Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
FOTO
SVIZZERA
38 min
«Bambini, fate valere i vostri diritti»
Parola di Alain Berset, oggi in piazza a Berna per la Convenzione sui diritti del fanciullo: «Un giorno non di promesse, ma di impegno»
SAN GALLO
1 ora
Ragazzino in bici investito da un furgone
L'incidente è avvenuto questa mattina a Berneck: il dodicenne ha rimediato ferite lievi
SCIAFFUSA
1 ora
Per «risparmiare tempo» non dichiarano oltre 160 chili di carne
Il furgone è stato notato nelle vicinanze delle cascate del Reno. Al suo interno si trovavano anche 52 chilogrammi di formaggio
GRIGIONI
2 ore
«Sì alla traduzione simultanea in Parlamento»
La conferenza dei presidenti del Legislativo ha di recente appoggiato una proposta del granconsigliere socialista Tobias Rettich
BERNA
2 ore
Moutier, c'è il sospetto di una frode elettorale
La giustizia ha aperto 16 istruttorie per verificare se alcuni elettori abbiano votato pur non essendo domiciliati nella cittadina
BERNA
2 ore
Le monete svizzere sono prodotte in Corea del Sud
La coniatura, però, avviene in Svizzera. Lo prevedono le norme sugli acquisti pubblici. Finora, una parte di pezzi grezzi veniva fabbricata in Germania
SVIZZERA
2 ore
Il Consiglio federale in breve
Ecco tutti i temi trattati dal'esecutivo nella seduta odierna in un colpo d'occhio
SVIZZERA
3 ore
Rapparono insulti sessuali contro Natalie Rickli: «Condanna da riesaminare»
Lo ha decretato il Tribunale Federale, a processo il gruppo hip-hop bernese Chaostruppe che potrebbe essere accusato anche di calunnia
SVIZZERA
4 ore
Donne imprenditrici: la Svizzera offre buone condizioni
L'imprenditoria femminile fiorisce soprattutto nelle economie ad alto reddito e sviluppate
BERNA
4 ore
Conto alla rovescia per la centrale di Mühleberg
Il 20 dicembre, tra un mese, il sito sarà disattivato dopo 47 anni di attività. Gli elementi combustibili saranno rimossi nel 2024 e la radioattività sarà eliminata nel 2031
BERNA
5 ore
Scambi studenteschi non solo con l'Ue
Il Consiglio federale vuole che il sostegno a queste iniziative non sia più limitato all'Erasmus
APPENZELLO ESTERNO
5 ore
Non ci sono soldi: Appenzello Esterno rinuncia agli scavi archeologici
I reperti degli scavi preliminari a Urnäsch saranno distrutti. La costruzione del nuovo palazzo comunale può continuare: «Recupero consigliabile solo da un punto di vista strettamente scientifico»
SVIZZERA
5 ore
Nuova vincita all’EuroMillions: 135 milioni di franchi
Il jackpot è stato conquistato con la combinazione 8, 10, 15, 30 e 42, e le "stelle" 4 e 6
SVIZZERA
5 ore
UBS: «Nel 2020 l'economia globale crescerà del 3%»
La progressione dei mercati emergenti, in particolare, accelererà dal 4,2% al 4,6%
SVIZZERA
14.08.2018 - 07:330

Un anno per la Patria, ma non per forza con l'arma in spalla

Magari fra i pompieri, in municipio oppure in ospedale. È l'idea alla base del "servizio civico" proposta da Avenir Suisse. Ma non mancano le critiche

ZURIGO - Nelle caserme mancano i vigili del fuoco, in alcuni comuni latitano pure i municipali e la popolazione svizzera sta invecchiando e ha bisogno di cure.

Per risolvere tutti questi problemi Avenir Suisse ha da tempo una soluzione: il "servizio civico generale", da svolgere per un anno tra i 20 e i 70 anni indipendentemente dal sesso e la nazionalità (sì, dovrebbero farlo anche gli stranieri).

Secondo il think tank, il problema di fondo è che l'attuale sistema di milizia si sta sgretolando perché c'è carenza di volontari e di gente disposta a impegnarsi. L'idea è di capovolgere l'attuale status quo fornendo un più ampio ventaglio di scelte: dall'assistenza ad anziani e bambini passando per una mansione politica di milizia, fino all'incorporazione in pompieri e forze armate. 

«Con questo modello si vuole rafforzare il sentimento civico generale e il senso di appartenenza», spiega Tibère Adler di Avenir Suisse. Un'idea, questa, che non dispiace neppure all'associazione cappello Travail.Suisse che ritrova in questi valori una corrispondenza con i bisogni sociali e lavorativi reali.

Di certo, però, questo non è un periodo politico facile per un'idea come quella del servizio civico, la Confederazione e il Ddps sono già impegnati per aumentare il numero delle reclute, in calo costante. Come? Rendendo meno attrattivo il servizio civile e incentivando/facilitando l'accesso alla leva.

Categoricamente opposto all'idea di Avenir Suisse il militarista Gruppo Giardino che parla di «un'idea che viola i diritti umani, la gente non deve essere obbligata ad altro che a difendere la Patria».

Più possibilista, ma comunque, tassativa, la Società svizzera degli ufficiali (Sog) che del servizio civico loda l'apertura alle donne del concetto di milizia: «Anche noi sosteniamo da tempo il modello norvegese che impone l'obbligo di leva alle donne», conferma il presidente Stefan Holenstein. 

Avenir Suisse, comunque, è realista: «il servizio civico è un obiettivo a lungo termine e deve essere ancora elaborato, soprattutto nella parte che riguarda l'esercito», conclude Adler.

E i politici che pensano del servizio civico? C'è chi, come il Plr Kurt Fluri  è entusiasta (con riserva): «Se al di là dell'utopia funzionasse davvero potrebbe ridurre i costi della salute e rafforzare la solidarietà». Positiva ma critica la socialista Priska Seiler Graf: «Come si definisce quale mansione è da considerarsi civica? E poi in alcuni settori si favorirebbe la disoccupazione». Categorico invece l'Udc Adrian Amstutz: «È un'idea costosa e rovinerebbe un sistema di volontariato che già funziona benissimo».

Commenti
 
limortaccituoi 1 anno fa su tio
Basta dare i nostri soldi a quei mantenuti dell'esercito. Quelli che si lamentano dei soldi pubblici alla RSI (che almeno produce qualcosa) non hanno niente da dire a chi da decenni sperpera inutilmente soldi pubblici per giocare a fare la guerra???
Evry 1 anno fa su tio
A chi non piacer contribuire per la sicurezza della nostra SVIZZERA vada subito via, non abbiamo bisogno di parasiti
limortaccituoi 1 anno fa su tio
@Evry I veri parassiti sono proprio i soldatini dell'esercito a cui piace giocare a fare la guerra con le tecnologie più avanzate e costose...naturalmente senza mai usarle.
ste3990 1 anno fa su tio
Un servizio sociale per TUTTI: donne, uomini, svizzeri e stranieri con permesso C. Un servizio di qualche mese utile alle persone e alla società nel suo insieme. Altro che servizio militare!
SosPettOso 1 anno fa su tio
In 4 mesi un ragazzo inerme è "trasformato" in un soldato, tra marce, esercizi fisici, istruzioni di vario tipo, uso delle armi ed un sacco di cavolate inutili fatte solo per riempire il tempo. Un servizio più civile (anche senz'armi) con meno cavolate e più utile alla popolazione creerebbe la coesione che si cerca generando molti meno obiettori di coscienza. In caso di reale bisogno si farebbe poi anche l'istruzione alle armi.
jena 1 anno fa su tio
negli ospedali??? cosi abbassiamo i costi sanitari ??
Laura Bernasconi 1 anno fa su fb
Guardate che il servizio nella protezione civile esiste da decenni, per chi non voleva fare il servizio militare. ????
Ade Gheiz 1 anno fa su fb
Per l’appunto
Ade Gheiz 1 anno fa su fb
Vorrei però precisare che alla PCi ci vanno anche a loro malgrado quelli che per una ragione o per l’alta vengono dichiarati inabili o hanno avuto infanzie difficili. Inoltre essa non permette di svolgere interamente l’obbligo e si deve pagare la tassa. Un nuovo servizio permetterebbe a chi vuole di mettersi in gioco al pari degli altri
Dan Kri 1 anno fa su fb
La protezione civile e il servizio civile sono due cose diverse...
Nmemo 1 anno fa su tio
Anche solo per 6 mesi: farebbe bene a chi non ha mai imparato, in famiglia o a scuola, quali sono i valori della società. Ovviamente non intendo un “servizio militare” analogo a quello ancora in auge 60 anni fa.
Danny50 1 anno fa su tio
Smettiamola di inventarci stupidate. Ne abbiamo già a iosa.
Ade Gheiz 1 anno fa su fb
Se così si levano gli altri obblighi e la tassa di esenzione, ben venga. Tanto per intenderci gli impiegati comunali di capriasca sono già obbligati a fare i pompieri. Poi anche la protezione civile è un obbligo che non c’entra niente nel difendere la patria, quindi basta ipocrisia. Date possibilità a che vuole impegnarsi e lasciate i nullafacenti dove stanno
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-20 16:53:57 | 91.208.130.85