Immobili
Veicoli

L'OSPITE - STEFANO TOGNI«L'Ambrì è più forte sia in difesa sia in attacco. Cajka? È in crescita»

10.08.21 - 11:00
Togni: «Pestoni con Kozun e Regin? Cereda l'ha già messo nelle condizioni ideali per esprimere tutto il suo talento».
Tipress, archivio
«L'Ambrì è più forte sia in difesa sia in attacco. Cajka? È in crescita»
Togni: «Pestoni con Kozun e Regin? Cereda l'ha già messo nelle condizioni ideali per esprimere tutto il suo talento».

Venerdì scorso l'Ambrì ha disputato la sua prima amichevole pre-stagionale, in vista della National League 2021/2022.

I biancoblù hanno sconfitto i Ticino Rockets 7-1 mostrando un certo dinamismo sul ghiaccio, nonostante il valore sulla carta fosse nettamente superiore rispetto agli avversari. «Realizzare sette reti alla prima uscita non è per niente scontato e non importa se si affrontano squadre di categorie minori», sono state le parole dell'ex attaccante di Lugano e Ambrì degli anni '90 Stefano Togni. «Sono dell'idea che l'Ambrì si sia reso protagonista di una buona prestazione e sono anche andati a segno diversi giocatori. Ciò significa che il gruppo ha iniziato con il piede giusto».

Nell'occasione sono finiti sul tabellino dei marcatori anche capitan Fora (doppietta) e il nuovo acquisto Burren, schierati in linea insieme nel secondo blocco. «Si tratta di un'ottima coppia difensiva per coach Cereda, un innesto come Burren ci voleva proprio. Ha disputato cinque stagioni a Berna ed è giunto in Leventina per avere più responsabilità sul ghiaccio. La sua esperienza sarà sicuramente utile al gruppo. Con gli arrivi di Burren e del finlandese Hietanen la difesa è diventata più competitiva».

Cosa ne pensi dell'attacco? «L'addio di Müller pesa sicuramente, ma con gli arrivi di Pestoni, Bürgler e Heim, trovo che il reparto offensivo si sia comunque rinforzato. Questi elementi di qualità avranno una chance per mettere in evidenza tutto il loro potenziale. Contro i Rockets Pestoni è stato inoltre schierato in linea con gli stranieri Kozun e Regin, con Cereda che l'ha già messo nelle condizioni ideali per poter esprimere tutto il suo talento. Cajka? È un giovane in crescita e potrebbe diventare prezioso. L'anno scorso nei Rockets si è rivelato un trascinatore e ha sempre lavorato duramente. Merita questa opportunità».

Continua dunque l'ottimo lavoro di Duca e Cereda per quanto riguarda il mercato. «Il club ha acquistato dei giocatori mirati. Questi ragazzi si sono sempre distinti nelle loro rispettive carriere e potranno aiutare l'Ambrì a crescere ulteriormente. Sono fiducioso in vista dell'inizio della stagione».

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SPORT