VAUD
24.10.2016 - 07:550

«Spesso la dipendenza inizia proprio da una grossa vincita»

A rischio soprattutto i giovani. La categoria 15-19 anni registra il doppio dei casi rispetto alle altre generazioni

LOSANNA - Al culmine della sua carriera da scommettitore André*, 36 anni, è arrivato a puntare svariate migliaia di franchi su eventi sportivi ed è riuscito ad accumulare un debito di 250mila franchi. Sulla sua storia Dipendenze Svizzera ha creato un documentario che mette in guardia dai pericoli del gioco d'azzardo. Sono soprattutto i giovani a essere colpiti: i 15-19enni sviluppano un problema con il gioco due volte più spesso rispetto alle altre generazioni.

Franz Eidenbenz, direttore del trattamento del Centro per la dipendenza da gioco di Radix, spiega: «Già in molti giochi informatici si possono acquistare dei gadget aggiuntivi». Semplici vite aggiuntive a Candy Crush Saga o potenziamenti per Pokemon Go che possono essere il punto di partenza da cui giungere al poker online o alle scommesse sportive. «Spesso all'inizio di una dipendenza vi è stata una grossa vincita», aggiunge Eidenbenz. Un giovane adulto con uno stipendio da apprendista che improvvisamente si ritrova con qualche migliaio di franchi può perdere facilmente il controllo.

Finora i casinò svizzeri non possono offrire giochi online. Gli esperti, però, sono convinti che i giocatori si affidino all'offerta dall'estero. La nuova legge sui giochi, poi, dovrebbe abrogare il divieto. Marc Friedrich dell'associazione delle case da gioco è convinto che la protezione dei giocatori possa essere migliorata: «Sulla base dei dati disponibili online, l'operatore potrà intervenire quando qualcuno mostra un comportamento di gioco sospetto». 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Frankeat 4 anni fa su tio
<em>Marc Friedrich dell'associazione delle case da gioco è convinto che la protezione dei giocatori possa essere migliorata: «Sulla base dei dati disponibili online, l'operatore potrà intervenire quando qualcuno mostra un comportamento di gioco sospetto». </em> Fin tanto che giochi pesante, prima ti spennano e poi intervengono.
Arciere 4 anni fa su tio
@Frankeat Bravo, giusto! Io direi addirittura che prima ti spennano e poi non intervengono.

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-12-01 13:38:01 | 91.208.130.86