tipress
SVIZZERA
26.12.2017 - 11:090

Natale: la Posta ha trattato 18 milioni di pacchi

Giorno record? Il 19 dicembre con 1,3 milioni di pacchi

BERNA - Tra il 1° e il 23 dicembre 2017 i collaboratori de la Posta hanno trattato più di 18 milioni di pacchi. E tutto ciò nonostante quest’anno a causa del calendario ci sia stato un giorno in meno a disposizione per la spartizione rispetto all’anno precedente. Nei giorni di punta di dicembre, i nastri trasportatori degli impianti di smistamento di Frauenfeld (TG), Härkingen (SO) e Daillens (VD) hanno visto transitare oltre un milione di pacchi ciascuno.

Il 19 dicembre la Posta ha stabilito un nuovo record: i tre centri hanno trattato più di 1,3 milioni di pacchi, una quantità mai gestita prima in una sola giornata. Per poter gestire meglio tali picchi di carico, la Posta ha dotato i propri centri pacchi di ulteriori impianti di smistamento ad alta efficienza, riuscendo così a potenziare negli ultimi anni la loro capacità del 25%. Per riuscire a trattare in modo puntuale il volume di pacchi in costante crescita di anno in anno, generato in particolare dalla vendita per corrispondenza, è già in programma la costruzione di tre ulteriori centri pacchi regionali a Cadenazzo (TI), Untervaz (GR) e Vétroz (VS).

Gli addetti e le addette al recapito, da parte loro, nei giorni più frenetici del periodo prenatalizio hanno recapitato fino a 18 milioni di invii (lettere, invii pubblicitari e giornali). Nonostante il calo dei volumi, nel 2017 la Posta ha trattato complessivamente due miliardi circa di lettere indirizzate.

Impegno straordinario prima e dopo Natale per i collaboratori della Posta - Per garantire il corretto svolgimento delle attività legate al periodo natalizio, i collaboratori della Posta hanno prestato servizi speciali. Basti pensare che sono stati impiegati tutti i collaboratori disponibili e che nei centri lettere gli impianti sono rimasti in funzione praticamente 24 ore su 24, inclusi i weekend. Nei tre grandi centri pacchi i collaboratori sono stati impiegati anche due sabati precedenti il Natale per poter smistare l’ingente volume di pacchi e per garantire che questi ultimi venissero recapitati per tempo a casa dei destinatari. Le addette e gli addetti al recapito hanno prestato un servizio speciale anche sabato 23 dicembre 2017 per riuscire a consegnare ulteriori pacchi prima della vigilia di Natale. Il lavoro frenetico nei centri pacchi della Posta non termina comunque con il Natale. Il commercio online è florido anche dopo le festività.

«2 x Natale» più che mai in primo piano - Da 21 anni la Posta si impegna a favore dell’iniziativa di solidarietà «2 x Natale» insieme alla Croce Rossa Svizzera, a SRG SSR e a Coop. Fino al 6 gennaio 2018, presso tutte le filiali sarà possibile impostare gratuitamente pacchi con donazioni contenenti generi alimentari a lunga scadenza (ad es. riso, olio, caffè o conserve) come anche prodotti per l’igiene e la cura della persona (ad es. sapone, dentifricio o cotone). Alla pagina www.posta.ch/2xnatale i donatori possono avvalersi del servizio pick@home per richiedere la presa in consegna gratuita dei loro pacchi presso il loro domicilio o anche un altro indirizzo. Quest’anno le donazioni in natura verranno devolute alle persone bisognose in Svizzera. Con i pacchi online donati in internet attraverso la pagina www.2xnatale.ch la Croce Rossa acquisterà direttamene sul posto, in Bosnia Erzegovina, Moldavia e Kirgistan, i beni di urgente necessità e li distribuirà alle persone bisognose.

Potrebbe interessarti anche
Tags
posta
centri
pacchi
collaboratori
dicembre
milioni pacchi
centri pacchi
lettere
posta trattato
impianti
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES

Ultimo aggiornamento: 2018-07-17 21:32:17 | 91.208.130.87