Keystone
GINEVRA
26.05.2017 - 16:440

«Meno danni di un normale sabato sera»

La polizia ha stilato il bilancio della finale di Coppa Svizzera di calcio

GINEVRA - La polizia ginevrina stila un bilancio positivo all'indomani della finale di Coppa Svizzera di calcio tra FC Basilea e FC Sion. L'evento ha fatto «meno danni di un normale sabato sera», ha dichiarato oggi alla stampa il capo di stato maggiore della polizia François Waridel, per il quale l'impressionante dispositivo di sicurezza previsto era «adeguato».

Per quanto riguarda i danneggiamenti si segnala un cartello stradale strappato e qualche vetro rotto. Due tifosi vallesani sono inoltre stati feriti (uno alla testa e uno al torace) da fan renani dopo la partita vinta dal Basilea per 3:0, ha precisato Waridel.

L'impegno, la fermezza e la cortesia degli agenti ha permesso di evitare disordini. Il capo dello stato maggiore non ha rivelato il numero esatto delle forze di polizia impiegate, ma - stando ai media - nella città di Calvino erano presenti circa 1'000 agenti in provenienza anche da altri cantoni latini, Ticino compreso.

Neppure i costi totali dell'operazione, che saranno suddivisi tra Ginevra e Associazione svizzera di football, sono stati svelati. La finale era considerata ad alto rischio, visti gli oltre 26'000 tifosi venuti allo Stade de Genève per assistere alla finale, di cui circa 12'500 Vallesani e 7'000 Basilesi. Secondo Waridel, occorreva pure tener d'occhio gli hooligan locali, a causa dell'animosità nutrita dai tifosi del Servette nei riguardi dei sostenitori del Sion.

E proprio a causa di tafferugli sulla Plaine di Plainpalais tra sostenitori vallesani e ultrà servettiani, la polizia è stata costretta a sparare pallottole di gomma. Complessivamente gli agenti hanno proceduto a una trentina di fermi, fra cui una maggioranza di Ginevrini tifosi del Servette e noti ai servizi di polizia. Sono pure state sequestrate due mazze da golf e alla stazione, prima della partenza dei treni speciali delle due tifoserie delle squadre finaliste, si è registrato un lancio di lattine, bottiglie e biglie di metallo.

È la prima volta dal 1929 che la finale della Coppa Svizzera si giocava a Ginevra. A causa dei vandalismi subiti nel 2014, Berna ha rinunciato ad accogliere l'evento in futuro. L'anno scorso la finale si era svolta a Zurigo, mentre nel 2015 si era tenuta a Basilea. Non è ancora stato deciso il luogo della prossima edizione.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-04-17 08:52:04 | 91.208.130.89