keystone (archivio)
+ 3
ULTIME NOTIZIE Sport
EUROPA LEAGUE
1 ora
YB piegato dal Porto. Sorride la Roma, crolla il Gladbach
SWISS LEAGUE
2 ore
Rockets, colpo esterno: secondo successo consecutivo
EUROPA LEAGUE
3 ore
L'EuroLugano lotta, ma cade a Copenaghen
TENNIS
4 ore
Ginevra si prepara a duelli stellari: King Roger inizia in doppio
NATIONAL LEAGUE
6 ore
Il Ginevra recupera Richard per il match della Valascia
HCAP
7 ore
«Non siamo preoccupati, le vittorie arriveranno»
TENNIS
9 ore
La Golubic non si ferma più: è semifinale a Guangzhou
NATIONAL LEAGUE
10 ore
«L’Ambrì è un esempio, non siamo una comparsa»
NATIONAL LEAGUE
11 ore
Krüger out due settimane, potrebbe tornare a Lugano
CHALLENGE LEAGUE
12 ore
«Se siamo ultimi e perché abbiamo sbagliato qualcosa e dobbiamo lavorare di più e meglio»
NATIONAL LEAGUE
12 ore
Cereda prova Plastino-Fischer, ma potrebbe confermare l'Ambrì di Berna
CHALLENGE LEAGUE
14 ore
Panchina ribaltata: a Chiasso allena Lupi
EUROPA LEAGUE
17 ore
A Copenaghen per scacciare la crisi: esordio del Lugano in Europa
CHAMPIONS LEAGUE
1 gior
Uno scatenato Di Maria stende il Real, Juve raggiunta nel finale
MADRID
1 gior
Bale, 700'000 sterline di regalo-pensione: «Sei mesi per il mondo a giocare a golf con gli amici»
PARIGI
12.09.2019 - 11:150
Aggiornamento : 13.09.2019 - 10:07

«Il silenzio della famiglia Schumacher è un peccato. Quante persone potrebbero aiutare?»

Il pensiero dell'ex capo tecnico della Mercedes Nick Fry: «Ci sono molte persone che si trovano in situazioni simili e potrebbero trarre beneficio da un’esperienza diretta»

PARIGI (Francia) - Da quel maledetto 29 dicembre 2013 sono state pochissime (per non dire nulle...) le informazioni riguardanti lo stato di salute di Michael Schumacher. C'è chi reputa sia giusto non divulgare nulla, ma c'è anche chi non ha preso troppo bene questo silenzio che dura ormai da sei anni. I famigliari dell'ex campione di Formula 1 tengono troppo alla privacy e ben difficilmente le cose cambieranno in futuro. 

A riaccendere il dibattito su questo sono arrivate le parole dell’ex capo tecnico della Mercedes Nick Fry: «Ci sono milioni di persone che provano un sincero affetto per Michael. Sono sicuro siano state sviluppate negli anni terapie e tecniche che potrebbero essere utili ad altri. Sarebbe utile alla sua famiglia condividere ciò che hanno dovuto affrontare. Ci sono molte persone che si trovano in situazioni simili e potrebbero trarre beneficio da un'esperienza diretta».

keystone-sda.ch/STF (YOAN VALAT)
Guarda tutte le 7 immagini
Commenti
 
vulpus 6 gior fa su tio
Questa famiglia, ha saputo, a ragione difendersi dall'invasione di fotografi e da giornalisti, e curiosi. E meglio ancora , se in tutto questo tempo hanno trovato rimedi , verso una guarigione. Rimedi che non compete sicuramente alla famiglia divulgare, ma ai medici curanti, che ne hanno conosciuto le conseguenze dell'incidente.
dino 1 sett fa su tio
Beh si, sapere come sta, non sarebbe violare la sua legittima privacy ma sarebbe un conforto per molti che lo hanno amato e lo fanno ancora, secondo me ci sono speculazioni sulle sponsorizzazioni che ancora pagano per lui , da contratti
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-20 00:08:06 | 91.208.130.89