZERA
2 ore
Noi i canali della Srg/Ssr sul digitale terrestre non li vediamo più, ma in Austria...
Ci riescono ancora (e pure in chiaro) grazie agli sforzi di un'emittente privata e il nullaosta dell'Ufcom: «Il blackout era dispiaciuto a tanti»
SVIZZERA
3 ore
Alla fine il giornale di sinistra Wochenzeitung andrà al WEF
L'accredito stampa della testata per l'edizione 2020 del Forum di Davos è stato accettato
BERNA / RUSSIA
5 ore
Maurer e Putin concordano una cooperazione più stretta
Gli argomenti trattati? Relazioni bilaterali, temi economici e impegno politico della Svizzera a favore della pace
FOTO
SVIZZERA
6 ore
Prima di Rytz, le altre candidature "verdi" al Consiglio federale
La prima presentata ufficialmente fu quella di Cécile Bühlmann nel 2000 per subentrare ad Adolf Ogi
SONDAGGIO
BERNA
9 ore
Regula Rytz: «Pronta al Consiglio federale» e "punta" al posto di Cassis
La presidente dei Verdi svizzeri: «Plr? Un partito ampiamente sovrarappresentato» e propone una nuova "formula magica"
SVIZZERA
9 ore
Quel pedofilo recidivo «deve essere internato»
Il Tribunale federale ha accolto un ricorso del Ministero pubblico sangallese: il 60enne resterà internato fino alla fine di maggio del 2020
SVIZZERA
9 ore
Coppie sposate: «No a una soluzione transitoria»
È il parere espresso dal Consiglio federale in risposta a una mozione volta a eliminare la penalizzazione del matrimonio
VAUD
10 ore
Assalti ai furgoni blindati: «Finché sulle strade gireranno certe somme...»
Canton Vaud nel mirino delle bande francesi: Un criminale di Lione fornisce l'identikit del rapinatore tipo: «Ha tra i 28 e i 42 ed ha un passato migratorio e spesso proviene dal Maghreb»
SVIZZERA
12 ore
Lo "Jass del vescovo" va al Governo solettese
Nel tradizionale torneo di carte, i membri dell'esecutivo si sono imposti «al fotofinish» su i rappresentanti della diocesi di Basilea
SVIZZERA
13 ore
Frontalieri, «no» ad una moratoria di 2 anni sulle assunzioni
La misura contrasta con l'Accordo di libera circolazione e il Consiglio federale invita a respingere quanto chiesto dalla mozione di Roger Golay
SVIZZERA
13 ore
Japan Tobacco: accordo tra direzione e personale sugli impieghi a Ginevra
Il produttore di sigarette ha reso noto di aver siglato un'intesa su un nuovo piano sociale per i 268 collaboratori in esubero previsti
SVIZZERA
13 ore
Ruag International: ingresso in Borsa «probabilmente» nel 2023
Le attività di cyber-sicurezza del gruppo detenuto dalla Confederazione si trovano invece già in piena fase di cessione
FOTO
BASILEA CAMPAGNA
14 ore
Si accorge tardi del bimbo sulle strisce, bus provoca 4 feriti
L’incidente è avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri a Bottmingen. Due persone sono state portate in ospedale
GINEVRA
15 ore
Il futuro dell'aeroporto di Ginevra passa dalle urne
Domenica carica di votazioni nel cantone, chiamato a decidere su un'iniziativa e un controprogetto relativi alla gestione e allo sviluppo dello scalo
SVIZZERA
15 ore
Leuthard nel Cda del produttore di treni Stadler
L'ex Consigliera federale sarà eletta all'assemblea generale del 30 aprile prossimo: «Grazie alle sue competenze in materia di traffico e la sua esperienza politica rappresenta una risorsa importante»
SVIZZERA
17 ore
Quando la mamma ti stalkera sui social
E lo fa per proteggerti (dice) ma poi ti controlla anche il look. C'è chi lo trova ok, ma gli esperti sono categorici: «Piuttosto parlate con loro»
GRIGIONI
1 gior
In carcere per il fallimento di una fiduciaria
L'uomo aveva effettuato un totale di 702 transazioni illegali con denaro di conti bancari dei suoi clienti, dopo aver perso privatamente sei milioni di franchi in borsa
GINEVRA
1 gior
Ginevra chiude il fascicolo sull'oligarca Khrapunov
Il procedimento era stato avviato nel 2012 per un sospetto arricchimento fraudolento
BASILEA CITTÀ
1 gior
Un nuovo nemico naturale contro i batteri multiresistenti
Un team internazionale di ricercatori, con la partecipazione dell'Università di Basilea, ha scoperto un antibiotico naturale per eliminare la concorrenza di altri batteri
SWAZILAND
1 gior
37 svizzeri rimasti feriti in un incidente di ritorno da un safari
Il pullman che li trasportava si è cappottato. 10 persone hanno subito ferite importanti e sono state ricoverate, il tour operator: «Sono stati fortunati»
FOTO
SVIZZERA
1 gior
«Bambini, fate valere i vostri diritti»
Parola di Alain Berset, oggi in piazza a Berna per la Convenzione sui diritti del fanciullo: «Un giorno non di promesse, ma di impegno»
SAN GALLO
1 gior
Ragazzino in bici investito da un furgone
L'incidente è avvenuto questa mattina a Berneck: il dodicenne ha rimediato ferite lievi
SCIAFFUSA
1 gior
Per «risparmiare tempo» non dichiarano oltre 160 chili di carne
Il furgone è stato notato nelle vicinanze delle cascate del Reno. Al suo interno si trovavano anche 52 chilogrammi di formaggio
GRIGIONI
1 gior
«Sì alla traduzione simultanea in Parlamento»
La conferenza dei presidenti del Legislativo ha di recente appoggiato una proposta del granconsigliere socialista Tobias Rettich
BERNA
1 gior
Moutier, c'è il sospetto di una frode elettorale
La giustizia ha aperto 16 istruttorie per verificare se alcuni elettori abbiano votato pur non essendo domiciliati nella cittadina
BERNA
1 gior
Le monete svizzere sono prodotte in Corea del Sud
La coniatura, però, avviene in Svizzera. Lo prevedono le norme sugli acquisti pubblici. Finora, una parte di pezzi grezzi veniva fabbricata in Germania
SVIZZERA
1 gior
Il Consiglio federale in breve
Ecco tutti i temi trattati dal'esecutivo nella seduta odierna in un colpo d'occhio
SVIZZERA
1 gior
Rapparono insulti sessuali contro Natalie Rickli: «Condanna da riesaminare»
Lo ha decretato il Tribunale Federale, a processo il gruppo hip-hop bernese Chaostruppe che potrebbe essere accusato anche di calunnia
SVIZZERA
1 gior
Donne imprenditrici: la Svizzera offre buone condizioni
L'imprenditoria femminile fiorisce soprattutto nelle economie ad alto reddito e sviluppate
BERNA
1 gior
Conto alla rovescia per la centrale di Mühleberg
Il 20 dicembre, tra un mese, il sito sarà disattivato dopo 47 anni di attività. Gli elementi combustibili saranno rimossi nel 2024 e la radioattività sarà eliminata nel 2031
BERNA
1 gior
Scambi studenteschi non solo con l'Ue
Il Consiglio federale vuole che il sostegno a queste iniziative non sia più limitato all'Erasmus
APPENZELLO ESTERNO
1 gior
Non ci sono soldi: Appenzello Esterno rinuncia agli scavi archeologici
I reperti degli scavi preliminari a Urnäsch saranno distrutti. La costruzione del nuovo palazzo comunale può continuare: «Recupero consigliabile solo da un punto di vista strettamente scientifico»
SVIZZERA
1 gior
Nuova vincita all’EuroMillions: 135 milioni di franchi
Il jackpot è stato conquistato con la combinazione 8, 10, 15, 30 e 42, e le "stelle" 4 e 6
SVIZZERA
1 gior
UBS: «Nel 2020 l'economia globale crescerà del 3%»
La progressione dei mercati emergenti, in particolare, accelererà dal 4,2% al 4,6%
SVIZZERA
1 gior
Gioco d'azzardo online, il blocco funziona ma...
Il reindirizzo alla pagina "Stop!" della CFCG non avviene sempre. Ogni in anno 250 milioni di franchi giocati in Svizzera finiscono nelle tasche di operatori stranieri
VAUD
1 gior
Interviene per fermare un vandalismo e viene pestato a sangue dalla baby gang
Un uomo è stato ferocemente aggredito dal branco il 12 novembre alla stazione di Vevey. 4 minorenni sono stati fermati. La polizia: «Sono recidivi. In questi casi non correte rischi e chiamate il 117»
SVIZZERA
1 gior
Matrimoni, addio al termine di attesa
Sarà abolito dal prossimo primo gennaio. La procedura preparatoria (in vigore dal 2000) lo ha reso obsoleto
VIDEO
SVIZZERA
1 gior
2'200 classi delle medie contro il fumo
Gli allievi che partecipano a "Progetto Nonfumatori" si impegneranno a non fumare sigarette e a non consumare altri prodotti a base di nicotina per sei mesi
SVIZZERA
1 gior
Ancora tre ballottaggi e la Camera Alta sarà al completo
Ultime battute di elezioni federali: domenica prossima Argovia, Basilea Campagna e Svitto attribuiranno gli ultimi quattro posti in Consiglio degli Stati
BERNA
1 gior
Una webcam messa dal capo le riprende otto ore al giorno
Il curioso caso di un fiorista di Berna che trasmette in streaming le giornate delle dipendenti, loro: «È inquietante», la datrice: «Così vendiamo di più».
GRIGIONI
2 gior
L'unione fa la forza, anche nel riciclaggio della plastica
È stato presentato oggi a Coira un progetto per il recupero degli imballaggi alimentari. Tra i promotori c'è anche una ditta ticinese
VIDEO
ZURIGO
2 gior
La campagna shock della Polizia contro i video vietati sugli smartphone
Sono tantissimi i giovani svizzeri che hanno clip di violenza o porno estremo sui loro smartphone, le autorità: «È illegale, cancellateli»
GRIGIONI
2 gior
Fiduciario rischia sette anni di carcere per reati finanziari
Il 50enne avrebbe effettuato transazioni ad alto rischio con denaro di conti bancari dei suoi clienti. La voragine che ha causato nella società da lui guidata è di 16 milioni di franchi
FOTO
ZURIGO
2 gior
Quasi un miliardo di franchi per rifare la stazione di Stadelhofen
Il progetto per la ristrutturazione ed espansione della struttura è stato approvato oggi, i lavori però non inizieranno prima del 2026
GINEVRA
2 gior
Una moneta d'oro da 170.000 franchi
Battuto all'asta a Ginevra un pregiato pezzo prodotto per commemorare la fine del restauro di Notre-Dame a Parigi nel 1864
FRIBURGO
2 gior
Friburgo: il cantone ridurrà la pressione fiscale dal 2021
La misura comporterà un calo delle imposte dell'ordine di 31 milioni di franchi annui
SVIZZERA
2 gior
Easyjet: aumentano i passeggeri in Svizzera
La compagnia inglese a basso costo ha trasportato nell'esercizio 2018/2019 15,1 milioni di persone
GINEVRA
2 gior
A Ginevra spazi verdi senza pesticidi né concimi
L'obiettivo della città è stato raggiunto due anni prima del previsto: «È stato fondamentale il cambio di mentalità»
BERNA
07.12.2018 - 16:300
Aggiornamento : 18:41

Accordo quadro, la Svizzera dovrà riprendere la legislazione europea

Ciò avverrà in "modo dinamico". Prima di decidere se firmarlo, il governo vuole però consultare le varie cerchie interessate

BERNA - La Svizzera dovrà riprendere in modo dinamico la legislazione europea. Eventuali divergenze con l'UE in merito alle differenti interpretazioni del diritto comunitario saranno trattate da uno speciale Tribunale arbitrale. È quanto prevede l'Accordo istituzionale con l'Unione europea reso noto oggi dal Consiglio federale. Prima di decidere se firmarlo, il governo vuole però consultare le varie cerchie interessate visto che rimangono ancora due grosse divergenze con Bruxelles.

Prima di inviare in consultazione la bozza d'accordo, il governo ha valutato le varie opzione possibili. Da un lato bocciare l'intesa avrebbe conseguenze negative: oltre a una rottura dei negoziati in corso, come sul dossier dell'elettricità, c'è anche da considerare il non riconoscimento dell'equivalenza per la Borsa svizzera e il rischio di venir esclusi dai programmi di ricerca europei, si legge nella documentazione distribuita ai giornalisti accreditati a Palazzo federale.

D'altra parte, rinviare le discussioni con Bruxelles non è neppure possibile: per l'UE non è immaginabile sospendere i negoziati. In tal caso, inoltre, l'Unione necessiterebbe di un nuovo mandato negoziale che non potrebbe ottenere prima del 2020. Non ci sarebbe inoltre alcuna garanzia che l'UE sia disposta a basare le future trattative sul progetto di accordo esistente.

Due divergenze importanti - La bozza di accordo attuale contiene comunque diversi aspetti positivi, come il meccanismo per risolvere le vertenze, ha spiegato il presidente della Confederazione Alain Berset in una conferenza stampa a Berna. Il ministro dell'interno non ha però nascosto che esistono divergenze su due punti importanti per la Svizzera: la misure accompagnatorie alla libera circolazione delle persone e l'estensione dei diritti dei cittadini UE.

Per il ministro degli esteri Ignazio Cassis, l'accordo permette di fare passi avanti che vanno nella direzione voluta dal Consiglio federale per consolidare la via bilaterale. I due punti che rimangono aperti non permettono tuttavia all'esecutivo di parafare l'accordo.

Berset ha detto di aver parlato al telefono oggi col presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker. Questi, a detta del presidente della Confederazione, si è mostrato comprensivo in merito ai tempi necessari alla politica svizzera per discutere l'intesa.

Come detto, l'accordo è stato inviato in consultazione fino alla prossima primavera. Saranno chiamati ad esprimersi i vari attori coinvolti: commissioni parlamentari, Cantoni, partiti e partner sociali, ha spiegato Cassis. «Il risultato delle consultazioni ci permetterà di dire come andare avanti con il viaggio», ha aggiunto.

Da parte europea, è verosimile che l'accordo verrà sottoposto al vaglio della Corte europea di giustizia, ha precisato Roberto Balzaretti, segretario di Stato e responsabile dei negoziati con l'Ue. La Corte, a suo dire, non dovrebbe sollevare obiezioni.

Aiuto sociale non menzionato - Come detto, uno dei due punti sui quali non è stata trovata una intesa concerne la direttiva UE che riguarda l'estensione dei diritti all'aiuto sociale, alla protezione contro l'espulsione e al diritto di soggiorno permanente dopo 5 anni per i cittadini comunitari. Questa direttiva non è neppure menzionata nel testo dell'accordo. Agli occhi di Bruxelles essa costituisce infatti uno sviluppo della libera circolazione. Ciò significa che la Confederazione non beneficerà di alcuna eccezione esplicita.

Per Berna, invece, tale direttiva non rappresenta uno sviluppo della libera circolazione ai sensi della relativa intesa. Se l'Accordo quadro presentato oggi dovesse entrare in vigore, il Tribunale arbitrale sarebbe dunque verosimilmente rapidamente chiamato ad esprimersi su questo punto.

Se dovesse prendere una decisione non conforme all'interpretazione data dalla Svizzera, le modalità di ripresa della direttiva, anche solo parziale, dovranno essere negoziate con Bruxelles, precisa il Consiglio federale. Se la Svizzera dovesse continuare a rifiutare l'adozione della direttiva, l'UE potrà prendere misure che però dovranno essere "proporzionate".

Altro punto di frizione tra Berna e Bruxelles: il regolamento europeo sul coordinamento dei sistemi di sicurezza sociale. Un punto essenziale in esso contenuto riguarda la competenza in materia di versamento delle indennità di disoccupazione per i lavoratori frontalieri (che dovrebbe passare allo Stato dove la persona ha lavorato).

Pure questo regolamento non figura nell'Accordo quadro, anche perché il processo legislativo a livello europeo non è ancora concluso. Quando lo sarà, le modalità per una sua eventuale trasposizione nel diritto elvetico saranno discusse dal comitato misto. Si parte però dal presupposto che l'UE e i suoi Stati membri chiedano alla Svizzera di riprendere tale direttiva.

Linee rosse superate - Per ratificare l'accordo la Confederazione dovrà anche trasporre nella sua legislazione entro tre anni il diritto europeo relativo ai lavoratori distaccati. Per farlo sarà necessario fare delle concessioni superando le famose "linee rosse" definite invalicabili dallo stesso Consiglio federale, in particolare sulla regola degli otto giorni, ossia quella che obbliga le imprese europee a notificare alle autorità elvetiche con tale preavviso l'invio di manodopera. Tale lasso di tempo dovrà essere ridotto a quattro giorni.

Padroncini - Si potrà inoltre chiedere il deposito di una cauzione solo a quelle imprese che si sono già distinte per non aver onorato i loro obblighi finanziari. La Confederazione potrà invece continuare a chiedere l'obbligo di annunciarsi per gli indipendenti (padroncini). Confermato anche il limite massimo di 90 giorni lavorativi per anno per padroncini e distaccati.

In futuro, dunque, le misure accompagnatorie alla libera circolazione delle persone dovranno riferirsi unicamente a questi tre punti (notifica dei lavoratori distaccati, cauzione e padroncini). Nella documentazione distribuita oggi alla stampa si riconosce che "alcune misure d'accompagnamento non potranno appoggiarsi sulla direttiva d'esecuzione". Ciò significa che non sono conformi alla bozza di accordo.

Diritto referendario garantito - Per quel che concerne la trasposizione nel diritto elvetico degli sviluppi della legislazione europea, la Svizzera potrà decidere in modo autonomo, «nel rispetto delle procedure decisionali previste dalla Costituzione». Ciò significa che il diritto di referendum viene mantenuto e che non ci sarà alcuna ripresa automatica.

In caso di divergenze, ogni parte potrà rivolgersi al cosiddetto "comitato misto" che avrà tre mesi per trovare una soluzione. In caso contrario verrà istituito un Tribunale arbitrale paritetico i cui membri saranno per metà scelti da Berna e per metà da Bruxelles.

Le decisioni del tribunale sono vincolanti. Se una delle parti tuttavia non dovesse applicarle o se queste dovessero essere ritenute non conformi dalla controparte, quest'ultima può prendere delle contromisure. Queste dovranno tuttavia essere «proporzionate».

San Gottardo - L'Accordo quadro prevede anche per la Svizzera alcune eccezioni esplicite al principio della ripresa dinamica del diritto europeo. Queste confermano le regole particolari già esistenti, ad esempio nel campo dei trasporti (limite delle 40 tonnellate, divieto di circolazione notturna e di domenica per i camion), dell'agricoltura (norme più severe per il trasporto di animali) e della sicurezza sociale (divieto di esportazione di talune prestazioni sociali).

L'Accordo quadro afferma anche esplicitamente che «le nuove infrastrutture legate alla sicurezza, come la costruzione della seconda canna della galleria autostradale del San Gottardo, non costituiscono un aumento delle capacità». In questo senso la limitazione delle capacità al livello attuale (una sola corsia per senso di marcia) non sarà considerata dall'UE come una «restrizione quantitativa unilaterale» (leggi: Bruxelles non la considererà una violazione dell'Accordo sui trasporti terrestri).

Concerne 5 accordi esistenti e i futuri - Da notare che l'Accordo istituzionale concerne unicamente i cinque accordi bilaterali relativi all'accesso al mercato UE (libera circolazione, trasporti aerei e terrestri, ostacoli tecnici al commercio e agricoltura). Si applicherà anche ai futuri accordi di accesso al mercato, come quello sull'elettricità.

L'Accordo quadro potrà essere disdetto con un preavviso di sei mesi. In tal caso decadranno anche tutti gli accordi settoriali conclusi dopo la sua entrata in vigore. I cinque accordi precedenti non sarebbero invece toccati.

Commenti
 
Maurilio Mattachini 11 mesi fa su fb
Massoni comandano in tutta europa macron merkell e draghi
Sergio Carettoni 11 mesi fa su fb
ma state scherzando, vero ?
Cristian Frizz 11 mesi fa su fb
Spero per la Svizzera è gli svizzeri e tutti quelli che ci vivono, che il vostro paese non si faccio fregare altrimenti la Svizzera sarà solo come la Grecia, Spagna , Italia e Francia
OCP 11 mesi fa su tio
Alle ultime votazioni abbiamo di nuovo perso una grande occasione. Ancora una volta la campagna del terrore che diceva che votando a favore dell'autodeterminazione si sarebbero verificate guerre, carestie e pestilenze ha funzionato di nuovo. A semm un popol da tarocc :-/
lo spiaggiato 11 mesi fa su tio
@OCP Aha aha aha, come ti brucia... urca se ti brucia... Ma ti conviene mettere il cuore in pace e rilassarti, il popolo svizzero ha deciso e rideciso più volte la strada degli accordi bilaterali... e questi ora necessitano dell'accordo quadro... se poi qualcuno continua a proporre iniziative senza senso e viene sonoramente sconfitto la colpa è solo sua... :-)))))
OCP 11 mesi fa su tio
@lo spiaggiato Toh... è arrivato il clown, mi mancavi sai? :-) Comunque a proposito di bruciori prepara una buona pomata perché vedrai quanto brucerà a te il momento in cui ti accorgerai che la tua amata UE ti infilerà un "big bamboo" dove scendendo la schiena cambia nome. Ma magari a te piace ;-)
lo spiaggiato 11 mesi fa su tio
@OCP Sarà, ma per ora lo hanno infilato a te… :-)))
OCP 11 mesi fa su tio
@lo spiaggiato Ah guarda che non ne faccio una malattia. Ho le mie idee ma al contrario di tanti altri accetto le decisioni democratiche anche se continuo a non condividerle. Se non fosse così sarei ipocrita ed incoerente. Poi pensala come vuoi, sinceramente non me ne può fregare di meno di cosa pensi tu ;-) Comunque sia ricordati che i buoni cavalli si vedono sulle corse lunghe, quindi staremo a vedere. Tu rimani pure spiaggiato. Saluti ;-)
Dante D. Scolari 11 mesi fa su fb
Ben gli sta a ‘sti svizzerotti che hanno votato contro la loro autonomia. Auguriamo loro il peggio, di perdere la libertà, il benessere, la bandiera degli avi.
Leo Brina 11 mesi fa su fb
Niente accordi con Bruxelles
moma 11 mesi fa su tio
Ecco, ecco, ecco, ci siamo, ci siamo. Cari votanti no all'autordeterminazione. Questo è l'inizio.
Wunder-Baum 11 mesi fa su tio
Sono molto preoccupato, non solo per la Svizzera, ma per l'intera situazione mondiale e anche per la perdita di posti di lavoro che, aime, sta colpendo anche il nostro Cantone. Leggo e vedo ogni giorno quello che succede, incontri uno dietro l'altro (sicuramente hanno i loro costi) tra politici, discussioni e discussioni, ma nessuna intesa (vedi clima o altri temi importanti). In questo mondo è una continua competizione di chi vuol fare più disastri. Ricordiamoci che il mondo è nostro ed è prezioso per noi e per le future generazioni. Il signor Junker (facciamo un nome a caso) tra un po andrà in pensione e lui sicuramente non avrà problemi, mentre le nazioni come la Francia, l'Italia e altre, dovranno andare avanti affrontanto gli stessi problemi o, forse, addirittura peggio (anziani e giovani). Qui si continua negoziare cose che hanno un senso fino ad un certo punto, almeno dal mio punto di vista, poi però abbiamo basi militari in Polonia per la paura che la Russia possa scatenare un'altra guerra ! Ci rendiamo conto di questo ? Siamo quasi nel 2019 e viviamo ancora con un incubo di una guerra nucleare !
Roberto Carraro 11 mesi fa su fb
Voi cittadini svizzeri..impegnatevi ha non cadere pure voi nelle mani di Bruxelles...sono italiano ma da ben dieci anni il mio cuore è lì con voi ma ho notato che i vs politici stanno diventando la fotocopia dei ns..quando UE parlo tutti si inchinano a discapito di chi veramente vale..il popolo sovrano
patrick28 11 mesi fa su tio
Forza UE !
Evry 11 mesi fa su tio
Abbiamo dei ottimi GOVERNATORI, ma per fafore.. in altri Stati ci sarebbe una Rivoluzione.
Logico 11 mesi fa su tio
Poche settimane fa, gli oppositori all’autodeterminazione sostenevano che l’iniziativa andava bocciata perché sarebbe stata applicata a tutte le questioni passate (non vero) e future, oggi invece “ Si applicherà anche ai futuri accordi di accesso al mercato, come quello sull'elettricità.” tutto regolare? Ovviamente se ci facciamo prendere in giro senza problemi, tutti pensano che ci piaccia e quindi continueranno a farlo. A questo punto mi chiedo se sono più pericolosi gli islamisti di Erdogan o i nostri inetti politici
Figenfeld 11 mesi fa su tio
Lè ná bellá c***da, mà mettimi i "Gilet Rossi", e sa cariga:-) Non contro il CF, ma piegati a 90° nn può essere la rapina della CH! Cmq cari noi, le da tirà sü i brag.;-) buon WE
Pippo Giuseppe Fuoti 11 mesi fa su fb
Molto bene e tutti quei pecoroni che hanno votato no alla autodeterminazione ora saranno contanti
Mirco Zabot 11 mesi fa su fb
La Legislazione Europea, le sue regole e altro vadano a fare in culo! Come chi è favorevole a sta cazzata di UE!
WGWG 11 mesi fa su tio
Un CF vile e traditore
Ade Gheiz 11 mesi fa su fb
Questa è la prova che la fedeltà verso la patria non si dimostra necessariamente con un passaporto e leggi rispettate. Come si fa ad essere fedeli ad una nazione di calabraghe poi...
Mico Mio 11 mesi fa su fb
che schifo
roma 11 mesi fa su tio
...ora si vedrà se tutti quelli che si sono sciacquati la bocca con la parola "referendum" avranno il coraggio di di lanciarlo.
Danny50 11 mesi fa su tio
@roma Guarda che non credo si debba lanciare un referendum. Il popolo dovrà votare senza referendum
roma 11 mesi fa su tio
@Danny50 ...non ne sono così sicuro
pulp 11 mesi fa su tio
Ordine... progresso.... calma e gesso. Tutto è perfettibile ma non è mai semplice. Se poi si inserisce anche il discorso di libera prestazione di servizi (per le banche nell'UE) l'accordo è buono... perlomeno discreto. Avanti con la trattativa ma con le mutande di ghisa.
Tommaso Berletti 11 mesi fa su fb
Vergognoso. Si spera che si riesca con iniziativa popolare ad hoc a fermare questo scempio
Toad MisterToad 11 mesi fa su fb
Le trattative .. quelle serie bi...UNIlaterali
Alessia Granito 11 mesi fa su fb
A Berna sento odore di giallo
Danny50 11 mesi fa su tio
Complimenti al vecchio e nuovo CF. Hanno ceduto ai sordidi ricatti di un’accozzaglia di gangster che si chiama commissione UE. Complimenti pure al bue incrociato con la pecora per aver votato NO all’auto determinazione che avrebbe reso questo accordo di sudditanza impraticabile. Ora non rimane che attaccarsi al tram. Per fortuna in CF c’erano 2 UDC e 2 socialisti che erano contro il cedimento. Chissà chi ha mollato ? Scommettiamo che sarà la Sommaruga e il Berset ? Amman probabilmente dormiva, l’oca no 1 avrà avuto il suo completo sfavillante blu stellato, l’oca numero 2 (bocchina rosa) avrà pensato ad aquarius.... gli altri due alla loro prossima pensione d’oro.
gluvi 11 mesi fa su tio
Sarà contento il nano Cassis
Lore62 11 mesi fa su tio
...come volevasi dimostrare! Non hanno ancora capito cosa hanno votato l'ultima volta, ma ne comprenderanno le conseguenze... Prevedo un replay dei gilet gialli XD
David Maffeis 11 mesi fa su fb
Ormai vengono tutti a studiare il diritto europeo in Svizzera ??... dunque siamo professionisti ?
Anders Carlström 11 mesi fa su fb
Già ormai Bruxelles, dove risiede la sede UE è diventato un quartiere arabo d' europa !! Mi sembra strano che un figo della madonna come quello che hai sulla tua immagine profilo abbia tempo di fare questi commenti.....Di solito li fanno solo i perdenti e gli sfigati, quelli che alle medie e alle superiori ai festini guardavano gli altri limonare la tipa dei loro sogni......Non è che per caso sei un Troll ?????
Claudio Meier 11 mesi fa su fb
In realtà se si legge l’articolo si vede che i cambiamenti rispetto ad ora sono davvero minimi.
seo56 11 mesi fa su tio
Schifato dai nostri politici... sempre più a sinistra e servi dell’UE. UDC e LEGA battete un colpo se ci siete!!!
Daniele Petralli 11 mesi fa su fb
Consultare le cerchie interessate ? Esattamente, prima consultate il Padrone = Il Popolo Sovrano. Capito ?
Daniele Petralli 11 mesi fa su fb
Tribunale Arbitrale ? ???
Mariluz NeMa 11 mesi fa su fb
Speriamo ci sia un referendum
pardo54 11 mesi fa su tio
Mamma mia, tutti politologi e per di più chiaroveggenti.
Luca Micotti 11 mesi fa su fb
...Allora avete dunque perso una parte della Vs sovranità...a breve il diritto UE ?? pervaderà il Vs ordinamento giuridico
Laura Bernasconi 11 mesi fa su fb
Purtroppo si , non hanno potuto entrare dalla porta , lo fanno dalla finestra ????
Luca Micotti 11 mesi fa su fb
...è così.....
Rosanna Valli 11 mesi fa su fb
grazie a tutti i co...ni che hanno votato no
lo spiaggiato 11 mesi fa su tio
Bene, anzi benissimo… l'accordo quadro è necessario per il nostro paese… :-))))))
seo56 11 mesi fa su tio
@lo spiaggiato Sei uno dei pochi a esultare!!
lo spiaggiato 11 mesi fa su tio
@seo56 Si , assieme alla maggioranza degli svizzeri… :-)))))
gmogi 11 mesi fa su tio
Obbligano quello che fa comodo a loro e poi per il resto : tutti in riga sull’attenti!
Equalizer 11 mesi fa su tio
Quando il Nano diceva che saremmo diventati come gli indiani d'America ci aveva visto lungo.
lo spiaggiato 11 mesi fa su tio
@Equalizer Tanto lungo che il suo movimento è diventato il partito deli rada, delle tasse e delle multe...
Equalizer 11 mesi fa su tio
@lo spiaggiato Difatti ho detto il Nano, non i suoi falsi discepoli.
Teo Ambrosini 11 mesi fa su fb
Benone andiamo sempre peggio ? ma che futuro ci state preparando a noi e alla prossima generazione? Aprite sti occhi politici... ma come fate ?
Daniele Petralli 11 mesi fa su fb
Teo Ambrosini non sono i politici a dover aprire gli occhi ma la popolazione, specialmente chi ha votato NO all'autodeterminazione. Ora saremmo in una botte di ferro !!!
Teo Ambrosini 11 mesi fa su fb
Quello sicuramente! Ma anche i politici dovrebbero essere li per creare un futuro cone quelli prima hanno fatto per loro... invece si siedono e fanno cose al contrario godendosi quello che an ricevuto e fregandosene di quello che lasceranno... Chiaramente se u a parte della popolazione li segue loro stanno ancora meglio
Mario Zucca 11 mesi fa su fb
Teo Ambrosini appunto per i politici non cambia niente!!!!!!
Daniele Petralli 11 mesi fa su fb
Mario Zucca gli va bene in ogni caso !!!
Lonely Cat 11 mesi fa su tio
Normalmente sarei incazzatissimo per una notizia del genere, ma dopo l’ultima votazione, evidentemente è quello che il popolo vuole e che il popolo si merita.
Asdo 11 mesi fa su tio
Tra l'altro il blick, aggiornato un minuto fa, racconta una storia diversa
Güglielmo 11 mesi fa su tio
@Asdo E quale?
Claudio Pietraviva 11 mesi fa su fb
Vai! Fuori il goniometro e marcate 90°... Pronti? ?
Maxli Monty 11 mesi fa su fb
?
Luca Clavuot 11 mesi fa su fb
...Disastro
Asdo 11 mesi fa su tio
Congratulazioni per aver completato l'impresa di avere ogni singolo svantaggio di un'entrata nell'ue avendo evitato i pochi lati positivi
Bandito976 11 mesi fa su tio
Me ne vado. Non aspetto 3 anni per vedere la catastrofe. Auguri per chi resta. Ma spiass!
Liberopensiero 11 mesi fa su tio
Lento ma inesorabile....che tristezza!
Güglielmo 11 mesi fa su tio
Ma benee ma braviii giù le braghe un'altra volta. Ma che braghe, mutande, ma che mutande ops l' abbiamo preso dietro senza vaselina.. e io che pensavo dosse un allergia agli occhi... invece è colpa di quegli invertebrati che dovrebbero rappresentarci.... vogliono giocare a chi l'ha più lungo con una banda di eurocrati abituati a fottere la gente ( vedi Francia..). Bravi!??????
Thor61 11 mesi fa su tio
Se si continua a votare partiti pro europa e costoro finiscono a gestire il CF non c'è da sorprendersi se poi l'UE comanda in casa nostra! Ma tranquilli questo è solo l'inizio, poi quando la piovra europea potrà gestire a suo piacimento la Svizzera rendendola in miseria (Sapete quanta bella robetta compreranno i tedeschi e i francesi!!!) forse qualcuno si accorgerà della boiata permessa.
Linda Panzeri 11 mesi fa su fb
MAI
Goldfinger 11 mesi fa su tio
Cronaca di una morte annunciata!
Goldfinger 11 mesi fa su tio
È la fine!!
Goldfinger 11 mesi fa su tio
Siamo fritti cotti e finiti!!! Altri passi in più nelle catacombe dell’UE :-(
Niko Storni 11 mesi fa su fb
Traditori della patria. incredibile. E ora via di referendum ancora una volta
Luigi Carenini 11 mesi fa su fb
E siamo nella merda !!!!!????
ziopecora 11 mesi fa su tio
ringraziamo i votanti che ci hanno messo in questa situazione e prendiamo atto della realtà. Siamo fottuti.
Ivan Carceo 11 mesi fa su fb
L'inizio della fine..o meglio....la fine é giá iniziata anni fa...
Mattia Melera 11 mesi fa su fb
Saranno fieri coloro i quali hanno votato no all’autodeterminazione. Grazie cari compaesani ?
Zeta Elle 11 mesi fa su fb
Fiera eccome. Leggi meglio tutto, non solo quello che ti pare.
Mattia Melera 11 mesi fa su fb
Zeta Elle ho letto eccome, tanto per chiarire ? le espulsioni di cittadini stranieri non sono contemplate nel diritto UE, quindi il nostro voto è carta straccia ?
Zeta Elle 11 mesi fa su fb
Mattia Melera ah ecco qual è il problema. Buona vita!
Mattia Melera 11 mesi fa su fb
Zeta Elle il problema è che ci siamo espressi su quel tema e DEMOCRATICAMENTE abbiamo deciso per l’espulsione dei criminali stranieri. Sai, io credo ancora nella democrazia, quindi scusa se non mi piacciono le imposizioni arbitrarie da fuori ? Buona vita anche a te!
Wolfram Holm 11 mesi fa su fb
Questo è esattamente il motivo per cui non sempre la democrazia diretta è un bene. Gli accordi internazionali sono spesso complessi e di difficile comprensione per la popolazione e necessitano di essere trattati da esperti. Vedi brexit ad esempio. Inoltre proposte come "prima i nostri" non possono venire attuate poichè in contrasto con leggi vigenti e accordi internazionali. La classe politica dovrebbe essere più responsabile e sincera e dire che certe proposte sono semplicemente irrealizzabili invece che aizzare il popolo con false promesse per prendersi voti e la poltrona.
Loki Asgardsson 11 mesi fa su fb
Wolfram Holm i trattati esteri incidono sulla vita di tutti noi. Quindi è giusto che la gente possa decidere se adottarli o no. Sono complessi? Beh se un contratto è complesso e non lo capisco io non lo firmo. E il 99% delle volte poi scopro che nella complessità nascondeva una truffa. I contratti (e gli accordi) devono essere chiari e concisi. In grado di essere compresi da tutti. Perchè hanno conseguenze per tutti.
Mirco Zabot 11 mesi fa su fb
Mattia Melera Ho vissuto in uno Stato Europeo, la Svizzera per come la conosciamo oggi è già cambiata rispetto a 10 anni fa! La Svizzera se va avanti così dura ancora 10 anni poi credo che diventerà come l’Italia!
Wolfram Holm 11 mesi fa su fb
Loki Asgardsson in linea di principio hai ragione, ma qui non si parla di acquistare una batteria di pentole o sottoscrivere il nuovo abbonamento telefonico ma di trattati internazionali. La Svizzera è circondata dall'Unione europea e l'export è vitale per il paese, questo non possiamo ignorarlo. Le trattative sono difficili e complesse di natura non perché qualcuno le voglia rendere tali per fregare gli svizzeri o i cittadini UE e le fazioni politiche che dipingono l'UE come il mostro da combattere sono semplicemente patetiche e populiste. Ovviamente ognuno tira l'acqua al suo mulino, ma così come qui non è tutto oro quel che luccica, così in UE non è tutto così schifoso come spesso si dipinge.
roma 11 mesi fa su tio
Buffoni...
roma 11 mesi fa su tio
BUFFONI.
Diablo 11 mesi fa su tio
L'inizio della fine..anche se la fine é giá cominciata anni ed anni fa.....
Christophe Cocconi 11 mesi fa su fb
??
Loki Asgardsson 11 mesi fa su fb
Per chi voleva una Svizzera più aperta, eccolo accontentato. La UE (in decomposizione... v. la Francia) comanderà in casa nostra. Quando si sveglierà certa gente?
Zeta Elle 11 mesi fa su fb
Sai leggere? L'applicazione non sarà automatica, il diritto referendario è garantito.
Loki Asgardsson 11 mesi fa su fb
Zeta Elle con il referendum del 25 novembre la cosa sarà più complessa. Meno spocchia, mein Freund.
Zeta Elle 11 mesi fa su fb
Loki Asgardsson amici noi non credo proprio. Comunque leggi la Costituzione. Per certi versi un po' datata, ma comunque illuminante. Poi ognuno ha le proprie idee, ma un pochino di cognizione di causa non guasta. Buona vita!
Loki Asgardsson 11 mesi fa su fb
Zeta Elle la Costituzione la conosco bene. Proprio per quello ho detto quello che ho detto.
Giorgio Bernasconi 11 mesi fa su fb
I pro UE non capiscono niente
Loki Asgardsson 11 mesi fa su fb
Giorgio Bernasconi meno di zero.
Loki Asgardsson 11 mesi fa su fb
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale/consiglio-federale/storia-del-consiglio-federale/il-patto-federale-1-agosto-1291.html: "https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale/consiglio-federale/storia-del-consiglio-federale/il-patto-federale-1-agosto-1291.html" il significato di queste parole mi pare chiaro: in Svizzera valgono solo giudici svizzeri. Non UE, non UN. No di nessun altro Paese.
Zeta Elle 11 mesi fa su fb
Giorgio Bernasconi non sono pro UE. Comunque è fiato sprecato, con chi sa fare solo ragionamenti da bettola.
Loki Asgardsson 11 mesi fa su fb
Zeta Elle il fatto è che lei non fa ragionamenti. E basta.
tirannosaurosex 11 mesi fa su tio
Tanto vale entrare subito completamente nell'UE. Meglio una volta sola e a secco, che farci infilare un dito alla volta per poi scoprire che è dentro tutto il braccio...
matteo2006 11 mesi fa su tio
Mi auguro che così in caso di contenzioso l ue non possa adottare la strategia che ha messo in campo fino ad ora cioè: il ricatto!
Thor61 11 mesi fa su tio
@matteo2006 Fidati!!!
Massimo D'Onofrio 11 mesi fa su fb
Ripresa dinamica... non automatica. State tranquilli!
Mattia Melera 11 mesi fa su fb
Modo gentile per dire che non potremo muovere un dito senza il consenso dei balivi UE
rojo22 11 mesi fa su tio
Grazie Cassis. Grazie PLRT. Grazie UDCogl...
Stefano Zürich 11 mesi fa su fb
Pessima decisione
WGWG 11 mesi fa su tio
Che schifo !
Charlotte Queen 11 mesi fa su fb
Tribunale arbitrale ?
Luigi Gitto 11 mesi fa su fb
Il risultato del voto di qualche giorno fa.
Ded Tedi Karaqi 11 mesi fa su fb
Adesso le conseguenze ?
Luigi Gitto 11 mesi fa su fb
Ded Tedi Karaqi ancora non si è visto niente..
Patrizio Beccarini 11 mesi fa su fb
Luigi Gitto ma non ha nulla a che vedere... è un altra cosa!!!
Mattia Melera 11 mesi fa su fb
Avessimo deciso per la prevalenza del diritto svizzero, a quest’ora non ci saremmo ritrovati a riprendere quello dell’UE;)
Patrizio Beccarini 11 mesi fa su fb
La votazione faceva sí che i cittadini non potessero piu decidere se mantenere un certo trattato internazionale che diventa in contrasto con la costituzione, ma che dovessero essere disdetti automaticamente... in ogni caso semplicemente gli accordi in contrasto con la costituzione, quindi l accordo quadro sarebbe stato proposto anche in caso di vittoria del sí... quindi non centra nulla...
Mattia Melera 11 mesi fa su fb
Patrizio Beccarini se il popolo avesse votato Sì l’accordo quadro così come proposto non sarebbe potuto neppure esistere... dicendo di no, il popolo ha legittimato il CF a cedere parte della propria sovranità, andando contro a quanto deciso democraticamente. In caso di controversie deciderà un tribunale arbitrario, sicuramente ci sarà di che stare tranquilli ? primo esempio riguarda la cittadinanza garantita dopo 5 anni di residenza nel paese, oppure l’espulsione dei criminali stranieri. Insomma, anche se il diritto UE collide con le nostre misure, bisognerà abbassare la testa ?
Loki Asgardsson 11 mesi fa su fb
Mattia Melera uno degli argomenti della Keller (CEDU) è che gli Svizzeri, con la loro Costituzione hanno... troppa libertà di decidere! E questa cosa andava corretta. Con il NO gli è stata data una bella correzione.
Mattia Melera 11 mesi fa su fb
Gran peccato in effetti, anche perché la tecnocrazia o tirannide sono dietro l’angolo... la forza del nostro paese sta proprio nella democrazia (semi)diretta!
Domenico Giglio 11 mesi fa su fb
Sento odore di referendum ?
Laura Bernasconi 11 mesi fa su fb
Braviii ecco i bei risultati.
Alessandro Allia 11 mesi fa su fb
Laura Bernasconi Tranquilla che passa Bussenghi ci pensa lui ???
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-21 23:40:54 | 91.208.130.89