BREAKING NEWS
In Ticino altri 110 casi e 6 decessi
Tipress, archivio
HOCKEY
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
BERGAMO
3 ore
«Questa è una bomba sanitaria, sta diventando una guerra mondiale»
Il presidente dell'Atalanta denuncia una situazione drammatica con la quale sta convivendo la città di Bergamo
DIVERSI
12 ore
Neymar se ne infischia della quarantena: gioca a footvolley, è polemica
Non è per nulla piaciuta ai suoi follower la foto in cui si vede il brasiliano spassarsela in compagnia di amici
SERIE A
14 ore
CR7 e compagni accettano: la Juve risparmia 90'000'000
I tesserati bianconeri percepiranno solo parte del loro salario nei mesi di marzo, aprile, maggio e giugno
GUANGZHOU
17 ore
C'è anche chi, lentamente, sta tornando a sorridere
Il 46enne ha postato un video per testimoniare come a Guangzhou la gente sta tornando a condurre una vita normale
GRAN BRETAGNA
19 ore
«Piango! Cantano "You'll never walk alone" fuori dalla terapia intensiva...»
L'allenatore del Liverpool ha visto un video nel quale in ospedale si cantava l'inno della sua squadra. Da pelle d'oca
TENNIS
22 ore
«Tuteliamo i tornei centenari, non gli interessi di Federer»
La quarta edizione della Laver Cup verrebbe fagocitata dal Major. Panatta sta con gli organizzatori dello Slam
MERCATO
22 ore
«Tra Rodriguez e Napoli c'era qualcosa di vero»
Gianluca Di Domenico: «Il club olandese ha dato delle sicurezze al giocatore. Rodriguez voleva questo»
SERIE A
1 gior
Dybala: «Facevo fatica a respirare, ora sto meglio». Il fratello intanto viola la quarantena
L'argentino era risultato positivo al Covid-19. Nel frattempo il fratello Gustavo, con la compagna, è stato denunciato
FORMULA 1
1 gior
«Comincio a guardare anche oltre la F1»
Vettel è in scadenza di contratto: «Col tempo si diventa più maturi, quando penso al futuro sono piuttosto rilassato»
VOLLEY
1 gior
Il Lugano riparte da Felipe Lacerda
Sarà Felipe Lacerda l'allenatore del Volley Lugano
MADRID
1 gior
Dramma Sanz, il figlio denuncia: «Non si trova la salma»
Spagna in ginocchio, strutture al collasso: l'ex presidente del Real Madrid doveva essere cremato il 24 marzo
TENNIS
1 gior
Nole dona 1 milione per aiutare la Serbia
La donazione di Djokovic servirà per acquistare respiratori e altro materiale medico-sanitario
AMSTERDAM
1 gior
Nouri fuori dal coma dopo quasi 3 anni: «Possibile comunicare con lui»
Il giocatore, oggi 22enne, era uno dei giovani più promettenti dei Lancieri. Nel 2017 era stato colpito da un malore
SWISS LEAGUE
19.02.2020 - 19:420
Aggiornamento : 20.02.2020 - 11:06

«Avremmo voluto creare un cuore centrale nell'organizzazione dei Rockets»

Marco Werder ha motivato il passo indietro fatto dal Lugano: «Avremmo voluto che il CdA tornasse a essere paritario»

LUGANO - L'amministratore delegato del Lugano Marco Werder ha spiegato la decisione dei bianconeri di fare un passo indietro nel progetto Ticino Rockets. A partire dalla prossima stagione, la società sottocenerina svolgerà infatti il ruolo di azionista di minoranza del club - analogamente al Davos - e continuerà a fornire quattro giovani giocatori (prospects) e uno straniero.

«L'anno scorso ci eravamo ripromessi che entro il mese di dicembre del 2019, ogni club avrebbe fatto un'analisi riguardante il progetto per il futuro dei Rockets», è intervenuto proprio Werder. «Siamo convinti che questo progetto sia migliorabile e in quest'ottica abbiamo quindi fatto i compiti a casa. Nei tempi prestabiliti abbiamo inoltrato le nostre proposte di migliorie, che riguardavano da un lato la gestione del club e dall'altro quella sportiva. Avremmo voluto che il consiglio di amministrazione tornasse a essere paritario, dove ogni club che partecipa al progetto abbia il diritto di presentare un membro. Poi avremmo voluto creare un cuore centrale nell'organizzazione dei Rockets, proprio perché negli ultimi tre anni e mezzo il problema più grande di questa squadra è stato di non aver mai avuto una sua propria identità. Questo cuore centrale, secondo le nostre idee, sarebbe stato innanzitutto composto da un General Manager impiegato dai Rockets e che difendesse gli interessi del club, così come da uno staff tecnico "neutro" messo a disposizione sempre da loro. Secondariamente sarebbero stati necessari cinque giocatori di un livello medio-alto di Swiss League in grado di stabilizzare la squadra all interno della Lega».

In questo modo si creerebbe inoltre il cosiddetto zoccolo duro che aiuterebbe i giovani a integrarsi nel gruppo e a crescere con esso... «Esattamente, ci sono delle dinamiche di uno spogliatoio che non si possono sottovalutare. Per crescere i giovani dovrebbero potersi appoggiare ai senatori di un gruppo e anche a essere messi in riga da loro. Secondo il nostro punto di vista, i nostri prospects non si stanno più muovendo in un ambiente totalmente ideale per continuare a svilupparsi. A novembre abbiamo dunque consegnato questo documento e fino a gennaio nessuno si è fatto sentire. Poi abbiamo ricevuto una lettera degli altri azionisti, nella quale c'era scritto che secondo loro il progetto non si sarebbe dovuto cambiare. Ci siamo così incontrati a inizio febbraio e la discussione si è riaperta, ma su diversi aspetti non siamo riusciti a trovare un'intesa. Di conseguenza, visto che la nostra proposta di miglioramento non è sembrata essere necessaria per gli altri club, abbiamo deciso di fare un passo indietro a livello operativo. Non riteniamo più necessario andare avanti a gestire il club e a sobbarcarci anche un rischio finanziario. Continueremo comunque a fornire cinque giocatori - quattro prospects e uno straniero - ai Ticino Rockets. In futuro non avremo però più un membro nel CdA del club cadetto e non forniremo più loro l'assistente allenatore»

Oltre tutto c'è il rischio che la squadra - alla fine di questo campionato - possa retrocedere in My Sports League... «Il rischio è reale. Noi abbiamo sempre visto il progetto a medio e non a corto termine. Siamo interessati a sviluppare dei talenti nell'arco del tempo, non abbiamo fretta, ma per noi è fondamentale che un giovane riesca a maturare e a prendersi le sue responsabilità. Non si possono buttare i ragazzi allo sbaraglio e pensare che visto che giocano in Swiss League siano in grado di migliorare da soli. Bisogna accompagnarli a 360 gradi e seguirli ogni giorno(...)».

HOCKEY: Risultati e classifiche

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Evry 1 mese fa su tio
Consolati, al NORD purtroppo non fanno cosi ma SONO COSI !
BarryMc 1 mese fa su tio
@Maverick Mav...visto che ignori i fatti, meglio che stai zitto.
Ale Lore 1 mese fa su fb
🐷
Evry 1 mese fa su tio
Ma cosa vi aspettavate da quei gestori....... ??? Chiunque avrebbe capito che non poteva funzionare in quel modo. BUCO nell'ACQUA einvestimento FLOP.
Maverick Mav 1 mese fa su fb
Blablabla🤡🤡🤡
Loris Bianchi 1 mese fa su fb
Maverick Mav ma bla bla cosa ? Ahahahah 🤡 🤡
Maverick Mav 1 mese fa su fb
Loris Bianchi “Avremmo voluto creare...?!?”...diciamola tutta che “Avremmo voluto comandare...da azionisti di minoranza!!!!”...ecco il perché del bla bla....ma per piasee🙈...dei veri 🤡🤡🤡
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-03-29 11:47:19 | 91.208.130.89