Keystone, archivio
UN DISCO PER L'ESTATE
26.07.2019 - 07:000
Aggiornamento : 16:05

Chris DiDomenico: una carriera sulle montagne russe

Il 30enne canadese inizia la sesta stagione (e mezza) con il Langnau

LANGNAU - Christopher DiDomenico è entrato di diritto nella storia del Langnau: con i Tigers ha finora messo a referto un punto a partita di media in cinque campionati e mezzo.

La carriera del canadese classe 1989 è stata una vera e propria gita sulle montagne russe, caratterizzata da diversi alti e bassi. Già perché Chris – da giovane – era promettente e i suoi numeri davvero impressionanti. 

Nel campionato giovanile del Québec (QMJHL) il giocatore riuscì a distinguersi come uno dei migliori prodotti nordamericani della sua generazione e le sue prestazioni costanti negli anni lo portarono a vincere la medaglia d'oro con il Canada ai Mondiali Under 20 nel 2009. In quell'occasione DiDomenico fu uno dei protagonisti visto che totalizzò sette punti in sei partite, militando in squadra con giocatori del calibro di John Tavares, Evander Kane, Ryan Ellis e Jordan Eberle.

La sua carriera iniziò dunque sotto i migliori auspici, ma nel 2009 subì un brutto infortunio che glì impedì di compiere il grande salto in NHL. Ripartì da zero e nel 2012 decise di approdare nel modesto campionato italiano. Giocò per due stagioni nell'Asiago, vinse un titolo e mise a referto la bellezza di 174 punti in 83 partite. DiDomenico aveva finalmente ritrovato la fiducia necessaria, così nel 2014 decise di provare l'esperienza elvetica.

In Svizzera l'allora 25enne partì però dalla LNB. Arrivato a Langnau per disputare i playoff, il contibuto del canadese – 22 punti in 15 match – non bastò ai Tigers per centrare la promozione, che però arrivò la stagione successiva. In quel campionato DiDomenico fece il fenomeno e in 58 incontri – fra regular season e playoff – mise a referto ben 89 punti. Il Langnau vinse lo spareggio, venne promosso nella massima serie e il canadese continuò a trascinare la squadra. In LNA totalizzò 90 punti in due anni, traguardo che gli permise poi di ricevere finalmente la tanto agognata chiamata dalla NHL.

Nel 2017 si levò infatti lo sfizio di disputare 28 incontri con gli Ottawa Senators (10 punti), prima di ritornare a fare il leader alla Ilfis (51 punti in 55 partite lo scorso anno). Qui non l'ha dimenticato nessuno, anzi, i tifosi dell'Emmental lo adorano e si augurano che continui a fare ciò che gli riesce meglio: ovvero macinare punti.

Clicca qui per leggere gli articoli precedenti di "Un Disco per l'estate".

 

Keystone, archivio
Ingrandisci l'immagine
Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-08-21 13:53:58 | 91.208.130.85