ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
6 ore
Immigrazione moderata: gli svizzeri all'estero dicono «no»
Il CSE raccomandata di votare contro all'iniziativa UDC
SVIZZERA
9 ore
La Champions nei bar è a rischio di denuncia
Dalla stagione 2021/22 le partite saranno su pay tv. Ma la diffusione di Teleclub negli esercizi pubblici è illegale
FRIBURGO
9 ore
Un anno senza “désalpes”
A causa del coronavirus sono state annullate le tre note manifestazioni nel Canton Friburgo
BERNA
9 ore
Bimbo in monopattino investito da un'auto: è grave
Stava attraversando la strada sulle strisce pedonali a Matten bei Interlaken, nel Canton Berna
VAUD
13 ore
A Morges sospeso il bike sharing a causa dei vandalismi
Si parla di danni per decine migliaia di franchi, almeno 300 bici danneggiate, PubliBike: «Comportamento inspiegabile
FRIBURGO
14 ore
Incidente mortale a Marly
Deceduto l'automobilista 79enne. Un pedone è rimasto leggermente ferito
SVIZZERA
14 ore
Pur di non indossare la mascherina mi faccio il certificato medico
Andare dal medico per chiedere la dispensa. Un fenomeno che sta prendendo piede.
BERNA/ZUGO
16 ore
Berna e Zugo: misure più severe per chi va al bar o in discoteca
Oltre al nome, all'indirizzo e al numero di cellulare (che va verificato subito) è richiesto anche l'indirizzo email
SVIZZERA
16 ore
104 nuovi contagi in Svizzera
Sei le persone finite in ospedale. Nessun decesso nelle scorse ore. 
FOTO E VIDEO
VAUD
16 ore
Dal Poli di Losanna una navicella per pulire lo spazio dai detriti
C'è già l'accordo con l'Agenzia spaziale europea per il lancio di ClearSpace-1 nel 2025
Foto e Video
BASILEA CAMPAGNA
18 ore
Un inferno di fuoco distrugge un'intera area industriale
Difficoltà da parte dei pompieri a domare le fiamme. Diversi locali pericolanti. Enorme dispositivo di uomini sul posto
SVIZZERA
19 ore
Julius Bär aumenta l'offerta per i clienti molto facoltosi
Creata una particolare unità che offrirà investimenti al di fuori dell'attività borsistica tradizionale
BERNA / VALLESE
04.02.2016 - 15:020

Allo studio un tunnel di 22 chilometri sotto il passo del Grimsel

Un progetto mira a creare una ferrovia a scartamento ridotto per collegare tra una decina d'anni l'Oberland bernese e la valle di Goms

BERNA - Berna e Vallese vogliono costruire una ferrovia a scartamento ridotto per collegare tra una decina d'anni l'Oberland bernese e la valle di Goms, con un tunnel di 22 chilometri sotto il passo del Grimsel. Il progetto, presentato oggi a Berna alla stampa, prevede anche l'uso della galleria per trasportare elettricità ad alta tensione.

La nuova linea ferroviaria, la Grimselbahn, andrà da Meiringen (BE) e Oberwald (VS), con una galleria a partire da Innertkirchen (BE). I cantoni Berna e Vallese hanno inoltrato il progetto all'Ufficio federale dei Trasporti (UFT). Lo scopo è di rendere operativa l'infrastruttura dal 2025.

La consigliera di Stato bernese Barbara Egger-Jenzer, responsabile delle costruzioni, dei trasporti e dell'energia, ha sottolineato le opportunità che il progetto offre per i trasporti pubblici e il turismo. I promotori valutano un potenziale di 400'000 passeggeri all'anno. L'integrazione con altri tracciati ferroviari a scartamento ridotto crea inoltre una rete di 850 km che collega zone turistiche molto note di diversi cantoni: Montreux (VD), Interlaken (BE), Lucerna (LU), Andermatt (UR) e St. Moritz (GR). Egger-Jenzer ha assicurato che non ci saranno sovvenzioni incrociate tra la rete ferroviaria e quella elettrica.

Il presidente del consiglio di amministrazione di Grimselbahn, Peter Teuscher ha precisato che il progetto genera per la regione 35 posti di lavoro a tempo pieno e un plusvalore regionale di cinque milioni di franchi. Inoltre, grazie alla nuova linea le località di Guttannen e e Handegg, nell'Hasilital bernese, saranno accessibili tutto l'anno senza il rischio di pericoli naturali.

Jean-Michel Cina, responsabile dell'economia e dell'energia del canton Vallese, ha parlato di «un progetto faro» che offre soluzioni d'avanguardia per tutta la regione, come lo furono un centinaio d'anni fa le ferrovie per la Jungfrau e il Gornergrad. Esso completerà una rete a scartamento ridotto tra le maggiori al mondo.

Lo sfruttamento di un solo traforo per trasportare gente ed elettricità permetterà inoltre alle due aziende interessate risparmi notevoli rispetto alla costruzione di tunnel separati, ha notato Yves Zumwald, direttore generale ad interim di Swissgrid, la società che gestisce in Svizzera il trasporto dell'energia elettrica.

Si tratta di un importante elemento per Swissgrid, che deve rinnovare e potenziare la propria rete entro il 2025, per far fronte alla crescita del consumo di elettricità e per assicurare l'approvvigionamento dopo la svolta energetica. La nuova galleria consentirà di eliminare la linea ora esistente sul passo del Grimsel (121 piloni per 22 chilometri di cavi), con, tra l'altro, ricadute sui costi di manutenzione e un impatto positivo sul paesaggio.

Uno studio di fattibilità, realizzato su mandato dei cantoni di Berna, Vallese, Uri e altri partner, ha mostrato che il progetto è realizzabile ed offre sinergie interessanti. La buona qualità della roccia cristallina nella regione del Grimsel è già ben nota in seguito alla costruzione delle numerose dighe e centrali elettriche.

Una richiesta di concessione ferroviaria sarà inoltrata alla Confederazione nel 2018. I costi di progettazione sono valutati a 6 milioni di franchi, suddivisi fra i cantoni coinvolti della regione del San Gottardo e il canton Berna nonché Swissgrid. Gli investimenti per la costruzione della galleria, inclusi i cunicoli per i cavi, sono di circa 580 milioni di franchi, finanziati da Grimselbahn (245 mio) e Swissgrid (335 mio). Il tunnel per i treni sarà sostenuto dal nuovo fondo per il Finanziamento e l'ampliamento dell'infrastruttura ferroviaria (FAIF).

L'idea di collegare con una ferrovia Haslital e Goms non è nuova. Ci furono piani in tal senso già alla fine dell'800 e da allora ne sono stati presentati diversi, finora senza concretizzazione.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
aquila bianca 4 anni fa su tio
A furia di buchi.... andremo verso lo sgretolamento del nostro territorio ;-(((
gabola 4 anni fa su tio
e voila perche il resto della svizzera non vuole il raddoppio....i soldi servono a loro!!!!e come sempre il ticino rimarra con un pugno di mosche
beta 4 anni fa su tio
E non romperanno con scassamenti di palle varie !
pontsort 4 anni fa su tio
Forse un giorno riusciranno anche a fare la finestra di bedretto

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-11 04:48:16 | 91.208.130.89